Sei in > Home > Archivio Notizie



Archivio Notizie

stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |25/09/2017|

Approvazione Registro fornitori prestazioni integrative HCP 2017. Comunicazione ai beneficiari.

Si informa che, con Determinazione Dirigenziale del Comune di Frosinone n. 2333 del 25 settembre 2017, è stato approvato, in attuazione dell’Accordo di Programma per l’attivazione del progetto HCP 2017 e della Deliberazione dell’Assemblea dei Sindaci n. 5 del 21 giugno 2017, l’allegato “Registro dei fornitori delle prestazioni integrative”.
Il Registro, suddiviso in opportune sezione/categorie di prestazioni, avrà validità per tutta la durata del progetto Home Care Premium 2017 e trattandosi di Registro “aperto” i soggetti interessati potranno presentare la propria candidatura per l’iscrizione per una o più delle sezioni previste anche successivamente alla pubblicazione dello stesso.
Pertanto l’Ambito continuerà a ricevere le richieste di iscrizione provvedendo ad un aggiornamento dell’elenco consultabile sul sito web del Comune di Frosinone www.comune.frosinone.it sezione Amministrazione Trasparente, sul sito del Distretto www.distrettosocialefrosinone.it e presso tutti gli uffici dei Servizi Sociali dei Comuni del Distretto.
Con medesima Determinazione è stato approvato lo Schema di Convenzione presentato dal Centro Regionale S. Alessio - Margherita di Savoia per i Ciechi per la fornitura delle prestazioni rivolte a persone disabili visive residenti nel territorio del Distretto che facciano eventualmente richiesta di prestazioni al Centro.

COMUNICAZIONE AI BENEFICIARI DELLE PRESTAZIONI INTEGRATIVE
Gentile beneficiario/titolare prestazioni HCP 2017,
come Lei saprà La Sua istanza, relativa al progetto Home Care Premium 2017, è risultata vincitrice essendo stata utilmente inserita nella graduatoria comunicata dall’INPS.
Oltre all’eventuale regolarizzazione di un Assistente Familiare in base al contributo a Lei concesso dall’INPS, potrà usufruire di prestazioni aggiuntive o integrative, a cura e a carico del nostro ambito territoriale sociale, scegliendo un operatore economico o singolo professionista che risulti stato accreditato a seguito di positiva istruttoria della richiesta di iscrizione nel “Registro dei fornitori delle prestazioni integrative”.
Al fine di validare la scelta da Lei effettuata, la S.V. è invitata a rendere la "Dichiarazione di selezione fornitore delle prestazioni integrative" indicando l’operatore economico o singolo professionista individuato per la fruizione delle prestazioni integrative.
La dichiarazione di “scelta”, corredata da fotocopia del documento di riconoscimento del firmatario, deve essere presentata all’Ufficio di Piano del Distretto Sociale B, in via Armando Fabi snc, nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 09.30 alle ore 13.00.
In alternativa, la dichiarazione può essere trasmessa con mail all’indirizzo hcp2017@distrettosocialefrosinone.it
In relazione al grado di soddisfacimento delle prestazioni ricevute, se dovessero subentrare reali motivi di insoddisfazione per le prestazioni citate, la S.V. potrà revocare il soggetto erogatore inizialmente scelto comunicando tale volontà e procedendo alla selezione del nuovo fornitore.
La dichiarazione di “scelta” potrà essere firmata, dal beneficiario o dal titolare/responsabile del servizio.
SI RACCOMANDA DI CONSULTARE ATTENTAMENTE L’ELENCO DEI SOGGETTI ACCREDITATI E DI VERIFICARE CHE QUEST’ULTIMI SI SIANO RESI DISPONIBILI PER LE SPECIFICHE SEZIONI RELATIVE ALLE PRESTAZIONI PREVISTE NEL PROPRIO PIANO ASSISTENZIALE INDIVIDUALIZZATO.
Si allega la “Dichiarazione di selezione fornitore delle prestazioni integrative”


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |02/09/2016|

Pubblicazione Legge Regionale di riforma dei Servizi Sociali

La Regione Lazio ha pubblicato sul BUR n. 64 dell'11 agosto 2016, la Legge di riforma dei Servizi Sociali che ha sostituito la L. R. n. 38/1996 e ha recepito la L. n. 328/2000.
In allegato il testo della norma.


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |20/07/2016|

Chiusura estiva Sportello Gioco d'Azzardo Patologico (GAP) Distretto Sociale B.

Si informa la cittadinanza interessata che il servizio distrettuale di Sportello informativo per la prevenzione del Gioco d'Azzardo Patologico (GAP), attivo presso i locali dell'ex Ospedale Umberto I° di Frosinone, viale Mazzini snc. osserverà un periodo di chiusura dal giorno 8 agosto al giorno 26 agosto 2016.
Il servizio gratuito di orientamento e consulenza psicologica per il contrasto del GAP, è aperto al pubblico nei giorni del lunedì e giovedì con orario 09.00/13.00 e il martedì con orario 12.00/16.00. Recapiti telefonici: 0775 2072544 e 389 5713240 e-mail: gap.distrettosocialebfrosinone@gmail.com


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |25/05/2016|

Differimento termine progetto HCP 2014.

Si comunica che con Determinazione n. 293 del 20.05.2016 la Direzione Centrale Credito e Welfare dell'INPS ha differito il termine di scadenza del progetto HCP 2014 al 31.12.2016.
Per informazioni contattare il n. telefonico 0775 265268.


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |09/09/2015|

Home Care Premium 2014: emesso il mandato di agosto 2015.

La Direzione Centrale INPS Credito e Welfare ha comunicato che è stato disposto il pagamento delle prestazioni prevalenti del mese di agosto 2015 previste dal Progetto Home Care Premium 2014. La valuta di accredito è al giorno 10 settembre 2015 e giorni seguenti a seconda del circuito bancario o postale di appartenenza.


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |06/08/2015|

Pagamento prestazioni prevalenti del mese di luglio 2015 - Progetto Home Care Premium 2014.

La Direzione Centrale INPS Credito e Welfare ha comunicato che è stato disposto il pagamento delle prestazioni prevalenti del mese di luglio 2015 previste dal Progetto Home Care Premium 2014. La valuta di accredito è al giorno 10 agosto 2015 e giorni successivi a seconda del circuito bancario o postale di appartenenza.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |10/06/2015|

Legge 29 dicembre 2014, n. 13. Contributi per l'adattamento di veicoli destinati al trasporto delle persone con disabilità.

Pubblicata sul BUR Lazio del 09/06/2015 n. 46 (da pag. 112 a pag. 120) la Deliberazione 26 maggio 2015, n. 250 recante "Legge 29 dicembre 2014, n. 13. Contributi per l'adattamento di veicoli destinati al trasporto delle persone con disabilità permanente, affette da grave limitazione della capacità di deambulazione. Approvazione dei criteri e delle modalità di accesso ai contributi".


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |20/02/2015|

Differimento del termine di scadenza di presentazione delle domande per il programma HCP 2014. Differimento Tecnico del programma HCP 2012.

Si comunica che il termine di presentazione delle domande per accedere alle prestazioni di assistenza domiciliare, di cui all’Avviso pubblicato in data 29 gennaio 2015, è differito al 31 marzo 2015.
In considerazione delle difficoltà rappresentate dagli utenti per la presentazione della dichiarazione sostitutiva unica (DSU) si comunica che, a decorrere da lunedì 23 febbraio 2015, sarà possibile presentare le domande anche senza aver precedentemente presentato la dichiarazione sostitutiva unica (DSU). La dichiarazione sostitutiva unica (DSU) andrà comunque presentata il prima possibile e NON oltre il 31 marzo 2015, restando requisito imprescindibile per consentire l’erogazione delle prestazioni.
Al fine di assicurare la non interruzione del Progetto di assistenza ai soggetti già beneficiari del programma Hcp 2012 è stata autorizzata la prosecuzione tecnica del progetto sino al 31 marzo 2015.
Come ampiamente chiarito, beneficiari di Hcp 2012, che ancora non l'abbiamo fatto, dovranno presentare nuova domanda per partecipare ad Hcp 2014.
Hcp 2014 prenderà regolare avvio il primo marzo 2015 per coloro che abbiano presentato domanda e per i quali sia stato già elaborato il piano assistenziale individuale.

Fonte: INPS Direzione Centrale Credito e Welfare


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |29/09/2014|

Un bambino con la SMA non può camminare. Per un giorno fatelo volare. Il 4 e 5 ottobre 2014.

28 settembre – 11 ottobre 2014
Campagna Raccolta Fondi Famiglie SMA

Per sostenere lo sportello SMArt che raggiunge le famiglie anche in località distanti dai Centri Specializzati
Inizia domenica 28 settembre la campagna di raccolta fondi e sensibilizzazione di Famiglie SMA Onlus, l'associazione composta e gestita esclusivamente da genitori di bambini e da adulti affetti da SMA (Atrofia Muscolare Spinale). Due settimane, dal 28 settembre all'11 ottobre, per sensibilizzare l'opinione pubblica e raccogliere fondi per proseguire il progetto iniziato lo scorso anno: SMArt, il S.ervizio M.ultidisciplinare di A.ccoglienza R.adicato nel T.erritorio finalizzato a migliorare l’assistenza territoriale.
Digitando il numero solidale 45501 è possibile donare 2 euro tramite sms da telefono cellulare TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca o o chiamata da rete fissa TeleTu o TWT, o 2 o 5 euro chiamando da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.
L'Atrofia Muscolare Spinale è una delle più gravi e diffuse malattie neuromuscolari che colpiscono i bambini ed è la principale causa genetica di morte sotto i due anni. La forma più diffusa è anche la più grave, il tipo I, che spesso porta alla morte nei primi mesi di vita. I bambini che ne sono affetti richiedono un'assistenza continuativa altamente specializzata: i genitori vengono addestrati nei reparti di terapia intensiva a gestire i bambini e, all'occorrenza, rianimarli. Spostare un piccolo in queste condizioni può causargli gravi disagi ma gli esami e i controlli, compresi quelli di routine, sono necessari. Molto spesso il supporto delle ASL è inadeguato e l'assistenza, dopo la dimissione dall'ospedale, ricade interamente o quasi sui genitori.
Attualmente i principali Centri Specializzati che si occupano di SMA sono concentrati al Centro-Nord Italia. Lo sportello SMArt consiste in una rete di sportelli dislocati capillarmente sul territorio, soprattutto nelle zone più distanti dai Centri Specializzati, ed è composto da personale medico informato sulle modalità di gestione della malattia, in grado di svolgere esami di routine e assistere le famiglie. Grazie alla generosità degli Italiani questo importante progetto lanciato con la campagna dello scorso anno sta prendendo vita e abbiamo già potenziato l'assistenza al Centro-Sud (Bari, Messina, Salerno e Ancona), ma per raggiungere capillarmente anche le altre famiglie è ora fondamentale restare al nostro fianco.
All'interno della campagna è previsto un importante evento. Sabato 4 e domenica 5 ottobre Famiglie SMA sarà in più di 100 piazze d’Italia con l’iniziativa Un aquilone per un bambino per raccogliere fondi a favore della ricerca, promuovendo l’organizzazione nel nostro Paese di sperimentazioni cliniche di farmaci e terapie.
Testimonial della campagna è il noto personaggio televisivo e campione di bike trial Vittorio Brumotti, che ogni giorno affronta sfide sulle due ruote.

Per informazioni: Ufficio Stampa Famiglie SMA, Barbara Pianca, 328 3466950,


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |24/04/2014|

Linee Guida per la nuova Legge regionale sui servizi per l'infanzia.

L'Assessorato alle Politiche sociali e allo sport della Regione Lazio ha pubblicato le Linee guida per una legge regionale per i servizi socio-educativi per la prima infanzia. L'obiettivo del documento è quello di coinvolgere tutti gli attori sociali del sistema nella costruzione di una proposta di riforma che introduca nel Lazio un sistema integrato dei servizi per l’infanzia caratterizzato da flessibilità, ampliamento dell’offerta, partecipazione delle famiglie, qualificazione professionale degli operatori e un Piano regolatore regionale.
A partire dalle Linee guida e in vista della stesura dell'articolato che costituirà la proposta di legge da sottoporre alla Giunta regionale e poi al Consiglio, sarà possibile inviare all’indirizzo di posta elettronica tutti.inclusi@regione.lazio.it il proprio contributo, i propri suggerimenti e le integrazioni.
In allegato il documento prodotto dalla Regione.
Fonte: sito web Regione Lazio.


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |23/04/2014|

Convocazione dell'Assemblea dell'Accordo di Programma,

Si comunica che il giorno 8 maggio alle ore 10.00 in prima convocazione e alle ore 11.00 in seconda convocazione, presso la sala conferenze della villa comunale, sita in via M.T.Cicerone, Frosinone, è convocata l'Assemblea dell'Accordo di Programma, per discutere sul seguente ordine del giorno: - D.G.R. 25.03.2014, n.136 - Linee guida per la redazione dei Piani Sociali di Zona 2012 - 2014 - Annualità 2014. Attività preliminari. - Varie ed eventuali. Sono invitati a partecipare i Sindaci dei Comuni del Distretto Sociale "B", il Commissario straordinario dell'Amministrazione Provinciale di Frosinone, il Direttore Generale della ASL di Frosinone e, ove impossibilitati, ad intervenire a mezzo di rappresentante, munito di apposita delega.


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |02/04/2014|

Centro per la Famiglia.

Si comunica che il Centro per la Famiglia osserverà un periodo di chiusura dal 22 aprile al 4 maggio 2014. Le attività verranno riprese in data 5 maggio 2014.


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |09/12/2013|

Chiusura temporanea del Centro per la Famiglia - Mediazione Familiare.

Il Responsabile del servizio "Centro per la Famiglia - Mediazione Familiare", Dott. Giuseppe Taddeo, comunica che, il suddetto servizio resterà chiuso dal 21 dicembre 2013 al 06 gennaio 2014. Le attività riprenderanno regolarmente martedì 07 gennaio 2014.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |21/08/2013|

Regione Lazio: pubblicate le Linee Guida della legge di riforma del welfare regionale.

La Regione ha avviato il percorso che porterà, entro pochi mesi, alla legge di riforma del welfare nel Lazio. L'Assessorato alle Politiche sociali ha pubblicato, infatti, le linee guida per la legge regionale sul sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali che intende dare piena attuazione alla L. n. 328/2000; il documento costituisce la base della discussione in cui saranno coinvolti tutti i soggetti del sistema di welfare regionale. Tutte le realtà del mondo del sociale possono, quindi, fin da subito dare il proprio contributo inviando riflessioni, suggerimenti e proposte all’indirizzo di posta elettronica tutti.inclusi@regione.lazio.it
Il 12 settembre p.v. nella Sala Tirreno della Regione Lazio, le linee guida saranno presentate ufficialmente, nel corso di un’iniziativa denominata "Tutti inclusi".
Sul sito web della Regione Lazio sono disponibili tutte le informazioni per chi è interessato. In allegato le linee guida regionali.

Fonte: sito web Regione Lazio.


stampa Stampa | Invia articolo
Comune : notizia |18/06/2013|

Comune di Ceprano. Sabato 23 giugno 2013. Corso per “Esecutore di manovre di disostruzione delle vie aeree nei bambini”.

L’Amministrazione Comunale di Ceprano in collaborazione con la Croce Rossa Italiana organizza per sabato 23 giugno 2013, presso l’Aula Magna della Scuola Media Don Luigi Catelli a Ceprano (dalle ore 08,30 alle 13,00), un Corso per “Esecutore di manovre di disostruzione delle vie aeree nei bambini”.
Il Corso prevede l’iscrizione obbligatoria al costo di euro 25,00 ed il rilascio di Attestato riconosciuto a livello nazionale.
Per le iscrizioni ed ogni altra informazione telefonare al numero: 3407559979 Patrizia Capitanelli


stampa Stampa | Invia articolo
Comune : notizia |07/06/2013|

Comune di Ceprano. Avviso. Iscrizioni all’Asilo Nido comunale dal 1 al 30 giugno 2013.

Sono aperte le iscrizioni all’Asilo Nido comunale per l’anno 2013 – 2014. L’istanza di ammissione deve essere redatta esclusivamente su apposito modulo predisposto dall’ufficio, da ritirare presso l’ufficio U.R.P. (piano terra sede comunale), aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00.
La richiesta deve essere presentata all’ufficio protocollo dell’ente entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 30 giugno 2013.
Possono presentare istanza di ammissione anche coloro che non sono residenti e non esercitano attività lavorativa sul territorio comunale. L’ammissione al nido sarà stabilita secondo una graduatoria stilata sulla base del punteggio attribuito in conformità alle prescrizioni del regolamento dell’Asilo Nido.
Saranno ammessi alla frequenza i bambini in ordine di punteggio decrescente sino alla copertura dei posti disponibili.

Fonte: Ufficio Servizi Sociali del Comune di Ceprano


stampa Stampa | Invia articolo
Comune : notizia |04/06/2013|

Frosinone - Coop. Soc. Altri Colori: ricerca personale per assistenza domiciliare

La Cooperativa Altri Colori di Frosinone ricerca personale con qualifica di:
- Operatore Socio Sanitario (OSS)
- Adest
- Operatore e /o Tecnico dei Sevizi Sociali,
per effettuare sostituzioni presso i servizi di assistenza domiciliare gestiti dalla cooperativa, nei territori dei Comuni di Aprilia, Cori, Cisterna di Latina e Roccamassima.
Si richiede esperienza documentata in servizi di assistenza ad anziani e disabili, il possesso della patente di guida, la disponibilità all’uso della propria automobile e la disponibilità a lavorare nei mesi estivi dal lunedì al sabato.
Si prega di inviare il Curriculum Vitae all’indirizzo e-mail: info@altricolori.it all’attenzione del Responsabile del personale, specificando nell’oggetto: invio cv per sostituzioni assistenza domiciliare.

Fonte: sito web coop. soc. Altri Colori.


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |18/02/2013|

RETI DI PARI OPPORTUNITA' - FONDO PER LE POLITICHE RELATIVE AI DIRITTI E ALLE PARI OPPORTUNITA' 2012.

ENAIP Impresa Sociale srl, ente accreditato presso la Regione Lazio per le aree di Formazione Superiore Formazione Continua e Orientamento, sta realizzando nel territorio della provincia di Frosinone, un progetto finalizzato alla promozione dell’occupabilità femminile e allo sviluppo delle Pari opportunità.


stampa Stampa | Invia articolo
Comune : notizia |11/02/2013|

“Sportello Itinerante per Stranieri”: progetto attivo presso il Comune di Ceprano

L’Associazione ASCC Immigrati di Frosinone in collaborazione con il Distretto Socio-Assistenziale B, ha ri-avviato dal giorno 30 Gennaio 2013 lo “Sportello Itinerante per Stranieri”. Il progetto, finanziato dalla Regione Lazio con i fondi della L.R. 10/2008 si sta svolgendo presso la sede del Comune di Ceprano tutti giovedì dalle ore 9 .00 alle 13.00.
L’ASCC ha messo a disposizione presso la sede dell’Ufficio URP del Comune di Ceprano tutta la sua professionalità e garantisce la costante presenza di mediatori di madrelingua qualificati a svolgere il servizio che a loro compete. L’attività offerta presso lo “Sportello Itinerante” è di orientamento e informazione su: permessi e carta di soggiorno, ottenimento cittadinanza italiana, coesione e ricongiungimento familiare, decreto flussi, nulla-osta per lavoro subordinato, autonomo o stagionale; nonché tutta una serie di informazioni sulle pratiche comunali, messe a disposizione dal personale dei servizi sociali dei comuni interessati.
Piena soddisfazione viene espressa dall’Assessore ai Servizi Sociali di Ceprano Marco Colucci, che insieme al Sindaco Giovanni Sorge e ai suoi collaboratori coordinati dal Dott. Michele Gesuale da anni ormai lavorano senza risparmiarsi su tutte la problematiche legate al sociale riscuotendo ampi consensi dai cittadini e dagli operatori del settore.
La comunità dei cittadini stranieri a Ceprano è una presenza importante e costante ed il servizio offerto da questo Sportello rappresenta senz’altro una risposta valida alle problematiche specifiche dell’utenza immigrata per non dimenticare l’emergenza dei profughi del Nord Africa alloggiati nel territorio di questo Comune.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo Sportello Itinerante per Stranieri presso il Comune di Ceprano in Corso delal Repubblica 1al n. tel 0775 9174233 tutti i giovedì 9 alle 13 oppure direttamente l’Associazione ASCC ai numeri 0775/856644 – 328.3362128, presso la sede di Frosinone in Piazza Martiri di Vallerotonda n.10.

Fonte: www.tg24.info/ceprano


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |15/01/2013|

Aggiornamento del Registro delle Associazioni degli Enti e degli Organismi che operano a favore dei cittadini stranieri immigrati.

Con Determinazione n. B09718 del 21 dicembre 2012, pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 5 del 15/01/2013, la Regione Lazio – Direzione Politiche Sociali e Famiglia ha provveduto a pubblicare l’aggiornamento dell’elenco degli organismi iscritti nel Registro Regionale delle Associazioni degli Enti che operano a favore dei cittadini stranieri immigrati.
In Provincia di Frosinone risultano iscritti in elenco i seguenti Organismi:

Nuovi Cittadini Ciociari Onlus
Rappresentante legale: Oussafi Dorra
Indirizzo: Viale Grecia, 81 03100 Frosinone

A.S.C.C.-UIL Immigrati
Associazione Servizi e Consulenza al Cittadino
Rappresentante legale: Angelo Astuti
Indirizzo: Piazza Martiri di Vallerotonda, 10 03100 Frosinone

Cooperativa Sociale Ethica
Rappresentante legale: Salvatore D’Angiò
Indirizzo: Via del Carmine, 5 03043 Cassino

Caritas Diocesiana Frosinone-Veroli-Ferentino
Rappresentante legale: Mons. Ambrogio Spreafico
Indirizzo: Via Monti Lepini, 73 03100 Frosinone

Società Cooperativa Sociale “La Casa di Tom”
Rappresentante legale: Katia Risi
Indirizzo: Via Torino, 8 03043 Cassino<


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |10/10/2012|

Mese del Benessere Psicologico 1-31 Ottobre 2012. Consulenze e seminari gratuiti.

Il Mese del Benessere Psicologico è una campagna di sensibilizzazione e promozione della cultura del benessere della persona che punta a migliorare la qualità della vita.
Il Mese del Benessere Psicologico è realizzato grazie alla disponibilità di psicologi, liberi professionisti, i quali offrono consulenze e seminari gratuiti.
L’iniziativa nasce con l’obiettivo di :
Promuovere il Benessere Psicologico come valore fondante e ideale della qualità di vita di ciascuna persona, come fattore di crescita personale e di mantenimento dell’equilibrio dell’esistenza personale e sociale;
Informare sul ruolo dello psicologo e sulle sue funzioni nonché sull'esistenza di centri e studi sul territorio che erogano servizi clinici e di consulenza affinché si abbia un’alternativa al servizio pubblico;
Far conoscere il panorama delle professionalità che ruotano attorno al mondo della psicologia per sapere, a seconda dei casi, a chi sarebbe più opportuno rivolgersi (psichiatra, neurologo assistente sociale ecc).
Per informazioni su come prenotare è possibile chiamare il numero verde (dai fissi) 800766644 o il 3334027140 (dai cellulari) fino al 31 ottobre dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 18 oppure consultare il sito www.mesebenesserepsicologico.it
Nel volantino allegato sono indicati gli psicologi aderenti al MBP2012 ed è presente l'elenco dei seminari (con prenotazione obbligatoria) previsti sino al 27 ottobre 2012 per la Provincia di Frosinone e Latina.


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |26/09/2012|

Corso di formazione "Strutture per minori e sfida educativa" . Casamari 5 e 6 ottobre 2012.

La Fondazione internazionale "Il Giardino delle rose blu" ONLUS, in collaborazione con CISPeF ONLUS organizza il corso di formazione "Strutture per minori e sfida educativa". Il corso è rivolto ad educatori professionali, operatori e responsabili impegnati in strutture residenziali, studenti universitari, operatori socio assistenziali e volontari.
Al termine del corso a tutti i partecipanti verrà rilasciato l'attestato di frequenza.
Il corso si terrà a Casamari presso le Suore Cistercenzi della Carità in via S. Maria 24.
La quota di partecipazione comprensiva del libro di D'Onofrio - Trani "Minori in comunità", è di 60,00 euro e di 90,00 euro comprensiva di vitto e alloggio.
Per informazioni relative al programma del corso consultare il documento allegato.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |01/03/2012|

Bonus bebè. Proroga scadenza per l'invio telematico dell'elenco beneficiari.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |14/02/2012|

BUR Lazio n. 6 del 14.02.2012 - Atti d'interesse per il Distretto Sociale B di Frosinone

Pubblicata sul BUR Lazio n. 6 del 14.02.2012 - Parte Prima (pagg. 143/145), la Determinazione dirigenziale 17 novembre 2011 n. 8723, recante ad oggetto "Contributi al Comune di Roma e ai comuni capofila dei Distretti socio-sanitari del Lazio per l'erogazione delle provvidenze economiche a favore delle persone con sofferenza psichica. Legge regionale 49/83 art.8 regolamento regionale n.1/2000. Spesa di euro 6.000.000,00 di cui euro 2.000.000,00 sul capitolo H41131 e euro 4.000.000,00 sul capitolo H41504. Esercizio finanziario 2011".
Al nostro Distretto è stato assegnato un contributo di euro 196.175,62.

Pubblicata sul BUR Lazio n. 6 del 14.02.2012 - Supplemento ordinario n. 8 (pagg. 242/247), la Determinazione dirigenziale 1 dicembre 2011 n. 9207, recante ad oggetto "Attuazione Deliberazione Giunta regionale 6 maggio 2011, n. 202, lettera D.1. Strutture residenziali per anziani. Impegno euro 1.200.000,00 cap. H41504 e euro 1.200.000,00 cap. H41131. Esercizio finanziario 2011".
L'atto ammette a finanziamento l'IPAB Ferrari di Ceprano, con un contributo di importo pari a euro 65.571,26.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |13/02/2012|

Bur Lazio n. 5 del 07.02.2012 - Suppl. Ord. n. 6 – Registro regionale associazionismo

Pubblicato sul Bur Lazio n. 5 dello scorso 7 febbraio, Supplemento ordinario n. 6, alle pagg. 116 e seguenti, la Determinazione del Direttore 29 dicembre 2011, n. 10120 recante ad oggetto “Legge regionale n. 22/1999, art. 9, comma 4. Pubblicazione del Registro regionale dell’Associazionismo”.
In allegato il file relativo al Registro regionale dell'associazionismo del Lazio, aggiornato al 31.12.2011, reperito su www.socialelazio.it


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |13/02/2012|

BUR Lazio n. 5 del 07.02.2012 - Suppl. Ord. n. 6 - Aggiornamento Registro Enti che operano a favore dei cittadini stranieri immigrati

DIREZIONE REGIONALE POLITICHE SOCIALI E FAMIGLIA - DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE 22 dicembre 2011, n. 9849.
Aggiornamento del «Registro delle Associazioni degli Enti e degli Organismi che operano a favore dei cittadini stranieri immigrati». Legge regionale n. 10/08, art. 27 e deliberazione Giunta regionale n. 213/2010.
L'elenco è stato pubblicato sul BUR Lazio n. 5 del 07.02.2012 - Suppl. Ord. n. 6, pagg. 111/115. In allegato si riporta copia della Determinazione in oggetto e del relativo Registro.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |30/01/2012|

BUR Lazio n. 4 del 28.01.2012 - Aggiornamento del «Registro delle Associazioni che operano a favore degli Emigrati»

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE 22 dicembre 2011, n. 9848: Aggiornamento del «Registro delle Associazioni che operano a favore degli Emigrati»: pubblicazione dell’elenco degli organismi associativi. Legge regionale 23/2003.
L'atto è pubblicato sul BUR Lazio n. 4 del 28.01.2012, alle pagg. 136/142. In allegato è posta una copia.


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |23/01/2012|

Al via il progetto distrettuale “A dopo… scuola di italiano”.

Nell’ambito del progetto distrettuale denominato “A dopo… scuola d’italiano” hanno avuto inizio, nella giornata odierna, le lezioni di lingua italiana per studenti stranieri iscritti e frequentanti le scuole primarie e medie inferiori nei Comuni di Frosinone, Boville Ernica, Veroli, Supino e Morolo.
Il progetto di doposcuola nasce dalla volontà di attuare un’opera di prevenzione ai gravi problemi scolastici che, con sempre maggiore frequenza, si riscontrano tra i ragazzi stranieri, sia nella scuola primaria che media inferiore soprattutto a causa della scarsa conoscenza della lingua italiana.
Pertanto gli obiettivi specifici del progetto sono:
- Diffondere la conoscenza della lingua italiana;
- Sostenere bambini e ragazzi nel percorso scolastico;
- Fornire un supporto educativo e didattico nello svolgimento dei compiti assegnati a scuola favorendo la socializzazione e l’integrazione tra bambini e ragazzi da paesi e contesti diversi;
- Ridurre la dispersione scolastica degli alunni stranieri.
Le lezioni, modulate tenendo conto del grado di conoscenza della lingua italiana e dei compiti assegnati a ciascun alunno partecipante, si svolgeranno secondo il seguente calendario:

Frosinone : Martedì e Venerdì dalle ore 16:15 alle ore 18:15
Boville Ernica : Martedì e Giovedì dalle ore 13:30 alle ore 15:00
Veroli : Lunedì e Mercoledì dalle ore 14:30 alle ore 16:00
Supino : Venerdì dalle ore 15:00 alle 18:00
Morolo : Venerdì dalle ore 15:00 alle 18:00
Per ulteriori informazioni è possibile contattare:
Dott. Luciano Minotti – Responsabile Amministrativo Distretto Sociale B Tel: 0775/265266
Dott.ssa Fiorenza Brignola – Sociologa Comune di Frosinone Tel: 0775/265260


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |23/01/2012|

Comunicazione relativa alla sospensione dell'attivazione dei progetti del servizio civile.

Si pubblica l'avviso del direttore vicario dell'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, Paolo Molinari, in merito alla sospensione dell'attivazione dei progetti del Servizio Civile.
Avviso agli enti e ai volontari di SCN: Sospensione dell'attivazione dei progetti - Bandi pubblicati il 20/09/2011. (19-01-2012)
Con l'ordinanza n. 15243/11RG del 9/1/2012, il Tribunale di Milano -sez lavoro- ha dichiarato discriminatoria la limitazione prevista dall'art. 3 del "Bando per la selezione di 10.481 volontari da impiegare in progetti di servizio civile in Italia e all'estero" pubblicato il 20/09/2011, nella parte in cui chiede il possesso della cittadinanza italiana quale requisito di ammissione allo svolgimento del Servizio Civile Nazionale. Con la stessa decisione il giudice ha ordinato alla PCM - UNSC di sospendere le procedure di selezione, di modificare il bando nella parte in cui richiede il requisito della cittadinanza consentendo l'accesso anche agli stranieri soggiornanti regolarmente in Italia e di fissare un nuovo termine per la presentazione delle domande.
Pertanto, in esecuzione alla citata ordinanza l'avvio al Servizio Civile Nazionale è sospeso con effetto immediato per tutti i volontari selezionati per i progetti inseriti sia nel bando nazionale di 10.481 volontari, sia nei bandi regionali e delle Province autonome contestualmente emanati dall'Ufficio per i quali è previsto il medesimo requisito della cittadinanza italiana in conformità con quanto disposto dall'art. 5 della legge 64/2001 e dall'art. 3 del DLgs 77/2002.
Sono altresì sospese tutte le attività di cui all'avviso del 15 novembre 2011 (vds Procedura lett. c), relative al rilascio del nulla osta da parte dell'Ufficio ed all'invio delle graduatorie da parte degli enti.
Sarà cura di quest'Ufficio comunicare con successivi "Avvisi" l'evolversi della vicenda in relazione agli esiti della richiesta urgente della sospensione degli effetti dell'ordinanza in argomento e dell'appello presentato avverso la suddetta ordinanza.
Si assicura fin da ora che l'Ufficio adotterà tutte le misure ritenute più opportune al fine di limitare i disagi agli enti ed ai giovani derivanti dalla situazione venutasi a determinare con la pronuncia giurisdizionale in argomento.

Roma, 19 gennaio 2012

IL DIRETTORE VICARIO
Dott. Paolo MOLINARI


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |12/01/2012|

Fondi ai Comuni per fronteggiare le emergenze socio-assistenziali del 2011.

Con Determinazioni B8716 del 17/11/2011 e B8663 del 16/11/2011, non ancora pubblicate sul B.U.R. Lazio, sono state approvate le richieste di contributo rispettivamente di Roma Capitale e degli altri comuni del Lazio per fronteggiare le emergenze socio-assistenziali verificatesi nel corso del 2011.
I comuni del Distretto Sociale B interessati dal provvedimento sono: Giuliano di Roma, Boville Ernica, Torrice, Villa Santo Stefano, Vallecorsa, Ripi e Pofi.
In allegato il testo della Determinazione B8663 del 16/11/2011 relativa ai contributi ai Comuni.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |14/12/2011|

Integrazione socio-sanitaria. Concorso finanziario della Regione Lazio alle spese dei Comuni per il 2010.

La Regione Lazio ha effettuato il riparto ai Comuni delle risorse 2010 per il concorso finanziario agli oneri sostenuti per varie attività di integrazione socio-sanitaria, in particolare:
Determinazione B8704/2011 per la partecipazione alla spesa per le attività riabilitative erogate in modalità di mantenimento - regime residenziale e semiresidenziale;
Determinazione B8705/2011 per la partecipazione alla spesa per le residenze sanitarie-assistenziali (RSA). Fonte: www.socialelazio.it


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |19/10/2011|

Regione Lazio: "approvato nuovo regolamento provvidenze disagiati psichici".

La giunta regionale del Lazio, presieduta da Renata Polverini, ha approvato il 'Regolamento regionale per l'erogazione delle provvidenze economiche in favore delle persone con disagio psichico'.
"Con questa delibera - spiega l'assessore Forte - apportiamo delle modifiche di carattere eminentemente tecnico al precedente regolamento, ma che determineranno importanti benefici e maggiori garanzie per i malati psichici e i loro familiari".
Il nuovo regolamento garantisce una maggiore e più equa rappresentatività dei bisogni dei malati psichici che vivono nei diversi territori del singolo distretto socio-sanitario. "Finora - dichiara Forte - si è registrato un certo disequilibrio nell'attivazione dei servizi all'interno dei singoli distretti socio-sanitari.
Nel nuovo regolamento indichiamo che l'assistente sociale non può essere un dipendente del Comune sede del distretto, ma deve essere espressione di tutti i territori che ne fanno parte".
Altra modifica riguarda direttamente l'erogazione delle provvidenze economiche in favore dei malati psichici. I soggetti responsabili non saranno più le Asl, ma i contributi verranno erogati direttamente dai Comuni capofila. "Parliamo di contributi - aggiunge Forte - che ancora costituiscono un fondo a sé, slegato dalla programmazione socio-assistenziale sul territorio.
Spostando le competenze in capo ai Comuni, invece, compiamo un passo verso l'inserimento di questo specifico finanziamento all'interno dei piani di zona. Un passo, quindi, verso una maggiore integrazione con gli altri interventi pianificati a livello distrettuale. Senza trascurare che avviciniamo maggiormente alle persone servizi la cui natura è prettamente sociale".
Infine, il nuovo regolamento converte in euro gli importi degli emolumenti economici che nel precedente erano ancora espressi in lire. "Si tratta - conclude Forte - di una modifica che potrebbe sembrare di poco conto. In realtà, credo sia un segnale importante della nostra attenzione sulle problematiche legate al disagio psichico, per troppo tempo trascurate.
E che, invece, nel Lazio costituiscono il bisogno sociale che ha registrato l'aumento maggiore negli ultimi anni".

Fonte: http://www.regione.lazio.it/politiche_sociali_famiglia/news_dettaglio.php


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |19/09/2011|

Frosinone. Ripartono le attività al Centro RED c/o Centro polivalente - viale mazzini.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |12/09/2011|

Modifiche alla L.R. 16 giugno 1980, n. 59 recante "Norme sugli asili nido".


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |12/09/2011|

L.R. 29/2004, n. 6. "Disposizioni in favore dei piccoli comuni del Lazio per le emergenze socio-assistenziali". Sostituzione all A - DGR 360/2007.

La Regione Lazio ai sensi della Deliberazione di Giunta Regionale n. 373 del 02.09.2011, di prossima pubblicazione sul BURL, ha stabilito:
- di sostituire l'allegato A della DGR 360/2007 con il nuovo testo recante "Definizione delle tipologie di emergenza socio-assistenziale e dei criteri e delle modalità per la concessione dei contributi di cui alla legge regionale 29 aprile 2004, n. 6";
- di derogare al termine previsto per la rendicontazione delle spese di cui al punto 5 dell'Allegato A, stabilendo che i Comuni che hanno ricevuto il finanziamento regionale negli anni 2008, 2009 e 2010 devono presentare il rendiconto della spesa effettuata, ai sensi della L.R. 06/2004, entro 90 giorni dalla data di pubblicazione sul BURL della deliberazione n. 373 del 02.09.2011.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |09/08/2011|

Registro delle Associazioni degli Enti e degli Organismi che operano a favore dei cittadini stranieri immigrati L.R. 10/2008.

Il Direttore della Direzione Regionale Politiche Sociali e Famiglia, dr. R. De Filippis, in considerazione della Determinazione n. B6412/2011 “Costituzione e pubblicazione del Registro delle Associazioni degli Enti e degli Organismi che operano a favore dei cittadini stranieri immigrati. L.R. 10/2008, art. 27. Attuazione DGR n. 213/2010”, rende noto che il “Registro delle Associazioni degli Enti e degli Organismi che operano a favore dei cittadini stranieri immigrati” viene pubblicato sul sito della Regione Lazio www.regione.lazio.it (sezioni “Pubblicità Legale” e “Politiche Sociali”).


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |09/08/2011|

Registro delle Associazioni che operano a favore degli Emigrati. L.R. 23/2003.

Il direttore della Direzione regionale Politiche Sociali e Famiglia, dr. R. De Filippis, in considerazione della Determinazione n. B6412/2011 “Gestione del Registro delle Associazioni che operano a favore degli Emigrati: pubblicazione dell'elenco degli organismi associativi: revisione ed aggiornamento. L.R. 23/2003” rende noto che il Registro, rivisto e aggiornato, viene pubblicato sul sito della Regione Lazio www.regione.lazio.it (sezioni “Pubblicità Legale” e “Politiche Sociali”).


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |21/07/2011|

28 LUGLIO A FIUGGI LA PRIMA CONFERENZA REGIONALE SULLA FAMIGLIA

Giovedì 28 luglio, presso il Teatro delle Fonti di Fiuggi Terme, a partire dalle ore 11, si svolgerà la prima Conferenza regionale sulla famiglia. Un evento organizzato dall'Assessorato Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio. Una giornata nella quale famiglie e istituzioni si incontreranno per approfondire insieme le numerose tematiche che interessano l'infanzia e la genitorialità, nonché le politiche regionali in loro favore a partire dal primo Piano famiglia della Regione Lazio, che sarà opportunamente illustrato dagli addetti ai lavori. Si allega l'invito relativo alla manifestazione in oggetto.


stampa Stampa | Invia articolo
Comune : notizia |22/06/2011|

COLLEGE ESTIVI 2011 PER BAMBINI E RAGAZZI CEPRANO – CENTRO SPORTIVO LA VIGNOLA 27 GIUGNO – 31 LUGLIO 2011

La Cooperativa Sociale ALTRI COLORI ex Finisterrae organizza quest’anno i COLLEGE ESTIVI per i bambini e ragazzi di CEPRANO di età compresa tra i 5 e i 12 anni. Le attività ludiche verranno svolte presso il Centro Sportivo LA VIGNOLA, con programmi settimanali ricchi e stimolanti. I partecipanti potranno fare delle esperienze sociali, educative, ricreative di gruppo che difficilmente si vivono in altri ambiti quali la scuola o le convenzionali strutture per il tempo libero.
Il personale impiegato per lo svolgimento delle attività è composto da operatori, ludotecari e animatori con esperienza pluriennale in attività rivolte ai minori, con competenze diverse nel campo dell’arte, della didattica, della musica, del teatro, delle attività sportive, animazione, ecc.
UN PO’ D’INFORMAZIONI:

QUANDO:
Tutte le settimane dal 27 Giugno al 29 Luglio
DOVE:
Presso il Centro Sportivo LA VIGNOLA - Ceprano
COSA:
• Ludolimpiadi e gioco-sport presso il Campo CONI “B. Zauli”
• Attività in piscina
• Attività all’aperto
• Attività ludico ricreative, gioco libero e organizzato
• Laboratori artistici e creativi
• Momenti di relax e aggregazione
COSTI:
• Iscrizione € 10,00 (compresa l′assicurazione)
• Full-Time (Lun-Ven ore 9:00-17:00) € 65,00 a settimana
PASTI:
Al sacco oppure € 5,00

Per info: 335.1201567 - mail: simona@coopfinistererae.it


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |21/06/2011|

Regione Lazio: 60 milioni di investimenti per il “Piano famiglia”.

La Regione Lazio ha presentato un programma di investimenti per i servizi sociali pari a complessivi 60 milioni. Il programma denominato “Piano famiglia” prevede principalmente i seguenti interventi:

• 18,6 milioni per il progetto “Mille asili”, che prevede formule di investimento “innovative” che puntano al coinvolgimento dei privati e al recupero di immobili esistenti, per velocizzare i tempi di realizzazione di nuovi asili;
• 15 milioni per l’abbattimento delle tariffe degli asili nido comunali e convenzionati;
• 12 milioni per il bonus bebè, del valore di 500 euro destinato a ogni bimbo nato nel 2011 in famiglie con reddito “Isee” uguale o inferiore a 20 mila euro, per un numero che è stato stimato in circa 25 mila neonati;
• 6 milioni per istituzionalizzare il servizio delle “Tagersmutter”, le “mamme di giorno”, alternativo agli asili nido, con educatrici formate che accudiscono uno o più bambini in casa loro: sarà esteso a tutto il Lazio.

Per ulteriori informazioni consultare il link : www.regione.lazio.it/politiche_sociali_famiglia/


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |14/06/2011|

Attivazione Sportello itinerante per stranieri ... ed italiani.

Attivato presso i Comuni di Ferentino, Ceprano, Ceccano, Amaseno e presso la ASL di Frosinone (Servizio Multietnico), lo “Sportello Itinerante per stranieri … ed italiani”. Lo Sportello offre:

- Informazione ed aiuto nella compilazione di moduli per pratiche quali permessi di soggiorno,cittadinanza, carta di soggiorno, iscrizione scolastica, ricongiungimento familiare, nullaosta per lavoro subordinato.
- Servizio di prima accoglienza e ascolto.
- Orientamento legale e giuridico.
- Orientamento su servizi in rete con ASL, Servizi Sociali, Questura, Prefettura, Ufficio Scolastico Regionale, Enti locali, Centri per l’Impiego, ecc.

Tutti gli utenti interessati a fruire dei suddetti servizi potranno recarsi presso lo Sportello nei seguenti giorni e in base ai seguenti orari :

Comune di Ferentino: Piazza Matteotti, 1 – Martedì dalle 08,30 alle 12,30.
Comune di Ceprano: Corso della Repubblica, 1 c/o Uff. URP – Martedì dalle 15,00 alle 18,00.
Comune di Ceccano: Piazza Municipio, 1 – Mercoledì dalle 08,30 alle 12,30.
Comune di Amaseno: Viale Umberto, I – Lunedì dalle 09,00 alle 12,30.
ASL di Frosinone (Servizio Multietnico): Via Armando Fabi, snc – Venerdì dalle 08,30 alle 10,30.

Per ulteriori informazioni contattare:

Associazione Servizi e Consulenza al Cittadino A.S.C.C. Immigrati
Piazza Martiri di Vallerotonda 10 – 03100 Frosinone
Fax 0775 856644 Cell. 328 3362128


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |25/05/2011|

Comunicato Distretto: DGR n. 202/2011 (BUR Lazio n. 19 del 21/05/2011): scadenza per la presentazione dei progetti di esclusiva pertinenza comunale

Con la D.G.R. n. 202/2011 "Piano di utilizzazione annuale 2011 degli stanziamenti per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali. Approvazione documento concernente Linee guida ai Comuni per l’utilizzazione delle risorse per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali", la Regione Lazio ha fissato la scadenza per la presentazione dei progetti, da parte dei singoli Comuni, nel termine di giorni 30 dalla pubblicazione sul BURL del citato atto, avvenuta il 21/05/2011.
Le possibili fonti di finanziamento regionale per il corrente esercizio finanziario (2011), riguardano queste tipologie di interventi di esclusiva pertinenza comunale:
- Strutture residenziali per anziani;
- Mensa sociale ed accoglienza notturna, di cui all’art. 25 della l.r. 38/1996;
- Progetti comunali di interesse regionale e/o di rilevante interesse sociale.
Per maggiori informazioni, la D.G.R. n. 202/2011, può essere consultata o "scaricata" dal sito della Regione Lazio (dalla home page - menù a sinistra - sezione Bollettino Ufficiale; cliccare su Formato grafico - Parti I e II e selezionare per la ricerca il Bollettino n. 19 del 21/05/2011). La DGR in oggetto è contenuta nelle pagg. 102/140; gli interventi e servizi gestiti direttamente dai Comuni, per i quali richiedere i finanziamenti, sono indicati alle pagg. 114/120.
In allegato la nota del Comune di Frosinone - Capofila del Distretto che informa su questa importante scadenza di interesse comunale. La lettera è in corso di trasmissione, a mezzo fax, ai singoli Comuni del Distretto.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |23/05/2011|

BUR Lazio n. 19 del 21.05.2011 - Pubblicazione delle Linee Guida per la presentazione del Piano di Zona e dei Piani distrettuali di intervento

E' stata pubblicata sul BUR Lazio n. 19 dello scorso 21 maggio, la Deliberazione della Giunta Regionale 6 maggio 2011, n. 202 recante ad oggetto: Piano di utilizzazione annuale 2011 degli stanziamenti per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali. Approvazione documento concernente "Linee guida ai comuni per l'utilizzazione delle risorse per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali".
Il BUR Lazio contenente la DGR in oggetto (alle pagg. 102/140) è consultabile o "scaricabile" dal sito web della Regione Lazio (dalla home page - menù a sinistra - sezione Bollettino Ufficiale; cliccare quindi su: formato grafico - parte I e II e selezionare n. e data del BUR ricercato).
Il documento costituisce il punto di riferimento per la predisposizione del Piano di Zona e dei Piani di intervento tematici (lotta alla droga, affido familiare, piccoli comuni, non autosufficienza) da parte dei Distretti sociali laziali; la scadenza di presentazione è fissata al 15 ottobre.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |23/05/2011|

BUR Lazio n. 19 del 21.05.2011 – Contributi ai Comuni del Lazio per la gestione degli asili nido.

E' stata pubblicata sul BUR Lazio n. 19 dello scorso 21 maggio, la Determinazione del Direttore 9 marzo 2011, n. 1696, relativa a “Legge regionale 59/1980. Contributo di gestione per gli asili nido. Spesa di Euro 7.500.000,00, capitolo H41514, esercizio finanziario 2011”.
Il documento fissa i contributi sulla base dei criteri della DGR n. 703/2003, confermati dalla DGR n. 396/2004.
Per il nostro Distretto sono stati impegnate e liquidate le somme di seguito riportate, in favore di 7 Comuni:
Amaseno € 16.625,00
Boville Ernica € 19.875,00
Ceprano € 23.125,00
Ferentino € 25.969,00
Frosinone 138.908,00
Ripi € 19.469,00
Veroli € 30.438,00
Il BUR Lazio contenente la Determinazione n. 1696/2011 (alle pagg. 183/192) è consultabile o "scaricabile" dal sito web della Regione Lazio (dalla home page - menù a sinistra - sezione Bollettino Ufficiale; cliccare quindi su: formato grafico - parte I e II e selezionare n. e data del BUR ricercato).


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |19/04/2011|

Nuova apertura servizio distrettuale Centro per la Famiglia / Mediazione Familiare.

Si comunica che , con decorrenza 11.04.2011 è nuovamente attivo il servizio distrettuale denominato Centro per la Famiglia / Mediazione Familiare. Il Centro, situato a Frosinone in Via Mascagni c/o la Deleg. Scalo, 2° piano,è gestito dalla Coop. Soc. e di Lavoro OSA ed è aperto dal Lunedì al Sabato secondo i seguenti orari :

Lunedì - Martedì 09:00 - 13:00 15:00 – 17:00
Mercoledì 09:00 – 13:00 15:00 – 19:00
Giovedì 09:00 – 13:00 15:00 – 18:00
Venerdì 09:00 – 13:00 15:00 – 17:00
Sabato 10:00 12:00

Per informazioni è possibile contattare il Centro al Tel./Fax: 0775/265715 o inviando e-mail a: mediazione_familiare@libero.it

I SERVIZI DEL CENTRO

Accoglienza: attua preliminarmente un'attività di ascolto, analisi e orientamento dell'utente che telefonicamente o personalmente si rivolge al Centro.
Mediazione familiare: strumento per aiutare i coniugi o i conviventi a gestire l'evento critico della separazione e del divorzio, finalizzato a sostenere la ricerca di accordi soddisfacenti e durevoli all'interno di un progetto genitoriale condiviso.
Sostegno alla genitorialità: intervento finalizzato a fornire ai genitori risposte concrete ai bisogni che emergono nella vita di tutti i giorni, un luogo dove la famiglia può portare i suoi problemi e le sue "normali" crisi evolutive e non patologiche.
Counseling individuale, di coppia, familiare: azione di sostegno clinico per aiutare una persona o più persone, siano esse parte di un sottosistema come la coppia, o un sistema più grande come la famiglia, nel superare un empasse in un processo decisionale. Il counseling familiare si differenzia dal sostegno alla genitorialità in quanto può implicare i l coinvolgimento dell'intera famiglia.
Consulenza legale: svolta da un legale esperto in diritto di famiglia in grado di offrire all'utenza le più qualificate informazioni sugli aspetti legali relativi alla separazione coniugale, al divorzio e alla separazione di fatto per le coppie conviventi.


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |11/04/2011|

Corso E.C.M. per educatori professionali.

L'Associazione Nazionale Educatori Professionali (A.N.E.P.) - Sezione Regionale del Lazio ha indetto un corso su:
"Il core competence dell’educatore professionale: dai bisogni prioritari di salute alla declinazione dei compiti professionali."
L'impostazione didattica e gli argomenti trattati sono il frutto di un progetto di ricerca dell'ANEP durato oltre due anni. Esso ha approfondito e sviluppato il profilo, le funzioni, le attività e le competenze dell'educatore professionale, in coerenza con i problemi prioritari socio-sanitari della popolazione di riferimento.
Per informazioni:
Dott.ssa Agnese Orlacchio
Consigliere Nazionale ANEP con delega alla formazione ECM
CELL. 3479211047


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |30/03/2011|

Progetto VO.LA. Promozione Voucher Lavoro Accessorio

Con il progetto VO.LA la Regione Lazio rimborsa ai datori di lavoro il costo di un voucher per lavoro accessorio ogni 10 acquistati. Il contributo è riservato ai datori di lavoro che acquistano (o hanno già acquistato) voucher da utilizzare in attività dei settori:
- commercio
- agricoltura
- turismo
- servizi alla famiglia
La promozione all'utilizzo dei voucher è una delle strategie della Regione Lazio finalizzata all'emersione dal lavoro irregolare e per supportare i giovani nella costruzione di un futuro previdenziale. Infatti, il voucher da 10 euro corrisponde a 7,50 euro di compenso per la prestazione e 2,50 euro di contributi assicurativi INAIL e previdenziali INPS.
Il progetto VO.LA prevede un contributo del valore di 1 voucher, pari a 10 €, ogni 10 acquistati da datori di lavoro che utilizzano lavoratori residenti/domiciliati nella Regione.
Destinatari dell'iniziativa

Possono presentare richiesta di concessione dei contributi:
a) committenti costituiti nella forma di impresa con sede legale nella regione Lazio alla data di pubblicazione del presente avviso;
b) committenti intesi come privati cittadini con residenza o domicilio nella regione Lazio alla data di pubblicazione del presente avviso.
Ogni domanda può far riferimento ad un unico acquisto di voucher, per via cartacea o telematica, in un singolo giorno. Gli acquisti possono consistere di uno o più pacchetti di voucher.
Ogni commettente può presentare più domande in riferimento ad ogni acquisto, in un singolo giorno, di uno o più pacchetti di voucher in formato cartaceo o telematico.
Le domande dovranno pervenire all'indirizzo mail vola@regione.lazio.it o in caso di spedizione con raccomandata A/R o di consegna a mano all'indirizzo di :

Agenzia Regionale Lazio Lavoro Viale del Caravaggio, 99 - 00147 Roma.
Ricorda: i contributi regionali sono riservati ai datori di lavoro che acquistano (o hanno già acquistato) voucher a partire dal 21 dicembre 2010. Le domande possono essere inviate fino al 31 dicembre 2011.
La Regione mette a disposizione un set informativo e di assistenza operativa composto da:
scheda informativa sintetica
pagina informativa VO.LA sul Portale regionale lavoro;
modulistica on line editabile e inviabile via mail;
indirizzo email (vola@regione.lazio.it) a cui inviare la domanda e/o porre dei quesiti sulle modalità di compilazione e lo stato delle istruttorie.

Fonte: http://www.regione.lazio.it/portalavoro/bandi


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |29/03/2011|

INPS: assegno per il nucleo familiare e assegno di maternità concessi dai Comuni.

L’INPS, con circolare n. 56 del 23 marzo 2011, comunica i nuovi importi delle prestazioni sociali e dei limiti di reddito - validi per l'anno 2011 - relativamente all'assegno per il nucleo familiare e all'assegno di maternità concessi dai Comuni.


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |15/03/2011|

PER TE DONNA - Dal 21 al 26 marzo 2011 prevenzione gratuita a tutte le età.

La Provincia di Frosinone e l'ASL di Frosinone organizzano "Per te donna" Settimana della prevenzione.
Ti attendiamo in tutti i Consultori della Provincia dal 21 al 26 marzo 2011.
Prevenzione gratuita a tutte le età.
Pap test, visite ginecologiche, autopalpazione del seno, consulenze.
Vi accoglieranno ginecologi, ostetriche, infermieri.
Fonte: www.provincia.fr.it


stampa Stampa | Invia articolo
Comune : notizia |17/02/2011|

CLOWN IN CORSIA PRESSO L’OSPEDALE F. SPAZIANI DI FROSINONE 21 febbraio 2011 ore 10.30.

Lunedì 21 Febbraio alle ore 10:30 avrà luogo l’inaugurazione del progetto finanziato dalla Regione Lazio denominato "Clown in corsia". L' Associazione culturale "L'Aquilone" di Frosinone, titolare del progetto, dal 1999 progetta e gestisce servizi rivolti ai minori e in particolare ai minori svantaggiati, siano essi ricoverati all’interno di Reparti pediatrici, oppure i cui genitori sono detenuti presso istituti penitenziari, o ancora residenti in quartieri a rischio, ecc.
Per quanto riguarda in particolare gli ambienti ospedalieri l’Aquilone, sposando in pieno i concetti e le modalità operative proprie del clown in Ospedale e della terapia del gioco, investe molto sull’umanizzazione dei Reparti Pediatrici e sulla formazione continua del proprio personale educativo.
Con il contributo destinato alla realizzazione del progetto, concesso non con i fondi destinati alla sanità del Lazio già oberata di problemi e difficoltà, si è deciso di organizzare una serie di interventi di terapia del sorriso per i piccoli degenti del Reparto pediatrico in compagnia di clown e animatori, durante l’orario pomeridiano fino all’estate 2011.
All'inaugurazione sarano presenti il Consigliere Regionale con delega alla Sanità Alessandra Mandarelli, il Direttore Generale dell’ASL di Frosinone Dr. Carlo Mirabella, il Primario del Reparto di Pediatria Dr. Luigi Di Ruzza.
Per informazioni:
Pietro Noce – Presidente dell’Associazione Culturale L’Aquilone – 335.1201565 –
pietro@coopfinisterrae.it


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |09/02/2011|

Convocazione Assemblea dei Sindaci del Distretto Sociale "B".

Ai Sindaci dei Comuni del Distretto Sociale “B” Oggetto: Ufficio di Piano del Distretto Sociale “B” - Procedura per la costituzione di un ufficio stabile. Con riferimento alla nota di pari oggetto prot. n. 863, del 10.01.2011, è convocata l’Assemblea dei Sindaci dell’Accordo di Programma, per il giorno 11.02.2011, alle ore 10.30, presso l’Auditorium Comunale (Campo Coni). Il Dr. Vincenzo Giannotti, Dirigente del Settore Personale di questo Comune, provvederà a fornire indicazioni tecniche riguardo alle procedure che ogni Comune dovrà attivare a garanzia del funzionamento dell’Ufficio di Piano. Si suggerisce, altresì, la presenza di referenti tecnici dei Vostri Comuni. Considerata l’importanza e l’urgenza del tema da trattare, si prega vivamente di non mancare. F.to Il Presidente Distretto Sociale “B” Massimo Calicchia


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |03/02/2011|

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER NON AUTOSUFFICIENTI - L.R. 20/2006.

Si comunica, ai Sindaci e agli operatori del settore Servizi Sociali dei Comuni del Distretto Sociale "B", che con decorrenza 07/02/2011, sarà riavviato il servizio di assistenza domiciliare per non autosufficienti in favore degli utenti già in carico relativamente alla graduatoria del secondo semestre 2008.


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |07/01/2011|

DGR 560/2008 lett. B), punto 5, lett. b). Fondo per l’attuazione del piano socio assistenziale regionale.

La Regione Lazio con la DGR 25 luglio 2008, n. 560 lett. B), punto 5, lett. b) ha stabilito di destinare, per l’esercizio finanziario 2010, in favore di alcuni Comuni del Distretto Sociale B, che hanno presentato i relativi progetti, la somma complessiva di euro 433.390,00 suddivisa secondo la tabella allegata.
La Regione ha peraltro stabilito che la liquidazione delle risorse per la gestione di gruppi appartamento per minori, anche in riferimento alla gestione di strutture residenziali di accoglienza temporanea in semiautonomia di cui alla DGR 498/2006, è subordinata alla presentazione da parte dei Comuni della relativa autorizzazione all’apertura ed al funzionamento ai sensi della l.r. 41/2003.


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |07/01/2011|

DGR 560/2008 lett. E. Erogazione da parte dei comuni dei servizi di mensa sociale e accoglienza notturna. Es. fin. 2010.

La Regione Lazio con la DGR 25 luglio 2008, n. 560 ha stabilito di destinare per ciascuno degli esercizi finanziari 2008, 2009, 2010 la somma di € 3.500.000,00, finalizzata all’erogazione da parte dei Comuni del Lazio dei servizi di mensa sociale ed accoglienza notturna.
Per l’esercizio finanziario 2010 con Determinazione Dirigenziale n. B5379 del 02.11.2010 è stata impegnata, in favore di alcuni Comuni del Distretto Sociale B,che hanno presentato i relativi progetti, la somma di euro 190.768,20 suddivisa secondo la tabella allegata.
La Regione ha peraltro stabilito che l’erogazione delle somme impegnate sia subordinata ad una integrazione della documentazione prevista, più precisamente nella rimodulazione dei progetti sulla base delle somme riportate nella citata tabella, ed assegnate ad ogni Comune.
I Comuni dovranno quindi trasmettere (entro e non oltre il 30° giorno dalla ricezione della nota di assegnazione dei contributi) la documentazione richiesta al fine dell’emissione del mandato.
I progetti rimodulati dovranno essere inviati al seguente indirizzo:

Regione Lazio Dipartimento Sociale
Direzione Regionale Servizi Sociali e Famiglia
Area Inclusione Sociale
Viale del Caravaggio, 99 – 00147 Roma

La Regione Lazio ricorda infine che, a conclusione della realizzazione del progetto, ciascun Comune destinatario del finanziamento, dovrà trasmettere all’Area Inclusione Sociale una relazione dettagliata circa l’attuazione delle iniziative e una rendicontazione delle spese sostenute.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |07/01/2011|

Interventi regionali per l’assistenza familiare privata.

Con una nota dello scorso 29 dicembre l’Assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte, ha reso pubblica una delle novità apportate dall’ultima legge finanziaria, vale a dire l’istituzione presso l’assessorato del Registro regionale degli assistenti familiari.
“Si tratta di uno strumento – spiega l’assessore Forte – che, anche grazie ai prossimi corsi di formazione, ci permetterà di accrescere il livello qualitativo dell’assistenza domiciliare. L’iscrizione al Registro, infatti, sarà vincolata al possesso di requisiti minimi e specifiche competenze da parte degli assistenti e diverrà, quindi, garanzia della loro affidabilità professionale. Da parte loro, i familiari dei disabili, degli anziani o, più in generale, delle persone non autosufficienti, consultando gli elenchi che verranno creati nei vari comuni del Lazio, potranno scegliere quell’assistente che per caratteristiche ed esperienze meglio potrà rispondere alle esigenze dei propri cari”.
Il registro costituirà, quindi, un punto di incontro fra la domanda e l’offerta di assistenza privata nella nostra Regione e, favorendo l’emersione del lavoro nero, contribuirà a mettere ordine in una realtà in cui il sommerso è molto diffuso.
Per dare sostanza all’intervento sono previste altre azioni nel 2011, in particolare lo stanziamento di 15 milioni di euro per la sperimentazione di un voucher sociale rivolto agli anziani ultra75enni in condizioni di disagio economico, per favorire la permanenza nel loro contesto di vita. Il voucher consentirà l’acquisto di alcune prestazioni socio-assistenziali, per ricevere aiuto nella preparazione di pasti, nel mantenimento dell’igiene personale, nella pulizia della casa e negli spostamenti.


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |29/12/2010|

Avviso di aggiudicazione definitiva.

AVVISO DI AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA - Procedura per l’acquisizione in economia ai sensi dell’art. 125 D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. del servizio di assistenza domiciliare integrata in favore di soggetti non autosufficienti - CIG 0558481917. Si rende noto che il Comune di Frosinone, in qualità di capofila del Distretto Sociale “B”, con Det. Dir. 27.12.2010, n. 3217 ha provveduto all’aggiudicazione definitiva della gara in oggetto alla tariffa oraria di € 17,47, oltre IVA e oneri per la sicurezza, nei confronti della Coop. Soc. Kcs Caregiver, con sede in Via dell’Artigianato, 22 - 20041 Agrate Brianza (Milano). Il Dirigente Responsabile del Procedimento Dott.ssa Palmira Bruni


stampa Stampa | Invia articolo
Distretto "B" : notizia |01/12/2010|

Presentazione da parte del Distretto Sociale FR B dei documenti di programmazione distrettuale dei servizi e degli interventi socioassistenziali.

Pubblichiamo il "Piano di Zona triennio 2008/2010 - Aggiornamento 2010" che, ai sensi della Deliberazione della Giunta regionale 25 luglio 2008, n. 560 concernente “Piano di utilizzazione triennale 2008-2010 degli stanziamenti per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali”, è stato presentato al competente Assessorato alle Politiche Sociali – Direzione Servizi Sociali della Regione Lazio, lo scorso 30 novembre, per la necessaria approvazione.
Oltre all’aggiornamento del Piano di Zona per il 2010, il Distretto ha presentato gli altri documenti di programmazione dei servizi e degli interventi, relativi all’annualità 2010, la cui presentazione era fissata entro lo stesso termine (Piani distrettuali per “Non autosufficienza”, “Lotta alla droga”, “Affidamento familiare” e “Piccoli Comuni”).
Il “Piano di Zona – aggiornamento 2010” e il “Piano di Zona 2010 – Parte generale” con i relativi allegati, sono inoltre disponibili nella sezione “Piani di Zona” della Home page del portale distrettuale.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |08/11/2010|

Riparto ai Comuni delle risorse relative agli oneri sostenuti per la spesa per le R.S.A. Es. fin. 2010.

Con Determinazione Dirigenziale D3855 pubblicata nella sezione “Bandi” del sito Politiche Sociali e Famiglia, la Regione Lazio ha stabilito di impegnare e liquidare in favore dei Comuni del Distretto Sociale B (vedere allegato) le somme relative agli oneri sostenuti per la spesa di natura socio-assistenziale per le R.S.A. per l’anno 2009 a valere sull’esercizio finanziario 2010.
Le richieste dei Comuni afferenti il Distretto Sociale B ammontano a € 948.972,94. Il contributo regionale assegnato sarà invece ridotto proporzionalmente poiché la dotazione del capitolo regionale non presenta la necessaria disponibilità a soddisfare completamente le richieste dei Comuni.
La rimanente cifra verrà impegnata e liquidata con successiva determinazione dirigenziale quale contributo a saldo delle quote spettanti ai singoli Comuni per gli oneri relativi alla spesa di natura socio-assistenziale sostenuta per le R.S.A. nell’anno 2009 a valere sull’esercizio 2011.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |08/11/2010|

Programma di valorizzazione e incremento delle attività sociali, culturali e ricreative a favore dei Comuni con popolazione fino a 5000 abitanti.

La Giunta regionale del Lazio, con Deliberazione della Giunta regionale del 15 ottobre 2010, n. 460 pubblicata sul Supplemento ordinario n. 191 al BUR Lazio n. 41 del 06.11.2010, ha approvato ai sensi dell'art. 1 comma 13 della L.R. 14/2008, le modalità e i criteri (per la sola annualità 2010) per l’erogazione dei contributi per la valorizzazione delle attività sociali, culturali e ricreative a favore dei Comuni del Lazio con popolazione fino a 5000 abitanti.

Per ciascun progetto ( ciascun Comune potrà presentarne solo uno) il limite massimo del contributo regionale è di € 50.000,00.

Potranno essere ammesse a finanziamento le seguenti azioni:
1. Acquisto, anche parziale, di immobili da adibire a centri sociali, culturali e ricreativi, destinati a giovani, famiglie ed anziani. L’acquisto dovrà essere effettuato successivamente alla data di pubblicazione, sul BUR Lazio della citata deliberazione.

2. Manutenzione ordinaria e/o straordinaria su immobili da adibire a centri sociali, culturali e ricreativi, destinati a giovani, famiglie ed anziani, anche in collaborazione con associazioni e/o enti pubblici e/o enti privati.

3. Realizzazione di piccoli impianti sportivi anche in collaborazione con associazioni e/o enti pubblici e/o enti privati.

4. Allestimento e/o copertura di piccoli impianti sportivi di proprietà comunale o in concessione a associazioni sportive e/o enti pubblici e/o enti privati per una durata non inferiore a 5 anni, decorrenti dalla data di pubblicazione, sul BUR Lazio della citata deliberazione.

5. Eliminazione delle barriere architettoniche su edifici ad uso pubblico.

La popolazione residente dei Comuni è valutata alla data del 01/01/2009.


stampa Stampa | Invia articolo
Comune : notizia |08/11/2010|

Comune di Frosinone. Teatro Baby al Centro RED.

Si tratta di un corso pensato per i piccolissimi che vogliano passare un’ora di gioco creativo e scoprire il meraviglioso mondo d’emozioni e di immaginazione che ognuno ha dentro di sé.
Attraverso giochi di gruppo, esercizi di immaginazione, di mimesi con la natura e tanti altri, i bambini avranno modo di esprimere la loro creatività e di avvicinarsi all’arte del teatro.

PER INFORMAZIONI:

Orario Segreteria: tutti i giorni dalle ore 16:00 alle ore 19:00
Il Centro RED si trova a Frosinone in Viale Mazzini c/o Polivalente
Contatti:
Mail red@coopfinisterrae.it
Web www.redfrosinone.it
Tel. 347.5543418 (Segreteria)
Tel. 348.4933725 (Coordinatrice del Centro Costanza Amoruso)


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |18/10/2010|

Piccoli Comuni: 700mila euro per attività sociali e culturali.

In arrivo 700 mila euro dalla Regione Lazio per valorizzare e incrementare le attività sociali, culturali e ricreative dei piccoli comuni. E' stata approvata, dalla Regione lazio, la delibera che definisce i criteri per l’accesso ai contributi destinati ai comuni con meno di 5mila abitanti. Il provvedimento promuove lo sviluppo economico e sociale dei piccoli comuni con particolare attenzione a quelli che versano in condizione di marginalità e disagio sostenendo iniziative a favore di giovani e anziani, dai centri ricreativi agli impianti sportivi. Possono beneficiare dei fondi i Comuni del Lazio fino a 5mila abitanti per i quali l’importo massimo del contributo regionale sarà di 50mila euro. I progetti dovranno essere finalizzati: all’acquisto, o alla manutenzione ordinaria e straordinaria se già esistenti, di immobili da adibire a centri sociali, culturali e ricreativi; alla realizzazione, o l’allestimento e la copertura se già esistenti, di impianti sportivi di proprietà comunale o in concessione ad associazioni sportive ed enti pubblici e privati, per una durata non inferiore a cinque anni, come campi di bocce, pallacanestro, pallavolo, calcetto, piste di pattinaggio, circuiti ciclabili; eliminazione di barriere architettoniche su edifici ad uso pubblico.


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |18/10/2010|

Giunta: Borse di studio a figli lavoratori svantaggiati.

Borse di studio ai figli dei lavoratori svantaggiati in cassa integrazione o in mobilità. Il provvedimento è stato approvato dalla Giunta regionale del Lazio, riunita dal presidente Renata Polverini. La delibera, in conformità a quanto stabilito con l’assestamento di bilancio dell’agosto scorso, definisce i criteri per la concessione di borse di studio ai figli dei lavoratori in condizioni svantaggiate, con un fondo di 30mila euro.
“Si tratta – spiega l’assessore al Lavoro e Formazione, Mariella Zezza - di un primo intervento in forma sperimentale che, come già annunciato anche dal presidente Polverini, si tradurrà in un provvedimento legislativo strutturale e sistematico. Con questa misura la Regione Lazio, prima in Italia, promuove forme di welfare aziendale a beneficio delle famiglie”.
Possono accedere alle borse di studio, di importo pari a 300 euro, gli studenti delle scuole superiori con media scolastica superiore a 8/10 e dichiarazione Isee fino a 35mila euro, che siano figli di lavoratori in mobilità o cassa integrazione a zero ore da almeno sei mesi nell’ultimo anno. Infine, si rende noto che oggi è partito ufficialmente presso l’Assessorato al Lavoro e Formazione il tavolo sul welfare famigliare nel quale vengono stabilite quali misure verranno adottate in favore delle famiglie delle lavoratrici e dei lavoratori del Lazio.

Fonte: www.regione.lazio.it


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |12/10/2010|

Approvazione aggiornamento del piano distrettuale di zona 2008-2010 - annualità 2010.

In data 11 ottobre 2010 è stato approvato all’unanimità, dall’Assemblea dei Sindaci dell’Accordo di Programma, l’aggiornamento del Piano di Zona triennio 2008-2010 relativo all’anno 2010.
Contestualmente è stata approvata la ripartizione del Fondo Unico 2010 (budget di distretto) con la quale si assegnano ai Comuni del Distretto Sociale B le somme destinate al finanziamento dei servizi essenziali quali Servizio Sociale e Assistenza Domiciliare e di ulteriori servizi/interventi per i quali è necessario garantire la prosecuzione.
Il Piano di Zona dovrà essere trasmesso, unitamente ad altri documenti di programmazione distrettuale (piano degli interventi di lotta alle tossicodipendenze; piano di intervento in favore dei piccoli comuni; piano per l’affidamento familiare), alla Regione Lazio, Assessorato alle Politiche Sociali, entro il 30 novembre 2010 così come stabilito dalla D.G.R. Lazio 08 ottobre 2010, n. 433.
La suddetta D.G.R. è stata pubblicata sul sito regionale alla sezione Avvisi Pubblici.
Analogamente è in corso di approvazione da parte della Giunta Regionale del Lazio apposita deliberazione riguardante le risorse destinate ai Piani per la non autosufficienza (con il medesimo differimento dei termini per la relativa presentazione).


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |06/10/2010|

DGR 398/2010. Assegni di studio in favore delle famiglie meno abbienti per garantire il diritto-dovere allo studio.

Al fine di integrare le risorse statali, erogate nell’ambito delle politiche in favore delle famiglie meno abbienti per garantire il diritto-dovere allo studio, ai sensi delle Leggi n. 448/1998 e n. 62/2000, anche per l’anno scolastico 2010/2011 la Regione ha previsto l’erogazione di assegni di studio per gli studenti meritevoli.

Procedura per l’attribuzione degli assegni di studio:

Le Amministrazioni comunali del Lazio dovranno emettere uno specifico bando per la presentazione delle domande;
I richiedenti presenteranno le domande al Comune di residenza, entro la scadenza stabilita dall’apposito bando comunale;

Le domande devono essere corredate da:
copia del certificato rilasciato dall’istituto scolastico nel quale è riportata la votazione media conseguita dall’alunno nell’anno scolastico 2009-2010, per quanto attiene il requisito relativo al merito scolastico;
certificazione ISEE, rilasciata gratuitamente dai CAAF, per quanto attiene la situazione economica del nucleo familiare dello studente. per quanto attiene il requisito della residenza, è dichiarato dal soggetto richiedente mediante il rilascio della dichiarazione sostitutiva di certificazione, resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000;
copia del documento di identità in corso di validità del soggetto richiedente che firma l’istanza di concessione.

Modalità di fruizione degli assegni: Lo studente beneficiario potrà utilizzare l’assegno di studio per spese legate all’attività scolastica quali :
libri; materiali didattici, anche in formato elettronico; abbigliamento previsto per le attività di educazione fisica; gite scolastiche e viaggi di istruzione; corsi di lingua straniera.
Ai fini della fruizione dell’assegno di studio, il beneficiario dovrà presentare al Comune idonea documentazione o dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, di utilizzo del contributo per le spese sopra riportate.

Procedura di registrazione per gli operatori del Comune

Per l’anno scolastico 2010-2011, la Regione acquisisce i dati dalle Amministrazioni comunali inerenti l’erogazione degli assegni di studio in favore degli studenti più meritevoli ed in condizioni economiche meno abbienti esclusivamente attraverso la procedura informatizzata a tal fine istituita.
Pertanto è necessario che i Comuni del Lazio richiedano l’accreditamento da parte della Regione attraverso l’inoltro di una istanza di registrazione, a firma del responsabile amministrativo della struttura competente in materia di istruzione, utilizzando il modello A Registrazione utente, allegato alla Delibera di Giunta .
Nella suddetta domanda di registrazione, il dirigente del Comune dovrà designare il referente dell’Amministrazione responsabile del procedimento di inserimento on- line dei dati relativi agli aventi diritto e dei parametri afferenti la rendicontazione, indicando il nominativo del personale incaricato nonché i riferimenti telefonici, di fax e di indirizzo di posta elettronica sul quale la Regione provvederà all’invio delle credenziali di accesso alla procedura informatizzata (user ID e password).
L’istanza, debitamente firmata e timbrata dal dirigente dell’Amministrazione comunale, deve essere trasmessa via fax, esclusivamente ad uno dei seguenti numeri 06/51683818 - 06/51684005.

Fonte:www.sirio.regione.lazio.it


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |20/05/2010|

Campagna di prevenzione della cecità “Occhio ai bambini” dal 17 al 28 maggio 2010.

L’Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità sezione italiana in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti sezione Prov.le di Frosinone, anche quest’anno organizzano una campagna di prevenzione della cecità nelle scuole dell’infanzia, coinvolgendo numerosi bambini dell’età di 5 anni. Le scuole coinvolte sono nelle località di Alatri, Ceccano e Ferentino, con attività già partite da lunedì 17 maggio.
L’unità mobile oculistica appositamente attrezzata sarà presente in provincia fino a venerdì 28 maggio. L’obiettivo è visitare i bambini in età prescolare, verificando che non vi siano problemi di vista, in caso contrario sarà compito degli organizzatori informare le famiglie al fine di approfondire il problema in una idonea struttura pubblica.
“Già in passato abbiamo evidenziato la presenza di problemi oculistici che non erano noti ai genitori, di cui risultavano affetti alcuni bambini. Ecco quindi, la necessità di ripetere nuovamente questa campagna di prevenzione dal titolo “Occhio ai bambini” che ha lo scopo principale di sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto al tema della prevenzione della cecità, non solo per l’infanzia. Questa nostra iniziativa può sembrare una goccia nel mare, in quanto i piccoli studenti della nostra provincia sono moltissimi e il tempo a nostra disposizione è poco come poche risultano le scuole coinvolte. Tuttavia riteniamo che il mare è fatto di tante gocce e questo è il nostro piccolo contributo al mare della conoscenza e della consapevolezza che la vista è un bene prezioso che va preservato. Durante l’evento distribuiremo un DVD con un cartone animato che attraverso il gioco affronti questo importante tema. Desideriamo, in conclusione, ringrazi arre i medici oculisti, che hanno aderito all’iniziativa dell’Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità e i volontari dell’Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti che contribuiscono alla sua realizzazione”.
Maggiori informazioni possono essere acquisite all'indirizzo web: www.iapb.it
Il Presidente l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti sezione Prov.le di Frosinone
Claudio Cola

Fonte: www.uicfrosinone.it


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |12/05/2010|

Nuove modalità di consegna della Carta acquisti.

L'Inps illustra le nuove modalità di consegna della Carta Acquisti, già operative dal 12 aprile 2010. Nel messaggio n.12206, del 5 maggio 2010, l'Istituto dà indicazioni circa le varie fasi che portano al rilascio della Carta.

Fonte: www.portalavoro.regione.lazio.it


stampa Stampa | Invia articolo
Regione : notizia |12/05/2010|

L.R. 32/2001. “Interventi a sostegno della famiglia”. Contributi agli Enti Capofila di distretto, destinati a famiglie in stato di disagio economico.

La Regione Lazio – Direzione Regionale Servizi Sociali, con Determinazione del Direttore n. D0970 del 5 marzo 2010, pubblicata sul B.U.R.Lazio n. 17 Parte terza del 07.05.2010, ha approvato il piano di riparto dei fondi disponibili per l’anno 2010 , finalizzati ad assicurare, ai sensi della L.R. 32/2001, interventi di assistenza economica nei confronti delle famiglie in condizioni di disagio socio economico, in favore dei Comuni del Lazio.
Per il Distretto Sociale B la Regione Lazio ha determinato di impegnare e liquidare una somma pari ad Euro 79.000,00.


stampa Stampa | Invia articolo
Comune : notizia |07/05/2010|

Giornata mondiale del gioco 2010. Villa comunale di Frosinone - sabato 22 maggio.

Una festa per prommuovere i diritti dell'infanzia e non solo ... L'ultimo fine settimana di Maggio si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Gioco ( World Play Day ), un'iniziativa lanciata con successo nel 2003 dall'Associazione Internazionale delle ludoteche (ITLA). In questo giorno, in molti paesi del mondo, il gioco è dunque il filo conduttore della vita di migliaia di famiglie che si trovano nelle ludoteche, nelle scuole, nei centri gioco o in ogni altra situazione aggregativa per giocare insieme favorendo la costruzione o il recupero di spazi di gioco, svago ed aggregazione sociale. Il diritto al gioco - per la qualità dei valori educativi e democratici di cui è portatore e a cui fa riferimento ( la partecipazione, il rispetto delle regole, la creatività, la cura dell'ambiente, ecc. ) - deve essere garantito ad ogni cittadino grande o piccolo che sia. Lo scopo della manifestazione è quello di promuovere la diffusione della cultura ludica come strumento di una migliore qualità della vita, la centralità del gioco, in tutte le sue variabili, come elemento fondante nella crescita degli individui e riaffermare i diritti sanciti dalla Convenzione Internazionale sui diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza. La COOPERATIVA SOCIALE FINISTERRAE con la collaborazione della LUDOTECA COMUNALE DI FROSINONE ACUNA MATATA sosterrà anche quest'anno l'iniziativa, organizzando una FESTA DEL GIOCO sabato 22 maggio 2010 presso la Villa Comunale di Frosinone con attività ad accesso libero rivolte ai bambini e alle famiglie. IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA: ORE 10.00 - 12.00: animazione e accoglienza dei bambini delle scolaresche che partecipano al Concorso letterario "Raccontando 2010". ORE 16.00 - 16.30 accoglienza bambini e genitori. ORE 16.30 - 18.30 animazione con giochi di movimento tradizionali ( tiro alla fune, i 4 cantoni, bandierina, ecc. ). Durante tutta la giornata: stand allestimento per la presentazione di nuovi giochi in scatola della Lego. I Partner per la realizzazione della manifestazione: Finisterrae Cooperativa Sociale o.n.l.u.s., Associazione Raccontando, Ludoteca Comunale di Frosinone Acuna Matata, Liceo Socio-Psico-Pedagogico Maccari di Frosinone, Lego s.p.a. .


stampa Stampa | Invia articolo
notizia |27/04/2010|

Lazio Sociale news. Mensile di informazione della Direzione Servizi Sociali. Pubblicato il n. 3 di Aprile 2010.

Pubblicato sul portale www.socialelazio.it, il terzo numero di LazioSociale News, la newsletter mensile della Direzione Servizi Sociali.
Obiettivo della newsletter è essere strumento di informazione, dialogo e confronto con tutta la cittadinanza, gli enti, le associazioni e tutti gli organismi che operano sul territorio regionale.




Notizie nel numero di Aprile

  1. Contributo per i pazienti con IRC:boom di domande
  2. Registro Regionale del Volontariato:entro il 30 aprile va consegnata la relazione annuale
  3. Premiato il progetto "Verso le linee guida regionali per l'affidamento familiare"
  4. Ludoteche del Lazio:approvato un finanziamento di 150mila euro
  5. Poli sperimentali per anziani:riaperti i termini per la presentazione dei progetti
  6. Bando regionale per l'integrazione scolastica:prorogato al 6 maggio il termine per la presentazione dei progetti
  7. Scadenzario


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |21/04/2010|

    CARTA GIOVANI 2010.

    La Regione Lazio mette a disposizione di tutti i ragazzi residenti o domiciliati nella Regione Lazio una Carta Giovani, che dà la possibilità di usufruire di sconti e agevolazioni non solo in Italia ma anche in altri 41 paesi europei. Nel Lazio le convenzioni a disposizione dei ragazzi sono, ad oggi, 1129, in Italia sono 7.000 e per finire il totale, in Europa, arriva a 100.000. Gli ambiti di utilizzo della carta Giovani sono molteplici (cultura, divertimento, formazione, sport e turismo) al fine di garantire un servizio efficiente ai giovani. Innumerevoli gli esempi che si possono fare come lo sconto sul biglietto d'ingresso dei Musei Civici del Comune di Roma, la riduzione del 20% sui concerti dell'Auditorium Parco della Musica, le agevolazioni per i corsi nelle migliori scuole di lingue presenti nelle cinque province laziali, così come le quote ridotte per l'iscrizione nelle palestre. Tutti i ragazzi che non abbiamo ancora compiuto 29 anni possono ritirare la Carta Giovani Regione Lazio presso i 350 punti tesseramento presenti sul territorio (la lista completa degli uffici è facilmente consultabile sul sito ufficiale dell'Associazione Carta Giovani www.cartagiovani.it).


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |21/04/2010|

    COMUNE DI FROSINONE. AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI PER IL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE.

    L'Assesssorato ai Servizi Sociali e Solidarietà rende noto, con avviso pubblico del 19 aprile 2010, la possibilità di poter effettuare domande per la concessione di contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione - annualità 2009. In allegato è possibile consultare integralmente il documento e la domanda per la concessione del contributo.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |09/04/2010|

    Scadenza al 30 maggio delle richieste di finanziamento lettera (punti 3 e 4 e punto 5b) e lettera E della DGR 560/2008.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |08/04/2010|

    Comune di Ceprano - Corso di Assistente Familiare.

    Il 12 aprile 2010, presso i locali della Biblioteca Comunale ubicata in P.zza Martiri di Via Fani - Ceprano, avrà inizio il corso di Assistente Familare che si terrà nei seguenti giorni: lunedì, mercoledì e venerdi dalle ore 15:00 alle ore 19:00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |01/04/2010|

    Contributi finanziari per progetti a favore delle famiglie - Anno 2010

    Pubblicato il bando (Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 70 del 25 marzo 2010) per il finanziamento di nuovi progetti finalizzati alla realizzazione di iniziative a favore delle famiglie.
    Ogni progetto selezionato riceverà un contributo finanziario pari a 180.000 euro.
    Una parte dei contributi è riservata ai quei progetti che affronteranno nello specifico la lotta alla povertà e all'esclusione sociale delle famiglie.
    I progetti potranno essere presentati da soggetti privati, comunque denominati, che svolgono la loro attività prevalentemente nel campo delle politiche familiari. Sono escluse dalla partecipazione le persone fisiche, i partiti, i sindacati, e tutte le associazioni facenti capo o comunque affiliate a partiti politici o sindacati.
    Le domande di partecipazione al finanziamento dovranno essere inviate entro e non oltre il 24 maggio 2010 tramite raccomandata con ricevuta di ritorno a:

    Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le politiche della famiglia Via della Mercede, n.9 00187 Roma

    Sulla busta chiusa, contenente la documentazione utile alla partecipazione, dovrà essere apposta la seguente dicitura "Contributi finanziari per progetti a favore delle famiglie - anno 2010" .

    Per ulteriori informazioni è possibile scrivere alla casella email: contributifamiglie2010@governo.it

    Fonte: www.politichefamiglia.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |24/03/2010|

    1,6 milioni di euro per il finanziamento di progetti finalizzati al miglioramento della qualità di vita dei portatori del morbo di Alzheimer.

    La giunta della regione Lazio ha approvato, su proposta dell'assessore alle Politiche Sociali e delle Sicurezze, Luigina Di Liegro, una delibera che stanzia 1,6 milioni di euro per il finanziamento di progetti innovativi, finalizzati al miglioramento della qualità di vita dei portatori del morbo di Alzheimer e delle famiglie che li assistono in casa.
    In Italia si stimano circa 700.000 ammalati, di cui circa 70.000 nel Lazio. L'80-90% di tutti i casi sono di demenza nella terza età, l'1% delle persone viene colpita prima di 65 anni, l'11% in età compresa fra i 65 e gli 80 anni, il 30% nei soggetti ultraottantenni.
    "È il secondo anno - ha detto l'assessore Di Liegro - che finanziamo 4 progetti per il sostegno ai malati di Alzheimer e alle famiglie che se ne prendono cura.
    Tutti gli interventi sono realizzati da associazioni di volontariato (Auser Lazio, Casa Aima Onlus, Alzheimer Roma Onlus, Atama Anagni Onlus), perché crediamo fermamente nell'importante supporto che i volontari danno in questi programmi di assistenza".
    "Il fine di questi progetti, che non sono spot, ma programmati a lungo termine - ha continuato Di Liegro - è quello di garantire una maggiore integrazione socio-sanitaria tra Asl, enti locali e associazioni di volontariato, per superare la prevalenza della sanitarizzazione rispetto all'assistenza domiciliare e fornire servizi socio-assistenziali più attenti ai bisogni degli anziani, favorendo il mantenimento ed il recupero dei livelli di autonomia dei malati e il sostegno alla famiglie che si fanno carico dell'assistenza".
    "I dati dell'ultimo rapporto sui servizi sociali del Lazio - ha aggiunto ancora Di Liegro - realizzato dal sistema informativo dei servizi sociali del Lazio (Siss) dell'assessorato alle Politiche sociali e delle sicurezze, dimostrano che gli anziani, insieme alle famiglie, ai minori e ai giovani disagiati, rappresentano quasi il 90% dell'utenza dei servizi sociali nel Lazio.
    Dal 2007 ad oggi, l'utenza di anziani è cresciuta del 3,6% e le strutture e servizi a loro dedicati sono 1.080. Di questi, 23 strutture sono riservate alle 1.192 persone affette da patologie invalidanti (+21,1%), come l'Alzheimer.
    Queste percentuali di utenti anziani aumenteranno, perchè l'invecchiamento demografico è in costante crescita.
    Questo - ha concluso Di Liegro - comporterà un aumento della spesa pubblica per l'assistenza a lungo termine. È necessario, quindi, progettare un sistema di welfare che si basi su una rete integrata di supporto agli anziani in difficoltà e che punti ad un'azione di formazione specialistica sia per gli operatori socio-sanitari e gli infermieri professionali, che per i volontari attivi in questo settore".

    Fonte: Newsletter Labitalia Lazio


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |22/03/2010|

    Costituzione dei "Poli sperimentali integrati per il benessere delle persone anziane". Riapertura dei termini per la presentazione delle domande.

    La Direzione Regionale Servizi Sociali con determinazione n. 517 del 16 febbraio 2010, pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 11 - Parte prima del 20.03.2010, ha stabilito di riaprire i termini per la presentazione delle domande per la costituzione di n. 5 "Poli sperimentali integrati per il benessere delle persone anziane e lo sviluppo dei rapporti intergenerazionali" sul territorio regionale, uno per ciascun ambito provinciale, con esclusione del comune di Roma.
    La Predetta determinazione prevede inoltre che le proposte debbano pervenire all'Ufficio Accettazione della Regione Lazio - Dipartimento Sociale - Direzione Servizi Sociali - Via del Caravaggio,99 - 00147 Roma entro le ore 12:00 del 45° giorno dalla data di pubblicazione dell'atto sul B.U.R. Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |11/03/2010|

    Casa del Volontariato di Frosinone - dal 17 marzo al 5 maggio 2010. Corso di formazione: “Elementi di cultura e comunicazione dei sordi”.

    ELEMENTI DI CULTURA E COMUNICAZIONE DEI SORDI
    Dal 17 Marzo al 5 Maggio 2010 avrà luogo presso la Casa del Volontariato di Frosinone in Via Pierluigi da Palestrina, 14 il Corso di formazione: “Elementi di cultura e comunicazione dei sordi”.
    Il corso vuole offrire ai partecipanti un repertorio di informazioni che consentano loro di avvicinarsi al mondo della sordità focalizzando l’attenzione soprattutto sulle modalità e sulle strategie per l’interazione e la comunicazione con persone sorde e con difficoltà di comunicazione.
    Il corso è rivolto a volontari, presidenti e operatori delle Associazioni di Volontariato attive in ogni ambito. In particolare a quanti operano in attività di informazione, sensibilizzazione, sostegno alle persone con fragilità, ma anche a quanti pensano di poter accogliere persone sorde fra i volontari della propria associazione.
    La formazione avrà una durata complessiva di 30 ore di cui 4 ore di teoria e 26 ore di pratica.
    La partecipazione al corso è gratuita.

    Per iscriversi al corso: puoi compilare e inviare a frosinone@spes.lazio.it oppure al fax 0775.889054 la domanda di partecipazione che trovi in allegato e on line all’indirizzo www.volontariato.lazio.it entro il 15 marzo 2010.
    Per informazioni: frosinone@spes.lazio, 0775.889054


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |11/03/2010|

    Comune di Frosinone. 18 e 19 marzo 2010 - Palazzetto dello Sport - "La Diversità tra Palco e Realtà".

    Ricco il programma della manifestazione...

    Finalità
    Il convegno vuole porre al centro la diversità di ciascun individuo come risorsa da valorizzare. In particolare disabilità, disagio sociale e disagio emotivo legato alle diverse fasi della vita non devono più essere pensate come “deficit”, devono essere slegate dai significati negativi ed emergere come diversità, molteplicità che arricchiscono e che portano a intravedere percorsi di cambiamento.
    La diversità è un valore che appartiene a tutti gli uomini e come tale si deve rispettare e proteggere. Questo mutamento di prospettiva però non è sempre così naturale e deve partire innanzitutto dalla valorizzazione che ciascuno fa di se stesso riconoscendo risorse e limiti.
    Il processo avviene attraverso la scoperta del sé e delle proprie qualità naturali mediante un lavoro individuale sia sulla propria fisicità sia sul proprio vissuto emotivo.
    Ciascuno possiede una propria espressività data dal proprio modo di muoversi, di comunicare, di agire, di pensare, di provare emozioni. Spesso tutto ciò rimane ad un livello inconscio che ci porta a credere di non essere creativi.
    Ma un lavoro profondo di ascolto di sé stessi, del proprio corpo, di conoscenza dei limiti indotti dalle situazioni quotidiane, porta a forzare le proprie rigidità e a dilatare le potenzialità: a porre quindi le basi per un processo creativo e artistico.
    Questo lavoro è completo quando si mostra agli altri mediante le arti espressive, i linguaggi poetici, che rispondono ad un bisogno umano fondamentale: dare forma a tensioni e spinte psichiche, relazionali, a vissuti profondi inscritti nella memoria corporea.
    Tutto questo a prescindere dal fatto di essere sani o malti, cosiddetti “normali” o bisognosi di cure, oppure in situazione di disagio.

    Enti promotori: - Comune di Frosinone – Assessorato allo Sport, Tempo Libero, Attività Ricreative e turismo - AFAS Associazione di volontariato
    Con il patrocinio: - Regione Lazio - Provincia di Frosinone - Comune di Frosinone - ASL di Frosinone - Comune di Sora - Comune di Veroli - Comune di Monte S. G. Campano - Comune di Ferentino - Comune di Ceprano - Comune di Supino - Comune di Villa S. Stefano - Comune di Boville Ernica - Comune di Giuliano di Roma - Comune di Patrica Partner Ufficiale: - Extra Tv - Radio Tele Magia - La Provincia Quotidiano (da confermare)
    L’iniziativa è realizzata in collaborazione con: - Unione Italiana Ciechi – Sezione di Frosinone - UNITALSI – Sottosezione di Frosinone - Frosinone Calcio - Veroli Basket - Globo Pallavolo Sora - Coni – Comitato Provinciale di Frosinone - CRF cooperativa ricerca finalizzata - Il Colore del Grano cooperativa sociale onlus. - Associazione cattolica A. V. Siloe

    Fonte: www.coopfinisterrae.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |10/03/2010|

    Convocazione Assemblea Provinciale dei Cittadini stranieri Immigrati. 16 marzo 2010 - Sala consiliare della Provincia.

    L'amministrazione provinciale di Frosinone tramite il consigliere delegato alle Politiche Sociali e Politiche migratorie, Dott.ssa Maria Teresa Graziani, comunica che in data 16 marzo 2010 alle ore 16:00 si terrà, presso la Sala Consiliare del palazzo della Provincia, l'Assemblea Provinciale dei Cittadini stranieri Immigrati, per l'elezione dei componenti alla Consulta Regionale ai sensi della L.R. 10/2008.
    Per informazioni:
    Ufficio Immigrazione - Emigrazione
    Tel 0775 859423 - Fax 0775 850714
    e-mail: migrafr@libero.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |09/03/2010|

    L.R. 23/2003. Ripartizione dei finanziamenti ai comuni del Lazio per interventi socio-assistenziali nel settore dell'emigrazione.

    La Regione Lazio con Determinazione del Direttore Regionale n. 3244 del 12 ottobre 2009, pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 9 Parte prima del 06.03.2010, ha provveduto a ripartire le somme occorrenti per gli interventi socio-assistenziali in favore degli emigrati che rientrano definitivamente nel teritorio della Regione Lazio.
    Sulla base delle richieste pervenute dalle Amministrazioni comunali dall'11 luglio 2009 al 30 settembre 2009, e secondo i criteri e la misura massima dei contributi finanziari di cui alla D.G.R. n° 60/07 , sono stati ammessi al contributo i seguenti Comuni afferenti il Distretto Sociale B:
    - Comune di Ceccano - Euro 1.049,39;
    - Comune di Ripi - Euro 3.370,21.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |02/03/2010|

    D.G.R. n. 560/2008. Linee Guida ai comuni per l'utilizzo delle risorse per il sistema integrato regionale dei servizi sociali triennio 2008-2010.

    Pubblicato sul BUR Lazio n. 8 Supplemento Ordinario n. 30 del 27.02.2010 la deliberazione della Giunta Regionale 16 dicembre 2009, n. 965 recante - Modifica deliberazione Giunta regionale 25 luglio 2008, n. 560. "Linee Guida ai comuni per l'utilizzazione delle risorse per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali triennio 2008 - 2010 - .
    E' possibile consultare il supplemento al Bur Lazio di seguito allegato.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |18/02/2010|

    Istituito a cura del Dipartimento politiche per la famiglia un fondo per i nuovi nati.

    Il Dipartimento politiche per la famiglia presso la presidenza del Consiglio ha varato una nuova misura in favore dei nuovi nati.
    Il fondo servirà a garantire prestiti agevolati fino a 5.000 euro rimborsabili in cinque anni alle famiglie che hanno avuto o avranno un figlio tra il 2009 e il 2011.
    Il tasso sarà tagliato del 50% rispetto a quello di mercato. Il prestito potrà essere richiesto a una serie di banche che hanno firmato una convenzione.
    Per informazioni: www.fondonuovinati.it - contact center in collaborazione con l'INPS, raggiungibile al numero verde 803.164.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |15/12/2009|

    GAS- Bonus GAS: al via la raccolta delle istanze di agevolazione

    Ancitel rende noto che oggi, 15 dicembre 2009, parte ufficialmente il Sistema Bonus GAS. Tutti i Comuni sul terrritorio nazionale, serviti da gas naturale, possono quindi iniziare a raccogliere e inviare a SGATE le domande per l'agevolazione relativamente ai moduli:
    A_Gas - Forniture individuali (clienti domestici diretti che utilizzano una fornitura autonoma)
    B_Gas - Forniture individuali + centralizzate (per i clienti domestici diretti che sono serviti anche da un impianto condominiale centralizzato)
    C_Gas - Forniture centralizzate (Per i clienti domestici indiretti, serviti solo da impianto condominiale centralizzato)
    F_Gas - Delega di un terzo all'incasso del bonifico domiciliato (il modulo può essere presentato dai clienti domestici che fanno richiesta del bonus gas entro il 30 aprile 2010, congiuntamente al modulo A_GAS o B_GAS o D_GAS, nel caso in cui vogliano indicare un soggetto, diverso dal beneficiario del bonus, come soggetto titolato a incassare il bonifico domiciliato emesso da Poste Italiane S.p.A.).
    Allo stato attuale, la lavorazione delle pratiche da parte del sistema consente la presentazione delle richieste da parte del cittadino al quale verrà rilasciata una ricevuta di presentazione della domanda stessa.
    Sempre a partire da oggi, i CAF possono iniziare ad acquisire le domande nei loro sistemi, mentre l'invio dei file al sistema SGAte, così come già avviene per il Bonus sociale per l'energia elelttrica, sarà subordinato alla conclusione positiva dei test di collaudo.
    NB: per quando riguarda il modulo D, sarà possibile raccogliere le istanze da parte del Comune, ma queste potranno essere inserite nel sistema SGAte a partire dal 22 dicembre p.v. . Il modulo D è relativo a forniture cessate e deve essere consegnato solo nel caso in cui il soggetto richiedente, al momento della presentazione dell’istanza di bonus, non è intestatario di una fornitura individuale e non è servito da un impianto condominiale centralizzato, ma lo era in un periodo compreso tra l’1 gennaio 2009 e la data di presentazione dell’istanza.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |03/12/2009|

    Istituzione della Consulta regionale degli immigrati ai sensi della L.R. 10/2008 - Elenco degli immigrati eletti nel Distretto Sociale “B”


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |30/11/2009|

    Città di Frosinone. 15.12.2009 ore 10,00 Mostra dei disegni dei bambini frequentanti la ludoteca "Tana libera tutti".

    La Cooperativa Finisterrae, in collaborazione con il Comune di Frosinone e con il Liceo Socio-Psico-Pedagogico F.lli Maccari di Frosinone presenta "Il Viaggio" mostra dei disegni dei bambini frequentanti la ludoteca "Tana libera tutti" all'interno della casa circondariale di Frosinone.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |24/11/2009|

    Convocazione Assemblea Provinciale dei cittadini stranieri immigrati. Frosinone 2 dicembre, ore 9:00 - Sala consiliare Viale Mazzini.

    Con deliberazione di Giunta Regionale n. 551 del 20.07.2009, la Regione, in attuazione dell'art. 25 della L.R. 10/2008, ha promosso l'istituzione delle Assemblee provinciali dei cittadini stranieri immigrati presenti sul territorio provinciale, demandando l'organizzazione delle stesse alle Amministrazioni provinciali del Lazio, secondo modalità dalle stesse individuate, ciascuna per il proprio territorio, fornendo la massima informativa per garantire la più ampia partecipazione dei destinatari.
    All'assemblea potranno partecipare i cittadini stranieri immigrati, come individuati dall'art. 2 della L.R. 10/2008, con diritto di voto:
    - i cittadini di stati non appartenenti all'Unione Europea, inclusi gli apolidi, i richiedenti asilo ed i rifugiati, regolarmente soggiornanti ai sensi della normativa vigente, che risiedono o sono domiciliati stabilmente nel territorio regionale;
    - i cittadini di stati non appartenenti all'Unione Europea, presenti nel territorio della Regione, che si trovino nelle condizioni di cui agli articoli 18 e 19 del Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286 e successive modifiche;
    - I cittadini stranieriimmigrati in attesa della conclusione del procedimento di regolarizzazione.
    L'assemblea avrà lo scopo di illustrare i contenuti e le potenzialità della L.R. 10/2008, e di eleggere i dieci rapprresentanti che parteciperanno alle assemblee provinciali. Altri immigrati, quali neocomunitari e soggetti con doppia cittadinanza, potranno prendere parte all'assemblea, ma senza diritto di voto.
    DATE CONVOCAZIONE ASSEMBLEE
    Distretto A - Comune di Alatri, Piazza Caduti di Nassiria Tel. 07754478210
    Sabato 28 novembre, ore 9:30
    Distretto B - Comune di Frosinone, Sala Consiliare, Viale Mazzini Tel. 0775265266
    Mercoledì 2 dicembre, ore 9:00
    AIPES - Sora Sede AIPES
    Via D'Annunzio Tel. 0776824809
    Venerdì 30 Ottobre
    Consorzio Servizi Sociali del Cassinate - Piedimonte S.G. - Piazza Sturzo Tel. 0776403203
    Giovedì 3 Dicembre, ore 11:00
    Info:UFFICIO IMMIGRAZIONE
    Via Firenze, 57 - FROSINONE
    Tel. 0775859423 - Fax 0775850714
    E-mail: migrafr@libero.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |23/11/2009|

    Cassino 28 novembre 2009. Campagna di sensibilizzazione "Una città per l'Alzheimer".

    Cassino si accinge ad ospitare la campagna nazionale "Una città per l'Alzheimer, promossa da Novartis con l'obiettivo di favorire informazione e conoscenza e offrire un supporto ai malati di Alzheimer e alle persone che li assistono. Questi temi saranno discussi nel corso dell'incontro pubblico che si svolgerà sabato 28 novembre alle ore 16,00 nella Sala Restagno del palazzo Comunale, in Piazza Alcide De Gasperi, al quale parteciperanno:
    - Bruno Scittarelli, Sindaco di Cassino;
    - Luigi Di Cioccio, Direttore U.O.C. di Geriatria della Asl di Frosinone;
    - Claudia Bauco, Responsabile U.V.A. di Aquino;
    - Stefania Alfonsi, Responsabile U.V.A. di Sora;
    - Nadia Di Sturco, psicologo clinico.
    La campagna si apre però giovedì 26 novembre nel sottopasso che collega Piazza Diamare a Piazza Lambriola dove, fino al 28 novembre, sarà allestito un gazebo gestito dai volontari del centro U.V.A. di Aquino che daranno informazioni e distribuiranno materiale sulla malattia.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |20/11/2009|

    Roma 24 novembre 2009 - Conferenza 20° Anniversario della Convenzione sui diritti dell'Infanzia.

    In occasione del 20° anniversario della Convenzione sui diritti dell’Infanzia, la Presidenza del Consiglio regionale del Lazio, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche sociali e delle sicurezze, la Commissione Lavoro e Politiche Sociali, il Comitato Italiano per l’Unicef Onlus e il Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza, organizza una conferenza per la sensibilizzazione dell’opinione pubblica al rispetto dei diritti dei minori.
    La conferenza avrà luogo presso la Sala Mechelli del Consiglio regionale del Lazio in Via della Pisana 1301, dalle ore 09,30 alle 13,30.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |18/11/2009|

    Graduatoria provvisoria dei partecipanti alla selezione del Servizio Civile nel Comune di Frosinone.

    In attesa di conferma dell' UFFICIO NAZIONALE SERVIZIO CIVILE, IL GIORNO 17.11.2009, è stata approvata la graduatoria provvisoria dei partecipanti alla selezione del Servizio Civile nel Comune di Frosinone.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |19/10/2009|

    Piano di Zona Triennio 2008/2010: aggiornamento annualità 2009.

    E' stato inviato alla Regione Lazio, lo scorso 14 ottobre, il primo aggiornamento del "Piano di Zona - Triennio 2008/2010" del Distretto Sociale B di Frosinone, relativo all'anno 2009.
    Il documento trasmesso è stato approvato dall'Assemblea dei Sindaci, svoltasi il 12 ottobre.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |15/10/2009|

    Frosinone. Quando la città è in... gioco. Domenica 18 ottobre.

    L'ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DI FROSINONE, promuove, in collaborazione con i CENTRI SOCIALI ANZIANI, una giornata di aggregazione tra anziani, adulti, ragazzi e bambini. Città in gioco costituisce una delle iniziative attraverso le quali Vivere le città rappresenta un momento di vera partecipazione, che coinvolge cittadini ed Amministratori. La manifestazione si svolgerà a Largo Turriziani il 18 ottobre e vedrà impegnati anziani, ragazzi, bambini, adulti in gare e giochi, in un confronto intergenerazionale. Rossi e blu saranno i colori delle compagini schierate, che rappresentano i centri sociali. per l'intera giornata i nonni, i figli, i nipoti sono invitati a trasferirsi a Largo Turriziani per giocare e stare insieme all'aria aperta in gruppo. Questo il programma completo: Ore 10:00 - Maratona La partenza sarà dal Centro anziani Villa Rita in Via Brighindi, a seguire Viale Marconi, C.so della Repubblica, Via Angeloni, P.zza Garibaldi, Viale Belvedere e Largo Turriziani dove tutti insieme dovranno mimare "la sigla" proposta dagli operatori. In seguito si darà inizio a due giochi: Birilli umani e Scoppio dei palloncini riempiti a sorpresa. Ore 13:00 - Pranzo Le due squadre ( soli iscritti ) si riuniranno presso Villa Rita per la consumazione del pranzo. Ore 15:30 - Esibizioni musicali Si esibirà la Banda Brandolini di Ceccano e il gruppo folcloristico dei centri anziani. Successivamente si darà seguito ad altri due giochi: Chi cerca trova..... e a tempo le due squadre dovranno pigiare l'uva e riempire una bottiglia di mosto, considerato che stiamo in autunno. Le due squadre rappresenteranno la stagione dell'autunno. Durante la giornata si coglierà l'occasione per far conoscere alla cittadinanza la significativa realtà che si vive all'interno dei centri sociali anziani. Verranno posizionati due gazebi e attraverso pannelli esposti, si metteranno in mostra tutte le attività sviluppate all'interno dei Centri. Ci sarà la presenza degli iscritti ai laboratori che daranno dimostrazione circa l'esecuzione delle tecniche usate per la realizzazione di quadri, decorazioni e manufatti. La serata verrà rallegrata dal Laboratorio musicale dei centri sociali. Il tutto organizzato dai Centri Sociali di Frosinone coordinati dalle Assistenti Sociali Anna Belli e Gloria Reali del Comune di Frosinone.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |05/10/2009|

    Convocazione del Comitato dell’Accordo di Programma.

    Si comunica che il giorno 09 ottobre 2009 alle ore 9.00 in prima convocazione e alle ore 10.00 in seconda convocazione, presso gli uffici del Distretto Sociale “B” in Frosinone, Via Armando Fabi, si riunirà il Comitato dell’Accordo di Programma per discutere sul seguente ordine del giorno: -Aggiornamento Piano di Zona 2008/2010 – Anno 2009; -Varie ed eventuali. Si rammenta che le SS.LL. sono invitate a partecipare personalmente e che, ove impossibilitati, potranno intervenire a mezzo di rappresentante, munito di apposita delega. Il Presidente del Comitato dell’Accordo di Programma Massimo Calicchia.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |05/10/2009|

    PIANO DI ZONA 2008/2010 – Anno 2009 CONCERTAZIONE CON LE FORZE SOCIALI INVITO AL TERZO SETTORE E ALLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI

    Si comunica che il giorno 7 ottobre 2009, alle ore 10,00, presso la sala consiliare del Comune di Frosinone, Viale Mazzini, è indetto un incontro teso alla concertazione e definizione delle linee generali per l’aggiornamento del Piano di Zona sociale 2008/2010 del Distretto Sociale “B”– Annualità 2009, ai sensi della L.328/2000. Sono invitati a partecipare i soggetti del Terzo Settore – Organismi di volontariato, Associazioni di Promozione Sociale, Cooperative e Consorzi sociali -, nonché le Organizzazioni Sindacali. Il Presidente del Distretto Sociale “B” Massimo Calicchia.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |05/10/2009|

    Firma del Protocollo d'Intesa fra Ministero della Giustizia - UEPE di Frosinone ,Distretto Sociale "B" e Ufficio del Garante dei diritti dei detenuti.

    Il giorno 6 ottobre 2009 alle ore 11,00, presso la Sala Consiliare del Comune di Frosinone - Viale Mazzini avrà luogo la firma del Protocollo d'Intesa fra il Ministero della Giustizia - Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Frosinone, il Distretto Sociale "B" - Comune Capofila Frosinone e l'Ufficio del Garante dei Diritti dei Detenuti del Lazio.
    Con tale accordo , che formalizza e rende nota la collaborazione da sempre esistita, i sottoscrittori danno vita ad un rapporto di ancor più ampia compartecipazione sui temi di reciproca competenza, impegnandosi a definire congiuntamente iniziative finalizzate al recupero sociale della popolazione detenuta e dei soggetti in esecuzione penale esterna.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |05/10/2009|

    Convocazione dell’Assemblea dell’Accordo di Programma.

    Si comunica che il giorno 12 ottobre 2009 alle ore 9.00 in prima convocazione e alle ore 10,00 in seconda convocazione, presso la Villa Comunale di Frosinone, Via Marco Tullio Cicerone, è convocata l’Assemblea dell’Accordo di Programma, per discutere sul seguente ordine del giorno: -Aggiornamento Piano di Zona 2008/2010 – Anno 2009; -Varie ed eventuali. Considerata l’importanza dell’argomento da trattare si raccomanda la massima partecipazione. Si rammenta, infine, che le SS.LL. sono invitate a partecipare personalmente e che, ove impossibilitati, potranno intervenire a mezzo di rappresentante, munito di apposita delega. Il Presidente Distretto Sociale “B” Massimo Calicchia.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |01/10/2009|

    Progetto Vega. Promozione Pari Opportunità. Tavola rotonda

    Venerdì 9 ottobre 2009, con orario 09.30 - 13.00 presso il salone di rappresentanza dell'Amministrazione Provinciale di Frosinone, in Piazza Gramsci, 13, si terrà, nell'ambito del "Progetto Vega - promozione Pari Opportunità", una tavola rotonda dal titolo: La violenza di genere in Provincia di Frosinone: quali strategie e percorsi futuri? Informazioni sul sito www.vegafrosinone.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |30/09/2009|

    Concessione del contributo "una tantum" di Euro 500,00 in favore delle donne residenti nei Comuni del Lazio. Impegno di spesa.

    La Regione Lazio con Determinazione del Direttore n. 2688 del 10 settembre 2009, pubblicata nella sezione "Avvisi Pubblici" del sito della Regione Lazio, ha stabilito di impegnare in favore dei sottoelencati Comuni del Distretto Sociale "B" la somma a fianco di ciascuno di essi indicata per la concessione del contributo "una tantum" di Euro 500,00 da destinare alle donne residenti nei Comuni del Lazio per ogni figlio nato o adottato nel 2008:
    Arnara n. contributi 2 € 1.000,00
    Amaseno n. contributi 33 € 16.500,00
    Boville Ernica n. contributi 62 € 31.000,00
    Castro dei V. n. contributi 9 € 4.500,00
    Ceccano n. contributi 42 € 21.000,00
    Ceprano n. contributi 8 € 4.000,00
    Falvaterra n. contributi 5 € 2.500,00
    Ferentino n. contributi 54 € 27.000,00
    Frosinone n. contributi 288 € 144.000,00
    Giuliano di R. n. contributi 5 € 2.500,00
    Morolo n. contributi 6 € 3.000,00
    Patrica n. contributi 2 € 1.000,00
    Pastena n. contributi 3 € 1.500,00
    Pofi n. contributi 5 € 2.500,00
    Ripi n. contributi 14 € 7.000,00
    Strangolagalli n. contributi 4 € 2.000,00
    S. Giovanni I. n. contributi 7 € 3.500,00
    Supino n. contributi 10 € 5.000,00
    Torrice n. contributi 14 € 7.000,00
    Vallecorsa n. contributi 7 € 3.500,00
    Villa S. Stefano n. contributi 4 € 2.000,00
    Veroli n. contributi 36 € 18.000,00
    Il provvedimento sarà successivamente pubblicato sul BUR Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |16/09/2009|

    Associazionismo. Pubblicata sulla G. U. la Direttiva relativa ai progetti e alle iniziative finanziati ai sensi dell'art. 12 della legge 383/2000.

    Sulla Gazzetta Ufficiale - Serie generale n. 208 dell'8 settembre 2009, è stata pubblicata la Direttiva 30 luglio 2009 concernente le linee di indirizzo per la presentazione di progetti sperimentali da parte delle associazioni di promozione sociale iscritte nei Registri di cui all’art. 7 della Legge 7 dicembre 2000, n.383, nonché per assicurare il sostegno ad iniziative formative e di informatizzazione, di cui all’art. 12, comma 3, lett. d) ed f) della legge medesima.
    Le disponibilità finanziarie per l’anno 2009 ammontano ad Euro 11.000.000,00.
    •Allegato n. 1 - Domanda di contributo (file .doc 63k)
    •Allegato n. 2 - Formulario di presentazione (file .doc 121k)
    •Allegato n. 3 - Piano economico e prospetto riepilogativo (file .doc 79k)
    •Allegato n. 4 - Fac-simile di convenzione (file .pdf 57k)


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |11/09/2009|

    SU.PER.GA, supporto ai piccoli Comuni per la gestione associata di funzioni e servizi.

    Assicurare un sostegno ai progetti dei piccoli Comuni che intendono realizzare modelli di gestione di funzioni e servizi intercomunale, in una logica di associazionismo municipale. E’ proprio questo l’obiettivo del progetto SU.PER.G.A., nato dalla collaborazione tra Ifel e ANCI, con l’idea di rafforzare la governance locale aiutando i Comuni a garantire una gestione più efficiente ed efficace delle funzioni e dei servizi pubblici, contribuendo alla riduzione dei costi della struttura amministrativa e ad aumentarne la produttività. Ma l’obiettivo è anche quello di creare le condizioni migliori per sviluppare una maggiore capacità in termini finanziari, organizzativi e gestionali ed assicurare un livello più adeguato di programmazione per dare risposte ai bisogni di famiglie e imprese. Molti gli ambiti di intervento del progetto che potranno riguardare diversi settori: analisi di bilancio; modalità di aggregazione istituzionale; organizzazione e personale; gestione associata di funzioni (tributi, ufficio tecnico, urbanistica, patrimonio, appalti, polizia locale); programmazione per lo sviluppo (fondi strutturali e comunitari) e pianificazione strategica; Welfare locale. Per i Comuni associati all’ANCI l’adesione al progetto è gratuita. Per ulteriori informazioni è possibile scaricare la documentazione e il modulo di preadesione al servizio. Per chiarimenti rivolgersi al numero 06.68401624 (tutti i giorni da lunedì a venerdì, dalle ore 10 alle ore 13) oppure inviare una mail all’indirizzo serviziopiccolicomuni@webifel.it. Fonte: sito ANCI


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |11/09/2009|

    REDDITO MINIMO GARANTITO - FAQ RISPOSTE ALLE DOMANDE PIU' FREQUENTI - AGGIORNAMENTO AL 11.09.2009

    Dal 1° al 30 settembre è possibile presentare le richieste per ottenere il reddito minimo garantito. I moduli da compilare sono reperibili negli 800 uffici postali della Regione, nei 60 Comuni capofila del Distretto Socio Sanitario e nei 20 Municipi del Comune di Roma. In allegato pubblichiamo le risposte alle domande più frequenti relative alla compilazione del modulo di accesso al beneficio aggiornato al 10.09.2009. Per informazioni numero verde 800 01 22 83 Fonte: www.portalavoro.regione.lazio.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |08/09/2009|

    Corso di formazione "Sportello antiviolenza" organizzato dal Centro di Servizio per il Volontariato di Frosinone.

    E’ iniziato il 1 settembre e proseguirà fino al 5 ottobre, presso la Casa del Volontariato di Frosinone, in via Pierluigi da Palestrina, 14, un corso di formazione per operatrici da impiegare presso uno sportello dedicato alle donne vittime di violenza. Il corso rientra nella prima fase del progetto “Nuove Opportunità a Sostegno delle Donne Vittime di Violenza” organizzato dalle associazioni AUSER Frusinate, EOS Onlus, Arcobaleno Onlus, LILT. L’obiettivo prioritario del corso è quello di far acquisire agli operatori conoscenze sulla percezione e sulla dimensione della violenza contro le donne, sviluppare e consolidare reti territoriali fra vari attori pubblici e privati per la definizione di strategie, azioni ed interventi integrati, pluridisciplinari e intersettoriali, in materia di contrasto, di prevenzione della violenza e di protezione e reinserimento delle vittime. Per informazioni:CESV SPES – Centro di Servizio per il Volontariato del Lazio Frosinone - Casa del Volontariato Via Pierluigi da Palestrina, 14 - 03100 FrosinoneTel. 0775.889054 – E-mail frosinone@volontariato.lazio.itWeb www.volontariato.lazio.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |28/08/2009|

    Istituzione del reddito minimo garantito. Indicazioni per l'erogazione da parte delle Provincie delle prestazioni dirette.

    La Giunta regionale del Lazio con Deliberazione n. 598 del 27 luglio 2009 pubblicata a pag. 5 del BUR Lazio n. 32,S.O. n. 148 del 28.08.2009,ha approvato le indicazioni per l'erogazione da parte delle Provincie delle prestazioni dirette di cui all'art. 5 comma 13 del Regolamento regionale 9/2009, attuativo della legge regionale 20 marzo 2009, n. 4 "Istituzione del reddito minimo garantito".
    La Giunta regionale ha inoltre deliberato di avvalersi, di Poste Italiane S.p.A. per le attività gestionali relativamente alle richieste dell'anno 2009.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |28/08/2009|

    Istituzione del reddito minimo garantito. Approvazione della modulistica e dei termini di presentazione delle domande di accesso al beneficio.

    La Direzione regionale Lavoro, Pari Opportunità e Politiche Giovanili con Determinazione del Direttore del 5 agosto 2009, n. 2436 pubblicata a pag. 39 del BUR Lazio n. 32 S.O. n. 148 del 28.08.2009, ha approvato la modulistica per la presentazione delle richieste di accesso al reddito minimo garantito.
    La modulistica si compone di una sezione "A" (modello "Richiesta di accesso al reddito minimo garantito di cui alla legge regionale n. 4 del 20 marzo 2009") e di una sezione "B" (Istruzioni per la compilazione della "Richiesta di accesso al reddito minimo garantito di cui alla legge regionale n. 4 del 20 marzo 2009").
    La determinazione individua inoltre come termini per la presentazione delle domande di accesso al reddito minimo garantito il periodo da martedì 1 settembre 2009 (primo giorno utile per la consegna o la spedizione delle richieste) fino a mercoledì 30 settembre 2009 (ultimo giorno utile per la consegna o la spedizione delle richieste).


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |21/08/2009|

    L.R. 18/2002. "Tutela del gioco infantile e disciplina delle ludoteche". Piano di riparto dei fondi per l'esercizio finanziario 2009.

    La Direzione Regionale Servizi Sociali del Lazio con Determinazione del Direttore n. 1767 del 19 giugno 2009, pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 31 del 21.08.2009, ha provveduto ad impegnare in favore del Distretto Sociale "B" la somma di Euro 24.968,00 quale contributo, per l'anno 2009, destinato al finanziamento di servizi per il gioco infantile e le ludoteche.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |21/08/2009|

    L.R. 32/2001."Interventi a sostegno della famiglia" . Contributo al Distretto Sociale "B" per l'esercizio finanziario 2009.

    La Regione Lazio con Determinazione del Direttore n. 1852 del 23 giugno 2009, pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 31 del 21.08.2009, ha stabilito di impegnare a favore del Distretto Sociale "B" di Frosinone la somma di Euro 96.000,00 quale contributo per l'anno 2009, finalizzato ad assicurare interventi di assistenza economica, nei confronti delle famiglie in condizioni di disagio socio economico residenti nel territorio del Distretto Sociale "B".


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |12/08/2009|

    Regolarizzazione di Colf e Badanti. Domande da inviare online dal 1° al 30 settembre al sito www.interno.it.

    La Circolare n. 10 emanata congiuntamente da Ministero del Welfare e dell'Interno consente di regolarizzare colf e badanti senza permesso di soggiorno senza limite di numero. E' necessario però che questi lavoratori "clandestini" paghino un contributo di 500 euro e poi si presenti una domanda telematica dal 1° al 30 settembre.attraverso il sito internet del Ministero dell'Interno che fornisce il modulo: www.interno.it. Nei documenti allegati è possibile ottenere informazioni sulle regole previste per ottenere la sanatoria.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |10/08/2009|

    Assegni di studio a favore degli alunni residenti nel Lazio - anno scolastico 2009 - 2010.

    La Direzione regionale Istruzione, programmazione dell'offerta scolastica e formativa e diritto allo studio, con Determinazione del Direttore n. 2267 del 23 luglio 2009, pubblicata sul BUR Lazio n. 29 Supplemento Ordinario n. 136 del 07/08/09, ha approvato la Circolare applicativa che definisce gli indirizzi per l'emanazione dei Bandi comunali, relativi alla concessione degli assegni di studio in favore degli alunni residenti nel Lazio, nell'ambito delle politiche in favore delle famiglie meno abbienti, per l'anno scolastico 2009 - 2010. In allegato alla Circolare, è pubblicata altresì la modulistica per la presentazione delle istanze. I Comuni provvederanno all'emanazione del Bando entro il prossimo 20 agosto. Gli studenti in possesso dei requisiti per l'accesso al beneficio, definiti puntualmente nella Circolare, dovranno presentare la domanda al proprio Comune di residenza, entro la scadenza indicata dal Bando stesso e comunque entro e non oltre il 20 settembre 2009. La domanda va presentata utilizzando i modelli allegati alla Circolare (Mod. A1; Mod. A2, Mod. A3, TAB A1, TAB A2, TAB A3, TAB A4, FAB/REND A). A beneficio degli interessati, alleghiamo il BUR Lazio n. 29, Supplemento Ordinario n. 136, del 07/08/09; la Circolare in oggetto e il relativo Allegato A, sono consultabili alle pagg. 55/69.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |05/08/2009|

    DGR 945/2008. Contributo agli Enti capofila di distretto per le famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro . Es. fin. 2009.

    Con Determinazione dirigenziale 28 luglio 2009, n. D2006 pubblicata nella sezione "Avvisi pubblici" del 04.08.2009, la Regione Lazio ha ripartito fra gli Enti capofila di distretto le risorse per gli interventi di abbattimento dei costi dei servizi per le famiglie con numero di figli o superiore a quattro.Per il Distretto Sociale "B" di Frosinone la Regione Lazio ha impegnato la somma di Euro 128.648,00. Il provvedimento sarà successivamente pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |03/08/2009|

    Indennità "UNA TANTUM" in favore dei lavoratori somministrati.

    L'Inps ha dato specifiche indicazioni per l'erogazione dell'una tantum in favore dei lavoratori somministrati, a seguito dell'accordo quadro stipulato il 13 maggio 2009 sugli ammortizzatori sociali, firmato tra Ministro del Lavoro, Assolavoro e Associazioni sindacali. I requisiti per poter beneficiare dell'indennità sono almeno 78 giornate di calendario in somministrazione dal 1° gennaio 2008, 45 giornate di calendario di disoccupazione alla data della domanda. Le domande devono essere presentate dagli interessati direttamente alle Agenzie del Lavoro con l'autocertificazione di non essere destinatari, all'atto della domanda di altro trattamento a sostegno del reddito. L'indennità, pari a euro 1.300,00 al lordo delle trattenute di legge, verrà erogata dall'INPS sulla base degli elenchi nominativi che Italia Lavoro S.p.a. invierà mensilmente alla Direzione Centrale dell'INPS che provvederà a trasmetterli alle competenti Sedi Regionali. Si sottolinea, infine, che gli Uffici leggitimati a ricevere le domande sono esclusivamente le Agenzie per il Lavoro.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |03/08/2009|

    Riparto ai Comuni del Distretto Sociale "B" del Fondo L.R. 38/96 lettera "a". Es. finanziario 2009.

    Pubblicata nella sezione "Avvisi pubblici" del sito della Regione Lazio la Determinazione dirigenziale (D1902/09) con la quale la Regione Lazio ha provveduto ad impegnare in favore dei Comuni afferenti il Distretto Sociale "B" i finanziamenti L.R. 38/96 lettera "a" per l'attuazione del piano socio-assistenziale regionale. Si sottolinea che l'erogazione dei fondi assegnati a ciascun comune destinatario è subordinata alla regolare trasmissione e verifica della rendicontazione relativa agli analoghi fondi erogati per gli anni 2005 e 2006. Il provvedimento sarà successivamente pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |16/07/2009|

    Comune di Ceprano. Estate 2009, Attività Ludico-Ricreativa dai 6 ai 14 anni.

    Il Comune di Ceprano - Assessorato ai Servizi Sociali - in collaborazione con Finisterrae Cooperativa Sociale O.N.L.U.S. promuove a partire dal 20 luglio al 07 agosto 2009, attività in Piscina ( con ingresso gratuito ) dal Lunedì al venerdì presso il Centro Sportivo " La Vignola" dalle ore 9:00 alle ore 17:00. I ragazzi saranno suddivisi in tre gruppi da 30 ciascuno. La suddivisione avverrà in base all'ordine di arrivo delle iscrizioni da effettuarsi presso la Villa Comunale di Ceprano nei giorni: Giovedi 16, Venerdi 17 e Sabato 18 luglio, dalle ore 18,00 alle ore 19,00. La domanda di partecipazione deve essere accompagnata dal certificato medico di sana e robusta costituzione. Suddivisione dei gruppi: - Primo gruppo dal 20/07/09 al 24/07/09; - Secondo gruppo dal 27/07/09/ al 31/07/09; - Terzo gruppo dal 03/08/09 al 07/08/09. Attività di ludoteca all'aperto dal 10 Agosto al 21 Agosto dal lunedì al venerdì pomeriggio ore 16:30 - 19:30 Giochi liberi ed organizzati - laboratori creativi animazione musica ed altro. Per ulteriori dettagli sui servizi contattare l'assistente sociale del Comune e/o gli operatori dei servizi ai N° 3407491528 / 3465927505.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |14/07/2009|

    Dalla Regione 28 milioni per assistenza domiciliare e a non autosufficienti.

    Contributi in arrivo dalla Regione Lazio per l'assistenza domiciliare integrata, sanitaria e sociale, per anziani, disabili, malati cronici o temporanei. Sono servizi di sollievo e affiancamento alle famiglie che assistono quotidianamente persone non autosufficienti, ovvero per sostituirli nella cura della persona disabile durante l'orario di lavoro, garantendo assistenza domiciliare e di aiuto anche per 24 ore e nei giorni festivi. La Regione Lazio ha stanziato 28 milioni di euro per il Fondo regionale per la non autosufficienza, su proposta dell'assessore alle Politiche Sociali Anna Salome Coppotelli. In particolare una parte del finanziamento, 3,5 milioni, sarà riservata per l'integrazione scolastica degli alunni disabili con problematiche psicosociali fino al conseguimento del diploma di scuola media. Inoltre, con 2 milioni verranno finanziati i Punti Unici di Accesso, una sorta di porta unitaria di accesso ai servizi sociali e sanitari, che accoglie e accompagna il cittadino nel suo percorso nella rete dei servizi e delle risorse presenti nella comunità. infine, 3,5 milioni saranno destinati per l'attivazione di modalità innovative di presa in carico della persona non autosufficiente anche attraverso l'uso di nuove tecnologie. "Il principio dell'integrazione sociosanitaria - spiega l'assessore alle politiche Sociali Anna Salome Coppotelli - oltre a favorire lo sviluppo di processi innovativi, prefigura una più elevata qualità ed efficacia dei servizi offerti e permette di coinvolgere, nel rispetto delle relative competenze, tutti i soggetti che a vario titolo sono chiamati a svolgere un ruolo nel sistema integrato dei servizi: Regione, enti locali, strutture pubbliche, terzo settore e forze sociali".


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |10/07/2009|

    Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento per le comunicazioni: contributo statale per l’acquisto del decoder digitale.

    Per facilitare la diffusione della TV digitale, lo Stato eroga un contributo di 50 euro ai cittadini che non ne abbiano già usufruito in passato. Per il Lazio potranno beneficiarne le intere province di Roma, Frosinone, Latina e Rieti e 26 comuni della provincia di Viterbo (nonché 8 comuni umbri in provincia di Terni). I beneficiari sono le persone di età pari o superiore a 65 anni (da compiersi entro il 31.12.2009) e che abbiano dichiarato nel 2008 (redditi 2007) un reddito pari o inferiore a € 10.000, in regola con il pagamento del canone TV per l'anno in corso, con decorrenza dal 16 maggio 2009. Il contributo consiste in una riduzione del prezzo complessivo del decoder, Iva inclusa, al netto di ogni eventuale sconto commerciale. L'importo verrà rimborsato al rivenditore. Il contributo inoltre non può essere corrisposto più di una volta per ciascun cliente e non può superare in alcun caso il prezzo di vendita. Ricordiamo che nel Lazio il passaggio al digitale terrestre avverrà fra il 16 e il 30 novembre. Per informazioni è attivo il numero verde 800.022.000 dal lunedì al sabato, escluso i giorni festivi, dalle ore 8:00 alle ore 20:00. Ulteriori dettagli sono reperibili alla pagina web: http://decoder.comunicazioni.it/


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |08/07/2009|

    Bonus gas. Al via l'agevolazione per 3 milioni di famiglie a basso reddito.

    Bonus per il gas in arrivo: oltre tre milioni di famiglie bisognose e numerose potranno contare su un risparmio medio del 15% sulla bolletta. Lo sconto che segue quello sulla luce, potrà essere richiesto solo da novembre ma sarà retroattivo da gennaio di quest'anno e varia a seconda delle diverse esigenze di riscaldamento, del tipo di utilizzo, della zona e del numero di persone che fanno parte del nucleo familiare: andrà così da un minimo di 25 euro fino a un massimo di 230. Potranno accedere al bonus gas i clienti domestici con ISEE non superiore a 7.500 euro, nonchè le famiglie numerose, di 4 o più figli a carico, con ISEE non superiore a 20.000 euro. Il valore del bonus gas sarà differenziato per zona climatica in modo da tener conto delle diverse esigenze di riscaldamento. Per ulteriori informazioni consultare i documenti allegati.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |06/07/2009|

    Formazione. Nuove qualifiche valide per attività di assistente domiciliare.

    Per svolgere l'attività di "assistente domiciliare e dei servizi tutelari", saranno validi anche il diploma di qualifica di "operatore dei servizi sociali", il diploma di maturità di "tecnico dei servizi sociali" e l'attestato di qualifica di "assistente di base - coordinatore dei servizi sociali". Lo ha deciso la Giunta regionale, considerando che tali titoli di studio si conseguono al termine di percorsi formativi all'interno dei quali sono comprese le conoscenze e le attività professionali proprie dell'assistente domiciliare e dei servizi tutelari. Fonte: Giunta Informa del 02.07.2009


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |02/07/2009|

    Speciale 116-000, il numero unico europeo per i minori scomparsi.

    In Italia il servizio di segnalazione dei casi è gestito dal ministero dell'Interno tramite l'associazione Telefono Azzurro. Con la firma il 25 maggio 2009 di un Protocollo d'intesa tra il ministero dell'Interno e l'associazione Telefono Azzurro e l'avvio di una campagna informativa in tutto il territorio nazionale, nasce la “Linea telefonica diretta per i minori scomparsi” , un servizio gratuito in tutta Europa attraverso il quale sarà possibile segnalare casi di scomparsa di bambini e adolescenti italiani e stranieri. Supportato dalla Commissione europea, il servizio è operativo in diversi paesi europei, quali Ungheria, Polonia, Slovacchia, Portogallo, Belgio, Danimarca, Olanda, Grecia e Romania. In Italia la linea telefonica è gestita dal ministero dell'Interno, tramite l'associazione Telefono Azzurro. Grazie agli accordi e alle procedure che il ministero dell'Interno ha definito con l'Associazione, il servizio non si limiterà a rispondere alle segnalazioni relative a situazioni di scomparsa provenienti dal territorio nazionale, ma darà supporto alle indagini di Polizia e Carabinieri. Il 116-000, infatti, adotta procedure operative condivise con le forze dell'Ordine e una banca dati con la mappatura delle agenzie da attivare a livello territoriale. La scomparsa di minori. Rientrano nel concetto di 'scomparsa' tutte le situazioni in cui si perdono le tracce di un bambino o di un adolescente, in cui non si conosce il luogo preciso in cui un minore si trova e/o le circostanze in cui tale sparizione è avvenuta. I minori che scompaiono possono essere bambini che si perdono, che vengono rapiti, che sono sottratti da uno dei due genitori, o ragazzi italiani o stranieri che si allontanano volontariamente da casa o da un istituto di residenza (es. case famiglia ecc..). Fonte: sito Ministero dell'Interno


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |01/07/2009|

    Buoni Lavoro per lavoro occasionale accessorio

    E' partita domenica 28 giugno 2009 la campagna sui "Buoni Lavoro" realizzata dall’Inps insieme al Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali. La campagna ha l’obiettivo di informare i cittadini sulle nuove misure in materia di lavoro occasionale di tipo accessorio. Recentemente, infatti, la possibilità di pagare le prestazioni occasionali di tipo accessorio con i buoni lavoro è stata estesa a nuovi soggetti ed attività. La scelta di introdurre il sistema dei buoni lavoro nasce dalla volontà di ampliare le forme di lavoro regolare, favorendo le opportunità di impiego e di integrazione del reddito per i soggetti “deboli” al di fuori delle zone d’ombra del lavoro nero. Il committente potrà quindi beneficiare di prestazioni nella completa legalità, senza dover stipulare alcun tipo di contratto; per il lavoratore, il compenso è esente da ogni imposizione fiscale e non incide sullo stato di disoccupato o inoccupato. Il Contact center dell’Inps (803 164) e i siti web istituzionali del Ministero del lavoro e dell’Inps forniranno tutte le informazioni sugli aspetti normativi e procedimentali e i servizi on line. Fonte: sito web Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |01/07/2009|

    Sconfiggere anoressia e bulimia: al via la campagna “Se ami qualcuno dagli peso”, promossa dal Dipartimento delle Pari Opportunità

    È partita ieri 30 giugno la campagna di sensibilizzazione del Ministero per le Pari Opportunità per prevenire e combattere i disturbi del comportamento alimentare. In Italia i disturbi alimentari sono la prima causa di morte per malattia delle ragazze tra i 12 e i 25 anni. Le statistiche ci dicono che almeno il 3% della popolazione soffre di anoressia o bulimia nervosa, oltre 200 mila donne nel nostro Paese sono colpite da questo genere di disturbi. Si tratta, dunque, di una vera e propria emergenza che, oltre ad essere affrontata dal Parlamento, va prima di tutto riconosciuta nelle nostre case o tra le persone che frequentiamo. La soluzione sta in primo luogo nell'attenzione dinanzi a determinati atteggiamenti di una figlia o di un figlio, di un'amica, di un amico o di un semplice conoscente. Gli esperti hanno individuato dei comportamenti a rischio, veri e propri campanelli d'allarme che possono aiutarci a capire se un nostro familiare, una nostra amica o un nostro amico soffre di disturbi alimentari. Chi vuole saperne di più può visitare la piazza virtuale di www.timshell.it Fonte: sito web Dipartimanto Pari opportunità


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |26/06/2009|

    Ancora pochi giorni per presentare domanda per ottenere il Bonus Energia retroattivo a tutto il 2008. La scadenza è il 30.06.2009.

    Il termine ultimo per presentare domanda di Bonus Energia retroattivo a tutto il 2008 è il 30 giugno 2009 (in precedenza era 30 aprile 2009, termine prorogato dall'Autorità con Deliberazione 27 aprile 2009). Non esiste, invece, una scadenza per presentare domanda di Bonus Sociale per l’energia elettrica. Questa può infatti essere presentata in qualsiasi momento e, quando validata dal distributore dell’energia, dà diritto a fruire dell’agevolazione per i successivi 12 mesi.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |19/06/2009|

    Giornate della Ricerca Sociale - Al via la prima edizione. Roma, 22-25 giugno 2009 - Sala Conferenze Istituto Affari Sociali - Via Pasquale Stanislao

    Si svolgerà a Roma dal 22 al 25 giugno prossimi la prima edizione delle "Giornate della ricerca sociale", promosse e organizzate dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali. L'iniziativa intende fissare un appuntamento annuale per studiosi, operatori del settore e amministratori con l’obiettivo di migliorare le politiche di inclusione sociale attraverso il confronto sui percorsi di ricerca e studio in atto e sull’analisi delle grandi trasformazioni in campo nella società italiana.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |19/06/2009|

    EMERGENZA CALDO - AL VIA LE INIZIATIVE A TUTELA DELLE PERSONE ANZIANI E FRAGILI .

    Nella G.U. n. 126 del 3 giugno 2009 è stata pubblicata l’ordinanza 26 maggio 2009 del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali relativa alla tutela delle persone maggiormente suscettibili agli effetti delle ondate di calore. Ai fini della pianificazione, organizzazione, gestione e valutazione dei programmi di emergenza per la prevenzione degli effetti sulla salute delle ondate di calore, con particolare riferimento alla organizzazione e gestione delle “anagrafi della fragilità” e dei sistemi di sorveglianza epidemiologica, l’ordinanza dispone che le amministrazioni comunali trasmettano ai servizi sanitari regionali e alle aziende sanitarie locali gli elenchi anagrafici della popolazione residente di età pari o superiore ad anni sessantacinque, aggiornati alla data del 1° aprile, nonché i successivi aggiornamenti con periodicità definita da ciascuna regione. I servizi sanitari regionali e le aziende sanitarie locali, avvalendosi anche di altri dati ritenuti idonei a individuare le persone interessate, intraprenderanno quindi, in collaborazione con il Dipartimento della protezione civile, ogni opportuna iniziativa volta a prevenire e a monitorare danni gravi ed irreversibili alle persone a causa delle anomale condizioni climatiche legate alla stagione estiva, specie in favore di soggetti più suscettibili agli effetti delle ondate di calore per condizione di età, salute, solitudine e fattori socio-ambientali. Le amministrazioni comunali provvederanno analogamente, anche attraverso servizi di assistenza economica o domiciliare, di telesoccorso, di accompagnamento e di trasporto. L’ordinanza ha validità fino alla data del 30 ottobre 2009.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |08/06/2009|

    Deliberazione Giunta Regionale 30 aprile 2009, n. 308. Fondo di solidarietà per le famiglie dei lavoratori vittime di incidenti mortali sul lavoro.

    Pubblicata sul BUR Lazio n. 21 del 06/06/09 la Deliberazione n. 308 del 30/04/09 che istituisce il Fondo regionale di solidarietà destinato all’erogazione di contributi straordinari una tantum, ai familiari di lavoratori deceduti a causa di infortunio sul lavoro. I contributi saranno erogati per gli incidenti mortali occorsi a partire dal 01/01/09; non saranno cumulabili con interventi analoghi di altre Regioni o Province autonome ma integreranno i benefici previsti dal Fondo nazionale. L’INAIL curerà la raccolta della richieste; la Deliberazione, infatti, approva anche lo schema di Protocollo di Intesa, per la sottoscrizione degli impegni e delle modalità operative di realizzazione dell’intervento previsto, da parte della Regione Lazio e della Direzione regionale del Lazio dell’INAIL.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |01/06/2009|

    Corso di formazione per "OPERATORE SOCIO SANITARIO".

    Bando per l'ammissione di n° 20 allievi al corso di formazione professionale per "Operatore Socio Sanitario", il progetto è cofinanziato dall'Unione Europea.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |26/05/2009|

    30 maggio. Scadenza richieste di finanziamento lettera B (punti 3 e 4 e punto 5b) e lettera E della D.G.R. 560/2008.

    Entro il 30 maggio vanno presentate le richieste per: - la gestione di strutture residenziali socio-assistenziali pubbliche per anziani (riferimento: lett. B3 della D.G.R. 560/2008) - il finanziamento di interventi da parte dei Comuni sedi di prevenzione e pena, finalizzati alla risocializzazione di detenuti ed ex detenuti (rif.: lett. B4 della D.G.R. 560/2008) - il finanziamento di specifici progetti comunali concernenti interventi relativi a situazioni di emergenza non rientranti nei piani di zona distrettuali e non compresi tra gli interventi finanziati con la l.r. 6/2004 (rif: lettera B5-b1 della D.G.R. 560/2008) - la gestione di gruppi appartamento per minori anche in riferimento ai gruppi appartamento di semiautonomia (rif. lettera B5-b2 della D.G.R. 560/2008) - la gestione di strutture residenziali socio-assistenziali per minori in stato di bisogno, abbandonati o esposti al'abbandono (rif.: lettera B5-b3 della D.G.R. 560/2008) - l'erogazione da parte dei Comuni dei servizi di mensa sociale e accoglienza notturna (rif.: lettera E della D.G.R. 560/2008) Ogni richiesta di finanziamento deve essere spedita singolarmente, indicando sulla busta il riferimento alla DGR 560/2008, alla lettera e all'ambito per cui si presenta il progetto. Ad esempio: - "DGR 560/2008 Lettera B3: Strutture residenziali per anziani" - "DGR 560/2008 Lettera B4: Interventi per la risocializzazione di detenuti ed ex detenuti" - "DGR 560/2008 Lettera B5-b1: Situazioni di emergenza" - "DGR 560/2008 Lettera B5-b2: Gestione di gruppi appartamento per minori" - "DGR 560/2008 Lettera B5-b3: Gestione di strutture residenziali socioassistenziali per minori" - "DGR 560/2008 Lettera E: Servizi di mensa sociale ed accoglienza notturna" L'indirizzo al quale presentare le richieste è: Assessorato alle Politiche Sociali, Direzione regionale Servizi Sociali, Viale del Caravaggio 99, 00147 Roma. Per informazioni tel. 06.5168.8264


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |22/05/2009|

    Norme per il sostegno di azioni di prevenzione e contrasto alla violenza alle donne.

    Pubblicata sul B.U.R. Lazio del 21.05.2009, n. 19 - Parte Prima la Legge Regionale n. 16 del 14 maggio 2009 con la quale la Regione Lazio riconosce che la violenza contro le donne costituisce violazione dei diritti umani fondamentali, dell'integrità fisica e psicologica, della sicurezza, della libertà e della dignità. La Giunta Regionale, con deliberazione da adottarsi entro sessanta giorni dalla entrata in vigore della Legge Regionale determinerà i criteri e le modalità di concessione dei finanziamenti.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |14/05/2009|

    Immigrazione, Piano 2008: fondi per il 3° settore. Comunicato stampa del 12/05/2009

    L’aumento degli stranieri regolari residenti nei 91 Comuni della Provincia di Frosinone richiede un’attenta valutazione per meglio orientare l’attuazione delle politiche di accoglienza e di integrazione. L’Amministrazione provinciale di Frosinone, in stretta collaborazione con le Autorità preposte e con gli Enti pubblici e del 3° settore, ha realizzato interventi volti a migliorare le condizioni di accesso ai servizi da parte degli immigrati, diffondendo informazioni sulla normativa italiana in materia di immigrazione, sui diritti e doveri dei cittadini, con il contributo di mediatori linguistici e culturali e degli operatori del Segretariato sociale. Recependo le linee guida regionali approvate con la D.G.R. n. 792 del 31 Ottobre 2008, è stato predisposto quanto necessario per la presentazione dei progetti per gli interventi socioassistenziali e per il 3° settore, nell’ambito del Piano provinciale 2008 di cui al D.Lgs. 286/98. L’’associazionismo degli stranieri, nella società italiana dal 1990 a oggi, rappresenta un’occasione, una corsia preferenziale oppure un freno per l’integrazione? In mancanza di studi organici sulle Associazioni e sulla loro capacità o meno di rappresentare le varie comunità di riferimento, sui servizi e sulle attività svolte, sul loro radicamento sul territorio, sul numero di iscritti ecc., possiamo constatare che ciò è dovuto anche al fatto che si tratta di una realtà mutevole, in continuo movimento e trasformazione, non ancora del tutto riconosciuta in ambito istituzionale, talora informale, precaria e proprio in virtù di queste caratteristiche non facilmente analizzabile con gli strumenti della ricerca sociale. Resta però il fatto che l’evoluzione “naturale” dei modelli associativi è quella di tendere verso forme e modelli in grado di favorire i processi d’integrazione degli immigrati: dal gradino più basso occupato dai gruppi informali a base parentale e amicale verso realtà strutturate con una certa affidabilità e trasparenza, due requisiti indispensabili per l’iscrizione ai vari albi comunali, regionali e nazionali “Il nostro ideale” afferma il Consigliere Provinciale Delegato alle Politiche Migratorie, Franco Tanevini “è quello di associazioni che sappiano interpretare il ruolo di interlocutori tra le istituzioni autoctone e le comunità straniere presenti sul territorio provinciale”. Nell’avviso pubblico relativo al Piano provinciale 2008, disponibile sul sito della Provincia di Frosinone all’indirizzo www.provincia.fr.it è prevista l’assegnazione di risorse a soggetti del 3° settore per diffondere la conoscenza della lingua italiana per adulti, per promuovere la diffusione delle informazioni relative alla legge sull’immigrazione, per promuovere il mantenimento dell’identità culturale per le seconde generazioni, per favorire relazioni positive tra cittadini italiani e immigrati, per facilitare l’inserimento degli immigrati nella vita del paese, per evidenziare l’apporto positivo dell’immigrazione all’economia del nostro paese, per promuovere un’immagine positiva dell’esperienza dell’immigrazione nel nostro paese, per privilegiare la formazione dei leader delle associazioni di immigrati, per garantire forme di sostegno alle rappresentanze delle comunità degli stranieri.” I progetti dovranno pervenire alla Provincia di Frosinone, Uff. Immigrazione, piazza Gramsci 13 – 03100 Frosinone, entro il 3/6/2009. Per informazioni sui bandi e sulle modalità di presentazione degli stessi si può contattare l’Ufficio Immigrazione al numero 0775 859423.Fonte: sito Amministrazione Provinciale di Frosinone


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |08/05/2009|

    Libro Bianco sul futuro del modello sociale - La vita buona nella società attiva.

    “La vita buona nella società attiva”: è questo il titolo del Libro Bianco sul futuro del modello sociale approvato dal Consiglio dei Ministri il 6 maggio 2009 e presentato dal Ministro Sacconi a Palazzo Chigi. Il Libro Bianco raccoglie le indicazioni del Libro Verde presentato nel 2008 e i contributi giunti al Ministero a seguito della consultazione pubblica che il Libro Verde ha avviato. Il Libro Bianco è composto da sette capitoli: - Lo scenario attuale e le grandi tendenze - I limiti e le potenzialità del modello sociale italiano - I valori: persona, famiglia, comunità - La visione: il nuovo modello delle opportunità e delle responsabilità - Meriti e bisogni - La sostenibilità del modello sociale - Conclusioni Il Libro Bianco è disponibile sul sito www.lavoro.gov.it/lavoro/


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |04/05/2009|

    16 maggio - Corso di formazione organizzato da CESV Frosinone sul tema degli aspetti giuridici, amministrativi e fiscali di una OdV.

    Si svolgerà dal 16 maggio un corso di formazione organizzato dalla Casa del Volontariato di Frosinone sul tema degli aspetti giuridici, amministrativi e fiscali di una Organizzazione di Volontariato, rivolto a tutte le OdV, iscritte e non al Registro Regionale del Volontariato, che svolgono la loro attività nel territorio della provincia di Frosinone. L’obiettivo è fornire le indicazioni fondamentali per consentire ai partecipanti di comprendere ed affrontare con competenza la gestione giuridica e amministrativa delle organizzazioni. Il corso è gratuito e le lezioni si terranno presso la Casa del Volontariato di Frosinone in Via Pierluigi da Palestrina 14. Per iscriversi è necessario compilare e inviare all’indirizzo mail infofrosinone@cesv.org oppure al fax 0775.889054 la domanda di partecipazione che si trova allegata entro il 10 maggio. Per ulteriori informazioni è possibile contattare Marcello Nifosi: tel.0775260390 e fax 0775.889054.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |28/04/2009|

    Prorogata al 30 giugno la scadenza per chiedere il bonus elettrico arretrato.

    60 giorni in più per presentare al Comune di residenza la domanda per il beneficio retroattivo 2009 e 2008.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |21/04/2009|

    Città di Frosinone. Istituito lo sportello di informazione e di consulenza scolastica e professionale per gli adolescenti stranieri immigrati.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |31/03/2009|

    "Rapporto sulla strategia nazionale per l’inclusione, la protezione sociale e le cure a lungo termine 2008 – 2010"

    Si è conclusa la stesura del "Rapporto sulla strategia nazionale per l’inclusione, la protezione sociale e le cure a lungo termine 2008 – 2010”.Il documento è stato redatto dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, con il contributo delle altre amministrazioni competenti, delle Regioni, attraverso un processo di confronto con le organizzazioni sociali ed i sindacati. Fonte Ministero delle Politiche Sociali.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |31/03/2009|

    Istituzione del reddito minimo garantito.

    E' stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio, 28.03.2009 n.12 Parte prima, la Legge n.4 del 20 marzo 2009 recante ad oggetto "Istituzione del reddito minimo garantito". Nel concreto il provvedimento sarà un valido strumento di sostegno al reddito, in favore dei disoccupati, inoccupati o precariamente occupati. Per l'attuazione della Legge occorrerà attendere la pubblicazione del regolamento, che la Regione adotterà entro sessanta giorni dalla sua pubblicazione.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |25/03/2009|

    D.G.R. n. 560/2008. Attribuzione finanziamenti – lettera B) punto 5, lett. b) e lettera E). Es. finanz. 2008.

    La Regione Lazio, con D.G.R. n. 68 del 6 febbraio 2009 pubblicata sul B.U.R.L. n. 10 Parte prima del 14.03.2009, ha approvato il Piano degli interventi di cui al comma 1 dell’art. 12 della legge regionale n. 26/2007, finalizzato alla lotta della povertà e dell’esclusione sociale ed azioni a sostegno delle persone anziane in difficoltà. In particolare con il succitato atto e tenuto conto della D.G.R. 25 luglio 2008 n. 560 lett. B) punto 5, lettera b), (interventi per situazioni di emergenza sociale in ambito comunale) e lettera E), (servizi di mensa sociale ed accoglienza notturna), la Regione Lazio ha assegnato per l’esercizio finanziario 2008 i finanziamenti, riportati nella tabella (file allegato)che segue, ai Comuni del Distretto Sociale “B” che ne hanno fatto richiesta. Si precisa, che trattasi dei finanziamenti per i quali i Comuni hanno presentato le richieste entro il 29 settembre 2008. Ricordiamo che per l’esercizio finanziario 2009 le medesime richieste dovranno essere presentate entro il 30.05.2009.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |18/02/2009|

    Servizi erogati a favore dei minorati della vista.

    L'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS ha ottenuto, dalla Regione Lazio - Assessorato alle Politiche Sociali, il finanziamento per un progetto dal titolo "Accessibilità e minorazione visiva: metodi, mezzi e innovazione". L'iniziativa prevede la realizzazione di servizi a favore di persone con problemi di vista, oltre all'aggiornamento e la formazione di nuovi operatori. Qualora ci fossero persone cieche o ipovedenti interessate ad avere informazioni sui servizi presenti sul territorio provinciale possono rivolgersi alle sedi dell'Unione Italiana Ciechi di: Frosinone, Via M.T. Cicerone, 120 - tel. 0775/270781; Cassino, Via Abate Aligerno, 71 - tel. 0776/311866; Sora, Via G. D'Annunzio, 4 - tel. 0776/839078


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |09/02/2009|

    Comune di Frosinone.Un questionario contro la pubblicità ingannevole.

    Questionari per l'educazione al consumo, per difendersi dalla pubblicità ingannevole e subliminale. In un mese distribuiti nelle scuole e nei centri anziani della provincia, i questionari monitoreranno la situazione tra le fasce potenzialmente più soggette: anziani e giovanissimi in età scolare. Si tratta di un progetto finanziato nel 2007 dalla Regione Lazio che verrà messo in atto, a Frosinone, dalla Lega Consumatori e dall'Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Frosinone di Massimo Calicchia. Oltre ai due canali preferenziali indicati, potranno accedere alla compilazione dei questionari, tramite il sito internet del comune di Frosinone, tutti i cittadini interessati. La pubblicità è sicuramente qualcosa di positivo - ha affermato L'Assessore Massimo Calicchia - ma tutti noi quotidianamente siamo soggetti a trucchi, pensiamo per esempio alle telefonate strategiche alle ore dei pasti, ai banner telematici o magari alle offerte al supermercato che in realtà non sono tali. Bisogna imparare a difendersi. Sono diversi, infatti, i tipi di inganni nel quale può cadere il cittadino, tuttavia tutti già segnalati con appositi articoli del codice del consumo in materia di pubblicità: parliamo di pubblicità ingannevole, comparativa, subliminale e occulta.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |04/02/2009|

    Pubblicazione del testo finale della proposta di l.r. sui servizi sociali trasmesso dalla Direzione Regionale Servizi Sociali.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |02/02/2009|

    Prevenzione della violenza di genere, progetto VEGA.

    Le informazioni sul progetto VEGA, finalizzato alla prevenzione della violenza di genere, di cui la provincia di Frosinone è soggetto capofila, sono riportate nel file in allegato. Info: Ufficio Politiche sociali tel. 0775.2525214 Fonte: sito Provincia di Frosinone


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |27/01/2009|

    Ricovero in RSA, cambio di residenza, chiarimenti vari.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |21/01/2009|

    Ripartizione dei finanziamenti ai comuni del Lazio per interventi socio-assistenziali nel settore dell'emigrazione.

    La Regione Lazio, con determinazione del Direttore 29 settembre 2008 n. 3370, ha ripartito le somme occorrenti per gli interventi socio-assistenziali in favore degli emigrati che rientrano definitivamente nel territorio della Regione, stabilite sulla base delle richieste pervenute dalle Amministrazioni Comunali alla data del 29 settembre 2008 e secondo i criteri e la misura dei contributi finanziari di cui alla D.G.R. n.60/07. Nel territorio del Distretto B è stato assegnato al Comune di Veroli un importo pari a € 2.291,14.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |21/01/2009|

    Frosinone - Riapre la ludoteca comunale "Acuna Matata".

    Dopo un periodo di interruzione, dovuto ad inagibilità dei precedenti locali di via Sellari, riapre la ludoteca comunale "Acuna Matata" presso i locali siti all'interno del Centro Polivalente in v.le Mazzini, sopra la piscina. Da lunedi scorso il servizio è di nuovo aperto al pubblico, presso la nuova sede provvisoria.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |02/01/2009|

    Proroga dei termini per la presentazione delle domande per ottenere la Social Card.

    Si potrà ottenere presentando la domanda alle Poste fino al 28 febbraio 2009 la prima "ricarica", quella da 120 euro, della carta acquisti destinata ai cittadini non abbienti. Sarà infatti emanato a giorni un decreto in preparazione al ministero dell'Economia che proroga di due mesi il termine entro cui chiedere la social card per ricevere l'accredito dei 120 euro di arretrati del 2008 (cioè i 40 euro di ottobre, novembre e dicembre). In pratica, i destinatari della carta (anziani con almeno 65 anni e famiglie con bambini minori di tre anni con reddito basso) che non hanno ancora presentato i moduli per la domanda alle Poste potranno rimediare nei prossimi due mesi senza perdere la prima ricarica. Né la seconda: oltre ai 120 euro di arretrati riceveranno gli 80 euro per i primi due mesi del nuovo anno. Sarà così accolta la richiesta di proroga avanzata da più parti. L'allarme è stato lanciato nei giorni scorsi dalle Acli, che hanno sostenuto la necessità di allungare i termini in considerazione del ritardo con cui l'operazione "carta acquisti" è partita (il 1° dicembre anziché il 1° ottobre). E ieri, da ultimo, la proroga è stata sollecitata anche dall'Ugl. A beneficiare del rinvio potrebbero essere in tanti, dato che le richieste sinora presentate alle Poste non coprono neanche la metà della platea dei beneficiari individuata dal ministero dell'Economia. Infatti, dei potenziali destinatari (1,3 milioni) sinora meno di 400mila hanno chiesto la carta alle Poste e, entro oggi, in 330mila avranno a disposizione la prima ricarica. Lo si ricava dai dati diffusi ieri dall'Inps, l'ente incaricato di verificare che i richiedenti abbiano i requisiti per la social card e poi di autorizzare l'accredito. In totale, sono 520mila le pratiche "girate" fino a ieri dalle Poste all'Inps. Di queste, 330mila si chiuderanno con la ricarica entro oggi, 52mila sono in attesa di essere validate, mentre 130mila sono state respinte perché i richiedenti superavano – in alcuni casi di molto – il limite di reddito fissato (6mila euro, che sale a 8mila per chi ha almeno 70 anni). Altre 8mila richieste non sono state soddisfatte perché i dati anagrafici mancavano o erano incompleti: ma gli interessati potranno integrare la modulistica. Tutti i richiedenti – ha assicurato l'Inps – riceveranno una lettera sull'esito della verifica: se la domanda venisse respinta, saranno comunicate anche le motivazioni. L'Inps, comunque, conferma che i tempi dettati dall'Economia per esaminare le pratiche vengono rispettati: le domande sono analizzate entro 24 ore dalla loro presentazione alle Poste e le carte autorizzate sono ricaricate entro i due giorni lavorativi successivi.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |17/12/2008|

    Sistema di Gestione Agevolazioni Tariffe Energetiche - Nota esplicativa per i Comuni.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |09/12/2008|

    Bonus famiglia, modelli in rete. Tutto pronto per le domande.

    Tutto pronto per il bonus famiglia. Sono stati approvati, con un provvedimento del direttore dell'agenzia delle Entrate i due modelli per la richiesta dell'agevolazione. Modelli e provvedimento di approvazione sono già sul sito delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it). I moduli sono due: uno per la richiesta a sostituto d'imposta ed enti pensionistici, l'altro per la richiesta alle Entrate. Il beneficio può variare da 200 a 1.000 euro in base alla condizione di chi lo richiede. I modelli definitivi, rispetto alle bozze, presentano un'indicazione più comprensibile e schematica dei redditi significativi. Occorre ricordare che il bonus famiglia non costituisce reddito nè a fini fiscali, nè previdenziali, e nemmeno ai fini del limite di reddito per beneficiare della social card. Sono esclusi in ogni caso dal bonus piccoli imprenditori e professionisti. La partita Iva, anche per una piccola attività d'impresa, arte o professione, esclude l'accesso al bonus. Esclusi anche i titolari di reddito d'impresa o lavoro autonomo derivante da partecipazione in società di persone, commerciali o artigianali, in studi associati fra professionisti o in società di capitali. Il bonus può essere chiesto dai cittadini residenti, lavoratori e pensionati, incluse persone non autosufficienti, che fanno parte di una famiglia qualificata come a basso reddito. Reddito che non deve comunque superare, complessivamente, la soglia dei 35 mila euro l'anno. Il reddito complessivo familiare si calcola sommando i redditi dei componenti del nucleo. La norma offre un'alternativa: si può fare riferimento al reddito 2007 o 2008. In base alla scelta, cambiano i termini di presentazione della domanda ed erogazione del bonus. Se la richiesta si esegue in base al reddito 2007, la domanda va presentata entro il 31 gennaio 2009 al proprio sostituto d'imposta. Nei casi in cui il beneficio non possa essere erogato dal sostituto d'imposta, ad esempio perchè il richiedente ha redditi da attività commerciali o di lavoro autonomo esercitato occasionalmente e redditi fondiari, la richiesta può essere presentata, direttamente o tramite intermediari abilitati, alle Entrate, entro il 31 marzo 2009. Se la richiesta si esegue in base al reddito 2008, la domanda va presentata entro il 31 marzo 2009 al proprio sostituto, la richiesta può essere presentata: direttamente o tramite intermeddiari abilitati, alle Entrate, entro il 30 giugno 2009; con la dichiarazione dei redditi 2009. Fonte: Il Sole 24 ore del 06.12.2008.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |09/12/2008|

    Bonus energia. Gestione iter procedurale da parte dei Comuni attraverso il sistema SGATE.

    Per la gestione della procedura finalizzata alla compensazione della spesa sostenuta per la fornitura di energia elettrica, l’Anci, attraverso una convenzione con l’Autorità per l’energia elettrica ed il gas, ha predisposto un software denominato SGATE (Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Elettriche). SGATE rappresenta il Sistema Nazionale che consente di gestire l’intero iter individuato dal Decreto del 28/12/2007 necessario ad attivare il regime di compensazione a favore dei cittadini in possesso dei requisiti di ammissibilità. SGATE semplifica, infine, gli obblighi legislativi in carico al Comune il quale è tenuto esclusivamente a registrare i dati della richiesta presentata dal cittadino nella banca dati certificandone la residenza ed il numero dei componenti la famiglia anagrafica. La sperimentazione attualmente in corso, permette l’impiego del sistema SGATE in anticipo rispetto all’avvio sull’intero territorio nazionale. In allegato è disponibile una bozza della delibera per il Comune che intende aderire alla fase di sperimentazione. Alla delibera, che deve essere inviata a mezzo fax al servizio di assistenza, va affiancata la nomina del dipendente comunale a cui saranno assegnate le credenziali di accesso al sistema SGATE. Per ulteriori informazioni: www.sgate.anci.it oppure www.autorità.energia.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |09/12/2008|

    Bonus energia, definiti i prospetti per le richieste.

    Sono pronti i modelli per fare richiesta, al proprio Comune di residenza, del bonus sociale sull'energia elettrica introdotto per le famiglie disagiate dalla Finanziaria 2006 (articolo 1, comma 375 della legge 266/05, attuato dal decreto del ministero dello Sviluppo economico del 28 dicembre 2007). Ci sarà un mese di tempo in più, per richiedere l'agevolazione relativa al 2008: il bonus retroattivo sarà riconosciuto a tutti coloro, che, avendone diritto, presenteranno la domanda entro il 31 marzo 2009 (e non più entro il 28 febbraio, come previsto in un primo momento dall'Anci e dall'Autorità per l'energia elettrica e il gas). Lo sconto sulle bollette sarà riconosciuto anche ai cittadini stranieri, purchè residenti nel Comune e titolari di una fornitura dii energia elettrica. Il nuovo regime di protezione (che, nel quadro della liberalizzazione del mercato elettrico, ha preso il posto della vecchia tariffa sociale) dovrebbe garantire un risparmio del 20% sulle bollette alle famiglie che hanno un Isee (indicatore di situazione economica equivalente) di valore inferiore o uguale a 7.500,00 euro. Ai titolari della social card sarà riconosciuta automaticcamente anche l'agevolazione sull'energia. Il valore dello sconto sarà differenziato in base alla consistenza del nucleo familiare: per il 2008 sarà di 60 euro all'anno per un nucleo familiare di 1-2 persone, 78 euro all'anno per 3-4 persone, 135 euro all'anno per un numero di persone superiore a quattro. Il bonus è previsto anche per le famiglie presso cui vive una persona costretta a usare apparecchiature elettromedicali per restare in vita. In questo caso, il risparmio in bolletta è di 150 euro all'anno. I due bonus, per disagio economico e fisico, sono cumulabili, e sono compatibili con la fruizione degli altri benefici anti-crisi previsti dal Governo attuale. Alla richiesta del bonus per il disagio economico, bisogna allegare la fotocopia dell'attestazione del valore Isee del proprio nucleo familiare e la fotocopia del documento di identità. Per richiedere il bonus per il disagio fisico, è necessario allegare anche la certificazione Asl o l'autocertificazione che attesti la necessità di usare apparecchiature salvavita. Fonte: www.ilsole24ore.com


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |05/12/2008|

    Corso di Tai Ji Quan - Progetto per portatori di disordini dell movimento (Parkinson - Alzheimer - Sclerosi multipla).

    Sul territorio del Distretto Sociale "B" verrà a breve avviato un corso gratuito di Tai Ji Quan, attività motoria che si propone come terapia per i disordini del movimento e come prevenzione per le patologie neurologiche più comuni, quali il morbo di Parkinson, il morbo di Alzheimer, la sclerosi multipla e le malattie cerebrovascolari. Il progetto, proposto dall'Associazione di volontariato "La regola d'oro" ed inserito nel Piano di Zona 2008 -2010 - progetto n. 17, nasce da uno studio condotto dall'Università degli Studi di Cassino e si avvale della collaborazione dell'U.O.C. Neurologia dell'Unità Sanitaria Locale di Frosinone, nella persona del Direttore Dott.ssa M.G. Lovaste-Perlini. La pratica di questa attività motoria, che diffonde stili di vita attivi e si afferma come terapia sociale, mira a ridurre in larga scala i disturbi del movimento legati a problemi neurologici comuni caratterizzati da eccesso di movimento o da rallentamento della motilità volontaria ed automatica. La stessa, inoltre, apporta benefici sull'apparato osteoarticolare, sull'assetto posturale, sull'equilibrio e sulla tonicità muscolare ed è, pertanto, idonea anche a persone che vogliono accelerare il recupero da traumi pre e post-operatori o risolvere semplici dolori muscolari ed affinare equilibrio, coordinazione e ritmo. Il corso è gestito dalla scuola CXWTA - Italia, riconosciuta dall'Unione Italiana Sport per Tutti e si rivolge a persone di qualsiasi età con patologie congenite o acquisite allo stato lieve/moderato. Il medesimo corso non è consigliato, invece ai casi in cui la malattia si trova in uno stadio molto avanzato. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi direttamente all'Associazione "La regola d'oro" - Tel. 335/6269316 (Dott. Mario Iadicola) o al Comune di Frosinone - Tel. 0775/265458 - 340/4240522 (Sig. Marco Torrice).


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |02/12/2008|

    Varato dal Governo il bonus famiglia per aiutare le famiglie alle prese con la crisi economica.

    Ancora pochi giorni e spunteranno i moduli con cui richiedereil bonus varato dal Governo per aiutare le famiglie alle prese con la crisi economica. Tutto è contenuto all'inizio del decreto legge approvato venerdì scorso in Consiglio dei ministri: un articolo, tre pagine e 23 commi che delineano i contorni del beneficio e che precisano un aspetto non secondario: la possibilità di cumularlo con la social card. Il bonus sarà una tantum (cioè erogato una sola volta) e varierà da 200 a mille euro a seconda del reddito e dei componenti del nucleo familiare che ne farà richiesta. Nel complesso sono stati stanziati 2,4 miliardi di euro e si stima che potranno beneficiarne otto milioni di famiglie. Quando l'agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei cittadini il modulo, sarà possibile consegnare la domanda al proprio datore di lavoro (tecnicamente: il sostituto d'imposta) oppure, nel caso di pensionati, all'Inps o agli altri enti previdenziali. In alternativa, ci si potrà rivolgere - gratis, dice il decreto - a commercialisti, Caf e altri soggetti autorizzati. Fonte: sito www. ilsole24ore.com


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |21/11/2008|

    Accendi l'Azzurro. Accendi una speranza. Sabato 22 e domenica 23 novembre.

    Sabato 22 e domenica 23 novembre, i volontari di SOS Il Telefono Azzurro Onlus saranno presenti in oltre 1.500 piazze italiane per vendere le Candele della Solidarietà. Con il ricavato l'Associazione si propone di potenziare la linea telefonica gratuita 19696 e quella istituzionale 199 151515, che aiutano i bambini abusati e maltrattati. Per trovare la piazza più vicina dove acquistare le candele, è possibile contattare il n. tel. 800 090335 o visitare il sito web www.azzurro.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |17/11/2008|

    Lavoro/La Regione Lazio semplifica le procedure per il collocamento mirato dei disabili.

    E' stato approvato dalla Giunta regionale del Lazio il nuovo "Atto di indirizzo e coordinamento in materia di collocamento al lavoro delle persone con disabilità". Il testo, che recepisce le novità normative in materia, ha la finalità principale di dare maggiore impulso allo sviluppo dei servizi di collocamento mirato, nonchè maggiore certezza agli operatori e agli utenti in merito alle procedure da seguire. Vengono infatti definiti e analizzati il raccordo tra la normativa statale e regionale, i criteri per la formazione delle graduatorie degli iscritti agli elenchi provinciali dei disabili, i criteri generali per il riconoscimento degli incentivi alle assunzioni di persone con disabilità superiore al 66% (o psichica), i requisiti che i soggetti autorizzati a svolgere attività di mediazione tra domanda e offerta di lavoro devono possedere ai fini dell'inserimento lavorativo dei disabili, e, infine, i criteri per la stipula delle convenzioni e dei programmi di inserimento previsti dalla legge 68/99. La Regione, si mostra attenta a sostenere e semplificare il collocamento dei disabili investendo risorse finanziarie e umane ache attraverso l'analisi dei posti di lavoro e un approfondito bilancio delle competenze.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |14/11/2008|

    Tariffa sociale per i consumi di gas.

    Il Ministero dello Sviluppo economico sta lavorando ad un decreto per creare un plafond di 400 milioni per la riduzione delle tariffe del gas alle famiglie numerose o in condizioni di disagio economico. Gli sconti dovrebbero coprire il 15% della spesa sostenuta annualmente dalle famiglie disagiate per pagare le bollette. L'agevolazione dovrebbe funzionare con gli stessi parametri già previsti per il bonus energia elettrica: per accedere, sarà necessario avere un Isee (indicatore di situazione economica equivalente) di 7.500 euro all'anno e presentare domanda al proprio comune di residenza. A differenza dello sconto per l'elettricità, articolato sul numero dei componenti del nucleo familiare (60 euro all'anno per 1-2 persone, 78 euro all'anno per 3-4 persone, 135 euro all'anno per nuclei di oltre 4 persone) , quello sul gas potrebbe prevedere uno scaglionamento basato sulla fascia climatica di appartenenza del Comune. Se la tariffa sociale partirà effettivamente da gennaio, i Comuni dovranno gestire probabilmente una doppia agevolazione con un'unica istanza. Da gennaio infatti, i Comuni dovrebbero cominciare a raccogliere le domande delle famiglie disagiate per gli sconti sulle bollette elettriche. Quelle presentate fino al 28 febbraio 2009, daranno diritto allo sconto anche per il 2008. Fonte: Sole 24 ore del 13 novembre 2008.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |14/11/2008|

    Art.4 L.R. 20/2006. Riparto del fondo regionale per la "non autosufficienza". Esercizio finanziario 2008.

    La Regione Lazio, con determinazione del direttore regionale n. 2280 del 3 luglio 2008, pubblicata sul B.U.R. Lazio del 14 novembre 2008 n. 42, ha provveduto ad approvare il Piano di riparto del fondo per la non autosufficienza relativo all'anno 2008, impegnando in favore del Distretto Sociale "B" la somma di Euro 422.045,16. La somma assegnata verrà utilizzata per le finalità e con le modalità indicate nel dispositivo della DGR n. 601/2007 e nelle Linee guida approvate con la medesima deliberazione.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |10/11/2008|

    Parte dal 2009 il bonus energia per le famiglie disagiate.

    E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.258 del 4 novembre la delibera dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas del 6 agosto che mette nero su bianco le modalità applicative dell'agevolazione. Chi presenta la richiesta entro il 28 febbraio 2009, potrà godere retroattivamente del bonus anche per il 2008. A beneficiare dello sconto sulla bolletta, che va da un minimo di 60 euro a un massimo di 135 euro all'anno, in base ai componenti del nucleo familiare, saranno, secondo le stime dell'Autorità, cinque milioni di famiglie. A certificare il "disagio" che dà diritto allo sconto sarà l'Isee (indicatore di situazione economica equivalente), che tiene conto del reddito del nucleo familiare, del patrimonio mobiliare e immobiliare e del numero dei componenti. Per accedere al bonus, l'Isee non deve superare i 7.500 euro. Bisogna avere poi un contatore di potenza limitata a tre kilowatt. Alla riduzione sulla bolletta ha diritto anche chi è costretto a usare apparecchiature elettromedicali essenziali per restare in vita. La compensazione riconosciuta per il 2008 è, in questo caso, di 150 euro. Un certificato dell'Asl deve attestare la necessità di usare l'apparecchiatura a domicilio, il tipo di macchina installata e l'indirizzo a cui si trova. Se chi vive in questa situazione appartiene a una famiglia disagiata economicamente, le due agevolazioni si sommano. La domanda per ottenere il bonus sull'elettricità (da far valere, in seguito alla deliberazione del mercato elettrico, con qualsiasi operatore), deve essere presentata al proprio Comune di residenza. La piattaforma informatica che servirà ai Comuni per ricevere i dati e trasmetterli alle società fornitrici di energia è già stata messa a punto, ma secondo l'Anci sarà pienamente funzionante da gennaio 2009. L'agevolazione sarà concessa per 12 mesi, salvo rinnovo, se il disagio economico persiste. I modelli di richiesta saranno scaricabili a breve dal sito www.autorita.energia.it. Sulla "Gazzetta" 258 del 4 novembre, è stata pubblicata anche la deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas del 7 agosto che contiene il Testo unico della regolazione della qualità e delle tariffe dei servizi di distribuzione del gas. Fonte Il Sole 24 ore.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Comune : notizia |05/11/2008|

    Servizio Civile presso il Comune di Frosinone.

    Il Comune di Frosinone rende noto che è disponibile la graduatoria dei volontari ammessi a svolgere il Servizio Civile nel progetto "Il Servizio Civile... nel Welfare municipale".


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |04/11/2008|

    Avvio servizio "Spazio Neutro" presso il Centro per la Famiglia/Mediazione familiare.

    Il Centro per la Famiglia/Mediazione familiare a breve avvierà presso la propria struttura il nuovo servizio denominato "Spazio Neutro". Il servizio ha l'obiettivo di fornire un sostegno di natura logistico/relazionale per il mantenimento della relazione tra adulti e bambini onde prevenire la perdita della stabilità e della continuità dei riferimenti affettivi in seguito alla separazione/divorzio dei genitori. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Centro al 0775.212255 o tramite l'indirizzo e-mail mediazione_familiare@libero.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |03/11/2008|

    "Riparto ai Comuni della quota del Fondo per l'attuazione del piano socioassistenziale regionale lettera "a". Esercizio finanziario 2008.

    La Regione Lazio con Determinazione Dirigenziale n. D2900 del 15 settembre 2008 ha stabilito di impegnare ed erogare in favore dei seguenti Comuni afferenti il Distretto Sociale "B" le somme a fianco di ciascuno di essi indicata ai sensi dell'art. 34 comma 1 lettera "a" della L.R. n. 8/2002, della L.R. n. 38/96 e della D.G.R. n. 560/2008. - Amaseno € 34.052,00; - Arnara € 13.689,00; - Boville Ernica € 47.615,00; - Castro dei Volsci € 33.741,00; - Ceccano € 119.051,00; - Ceprano € 46.959,00; - Falvaterra € 5.081,00; - Ferentino € 113.034,00; - Frosinone € 239.772,00; - Fumone € 13.163,00; - Giuliano di Roma € 17.129,00; - Morolo € 19.676,00; - Pastena € 14.880,00; - Patrica € 19.347,00; - Pofi € 26.665,00; - Ripi € 31.422,00; - San Giovanni Incarico € 20.886,00; - Strangolagalli € 14.145,00; - Supino € 29.605,00; - Torrice € 24.682,00; - Vallecorsa € 21.162,00; - Veroli € 118.363,00; - Villa Santo Stefano € 11.925,00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |29/10/2008|

    Convocazione Comitato dell'Accordo di Programma.

    Il giorno 5 novembre 2008, alle ore 10.00 in prima convocazione e alle ore 11.00 in seconda convocazione, presso la sede del comune di Frosinone, Via Armando Fabi, si riunirà il Comitato dell'Accordo di Programma per discutere sul seguente ordine del giorno: - D.G.R. 23.06.2008, n. 439 "Iniziative di abbattimento dei costi dei servizi per le famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro". Definizione criteri per avvio procedure; - L.R. 20/2006. Predisposizione ed approvazione del regolamento per il servizio di assistenza domiciliare integrata in favore di soggetti non autosufficienti residenti nel Distretto Sociale "B"; - D.Lgs. 286/98 - Fondi 2007. Osservazioni preliminari alla predisposizione del piano programmatico 2008. - Varie ed eventuali.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |27/10/2008|

    Fondi per sistema integrato di sicurezza nell'ambito del territorio regionale.

    La Regione Lazio ha approvato, con Delibera di Giunta, il bando per la concessione di contributi per interventi regionali volti a favorire un sistema integrato di sicurezza nell'ambito del territorio regionale, per un totale di 1.850.000 euro. L'Ente provvederà all'approvazione della graduatoria dei progetti e all'erogazione dei relativi stanziamenti. Gli interventi devono riguardare progetti per la realizzazione di campagne informative, spot televisivi o radiofonici, corsi specifici per studenti che divulghino l'idea di sicurezza, pubblicazione di depliant informativi, iniziative contro la violenza sulle donne e che tendano a consolidare sul territorio la presenza di associazioni che si occupano di sicurezza e di protezione civile. Sono anche previsti finanziamenti per i progetti tesi ad arginare il fenomeno del bullismo e del tifo violento, opere di ristrutturazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata, destinati a iniziative sociali. Possono presentare richiesta di finanziamento le associazioni di volontariato, senza fine di lucro, Onlus, che operano nel territorio nelle quali presentano i progetti. Ai fini dell'ammissione ai finanziamenti, sarà data priorità ai progetti di investimenti che risponderanno ai seguenti criteri di valutazione: maggior numero di soggetti beneficiari del progetto, maggiore originalità e innovazione delle tecniche applicate, maggiore efficacia ed efficienza delle iniziative proposte, continuità e strutturazione delle azioni nel territorio. L'erogazione dei contributi avverrà in due rate: la prima pari al 50% del contributo assegnato, a seguito della presentazione alla Regione Lazio della dichiarazione di inizio lavori da parte degli enti interessati; la seconda, pari al restante 50%, a conclusione dell'intervento e dietro presentazione dell'attestazione dell'avvenuta conclusione del progetto corredata della rendicontazione economica. Fonte Regione Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |27/10/2008|

    Fondi per il sostegno dei piccoli Comuni.

    La Regione Lazio, in data 17 ottobre 2008, ha approvato la delibera concernente fondi per 2.500.000 euro per il sostegno dei piccoli Comuni. Tale somma verrà utilizzata per sostenere azioni per lo sviluppo economico e sociale dei Comuni con popolazione fino a 5000 abitanti. Il finanziamento verrà dato a quei Comuni che abbiano già presentato progetti, in forma singola, ralativi a interventi in conto capitale per lo sviluppo socio-economico. Una apposita commissione, istituita dalla Regione Lazio, avrà il compito di redigere per ciascun bando o avviso un'apposita graduatoria. Avranno priorità quelle istanze progettuali dalle quali si evince un incremento occupazionale. 1.500.000 euro verranno impiegati per il finanziamento di progetti presentati dai Comuni nell'ambito del concorso di idee "Diamo gambe alle idee dei piccoli Comuni per lo sviluppo totale". 500.000 euro verranno assegnati per la realizzazione di interventi volti a favorire un sistema integrato di sicurezza nell'ambito del territorio regionale. Infine altri 500.000 saranno utilizzati per il finanziamento dei progetti presentati dai Comuni sulla base dell'avviso "Modalità e termini per l'accesso ai finanziamenti regionali finalizzati ad azioni di sviluppo socio-economico degli enti locali derivate da processo di partecipazione e non finanziati. Fonte Regione Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |20/10/2008|

    In arrivo la "Social Card" anti-rincari.

    Disponibile da dicembre ma con validità retroattiva di due mesi, la Social Card, sarà nell'immediato un valido strumento per pagare bollette Enel (con la tariffa sociale Enel) e del Gas. Successivamente potrebbe essere usata anche nelle catene della grande distribuzione per avere prezzi agevolati. Beneficiari di questo aiuto, da parte del Governo, sono anziani con almeno 65 anni e le famiglie con almeno un figlio sotto i 3 anni e un reddito inferiori ai 6mila euro. L'operazione di distribuzione della Social Card dovrebbe avvenire in due fasi: A novembre l'Inps invierà ai potenziali beneficiari una lettera con il riconoscimento del titolo; a dicembre poi il "bancomat", che sarà ricaricato ogni due mesi (40 euro al mese, per un totale nel 2009 di 480 euro), potrà essere ritirato alle Poste. Nei piani del Governo ci sarebbe anche la "carta fedeltà": buoni Inps da conquistare con la spesa al supermercato per far crescere la pensione accumulata nel fondo previdenziale delle casalinghe.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |20/10/2008|

    Fondi a sostegno dei diritti dei detenuti.

    La Regione Lazio ha approvato il bando contenente "Criteri e modalità per la concessione di finanziamenti per iniziative a sostegno dei diritti dei detenuti del lazio". I progetti finanziati dovranno essere finalizzati al reinserimento sociale e-o accesso al lavoro di persone, adulti e minori sottoposti a misura penale, al miglioramento delle condizioni di lavoro degli operatori penitenziari, al miglioramento della qualità del trattamento intramurario sia degli adulti che dei minori, oltre che dei bambini figli di madri detenute. Questi obiettivi sono perseguiti attraverso l'attuazione di iniziative volte a favorire l'attività lavorativa dei soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale ed a facilitare lo svolgimento dell'attività degli operatori penitenziari nel trattare con la popolazione detenuta soprattutto straniera. La prima rata verrà erogata all'approvazione del progetto, pari al 30% del costo del finanziamento concesso. La seconda rata, corrisponde al 70%, a conclusione del progetto. A tal fine le associazioni beneficiarie del finanziamento dovranno presentare una rendicontazione amministrativa e contabile conforme con le linee guida indicate dalla Regione, pena l'esclusione dell'erogazione della seconda rata ed eventualmente la restituzione delle somme indebitamente percepite. Le attività operative inerenti i progetti dovranno avere inizio entro un mese dalla comunicazione di ammissione al finanziamento e non superiore ad un anno. Una Commissione Tecnica valuterà l'idoneità dei progetti e provvederà a stilare una graduatoria in base all'ambito di intervento per il quale sono stati presentati. Il limite massimo del finanziamento è di € 50.000,00. A parità di punteggio la graduatoria sarà redatta secondo l'ordine crescente dell'importo del finanziamento richiesto.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |17/10/2008|

    Fondi in arrivo a sostegno della popolazione detenuta della Regione Lazio.

    La Regione Lazio ha deliberato interventi, per un totale di € 1.233.250,00 più iva e oneri accessori (esercizio finanziario 2008), a sostegno della popolazione detenuta delle Case Circondariali del territorio. L'importo assegnato a Frosinone è di € 30.000 per la creazione di un'area verde annessa ai locali adibiti ai colloqui dei familiari con i detenuti. Fonte Regione Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |17/10/2008|

    "LazioSpendeBene" - Un paniere di prodotti a euro 9,90.

    La Regione Lazio per far fronte alle crescenti difficoltà delle famiglie della regione ha istituito un paniere di prodotti di prima necessità a un prezzo accessibile , euro 9,90. L'iniziativa denominata "LazioSpendeBene" oltre ad essere un'opportunità dal punto di vista economico ha anche lo scopo di promuovere la qualità dell'agricoltura laziale, grazie alla presenza nel paniere di prodotti tipici, locali e di stagione in oltre 500 supermercati del Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |16/10/2008|

    Influenza: al via campagna vaccinazione per 1 milione 200mila anziani

    La Regione Lazio per la stagione 2008-2009 ha iniziato ieri la campagna di vaccinazione anti influenzale. La Regione, per garantire la gratuità della vaccinazione agli over 65 e a tutti i cittadini tra i 6 mesi e i 65 anni affetti da patologie particolari, ha finanziato la campagna con complessivi 14 milioni di euro del Fondo sanitario regionale. Già espletata la gara per l’acquisto di 1 milione e 200 mila dosi di vaccino, il 6 ottobre scorso ne è stata comunicata la disponibilità a tutti i Direttori generali delle Asl che hanno informato rispettivi distretti e i medici di base della apertura delle procedura di ordinazione. I vaccini stanno arrivando in questi giorni con voluta gradualità poiché le attuali condizioni atmosferiche (con temperature particolarmente miti) sconsigliano l’immediata vaccinazione che, invece, come indicato anche dai medici di famiglia, è opportuno venga effettuata tra la fine di ottobre e gli inizi di novembre. La data del 15 ottobre, infatti, è una data ormai canonica e fissata in via del tutto precauzionale. “Ad oggi non c’è emergenza – ha detto il Presidente Piero Marrazzo – ma ho dato comunque disposizioni alle aziende sanitarie di mettere a punto tutta la complessa macchina della campagna antinfluenzale in modo che già dalla prossima settimana sia nelle condizioni ottimali per rispondere con assoluta tempestiva all’emersione della patologia in modo da ridurre al minimo le situazioni di criticità e il numero dei ricoveri”. L’obiettivo è quello di raggiungere il 75 per cento della popolazione interessata e la verifica dei risultati è affidata all’Agenzia di Sanità pubblica (ASP.) Tra coloro che usufruiranno gratuitamente della vaccinazione figurano i cittadini di età superiore a 6 mesi e inferiore a 65 anni affetti da malattie respiratorie croniche, da cardiopatie, da malattie renali. Sono, inoltre, esentati i diabetici, le donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, cittadini di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti, medici e personale sanitario di assistenza, i familiari a contatto di soggetti ad alto rischio, il personale degli asili nido, delle scuole d’infanzia e dell’obbligo. Vaccino gratis anche per il personale delle Forze dell'ordine, vigili del fuoco e personale della protezione civile o personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte d'infezione da virus influenzali non umani. Il provvedimento indica obiettivi minimi e massimi anche per ciascuna Asl relativi a numero di anziani da vaccinare. Fonte Regione Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |30/09/2008|

    Concessione contributo "una tantum" di Euro 500,00 in favore delle donne residenti nei Comuni del Lazio per ogni figlio nato o adottato nel 2008.

    La Regione lazio con deliberazione della Giunta regionale n. 662 del 19 settembre 2008, in attesa di pubblicazione sul BUR Lazio, ha stabilito,in attuazione delle disposizioni di cui all'art. 54 della l.r. 26/200, così come modificato dall'art. 1 comma 28 della l.r. 14/2008, di erogare un contributo "una tantum" di Euro 500,00 in favore delle donne residenti nei Comuni del Lazio per ogni figlio nato o adottato nel 2008. In allegato è disponibile l'Avviso pubblico e la domanda di contributo. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'Ufficio di Piano - Tel. 0775.265455.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |29/09/2008|

    Interventi per il miglioramento della qualità dei servizi dei consultori familiari.

    La Regione Lazio con deliberazione della giunta regionale 5 agosto 2008, n. 596 pubblicata sul BUR Lazio n. 36 Supplemento Ordinario n. 118 del 27.09.2008, ha previsto interventi per il miglioramento della qualità dei servizi dei consultori familiari, della funzionalità delle strutture adibite a consultori e sperimentazione di interventi innovativi. L'importo complessivo pari ad Euro 7.438.640,00 verrà così ripartito: - A) Euro 4.200.000,00 per l'attuazione di progetti sperimentali e innovativi in attuazione della DGR 937/2007; - B) Euro 2.643.640,00 per interventi di : 1. ristrutturazione e manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili dove i consultori sono ubicati, di proprietà delle A.A.S.S.L.L.; 2. acquisto di attrezzature, con esclusione di quelle sanitarie, e di arredi; 3. informatizzazione; 4. interventi di riqualificazione dei servizi; - C) Euro 195.000,00 per la formazione del personale operante nei consultori (minimo 334 operatori), da attuarsi con l'ASAP. - D) Euro 400.000,00 per una campagna informativa che sarà coordinata, organizzata e gestita dalla Direzione Attività della Presidenza - Area Coordinamento Attività di Informazione e Comunicazione; Gli stanziamenti di cui ai punti A) e B) saranno ripartiti tra le A.A.S.S.L.L. in proporzione al numero di strutture consultoriali sul territorio dell'Azienda stessa. L'erogazione degli stessi sarà subordinata alla presentazione, da parte delle A.A.S.S.L.L., dei progetti ed alla loro approvazione da parte della Direzione Servizi Sociali. I progetti dovranno pervenire, pena l'esclusione dal finanziamento, alla Regione Lazio - Assessorato alle Politiche Sociali - Direzione Servizi Sociali - Area Integrazione socio-sanitaria, Viale del Caravaggio, 99 - 00147 Roma, entro 60 giorni dalla pubblicazione della deliberazione( 27.09.2008).


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |19/09/2008|

    Pubblicate le graduatorie per 50 nuove Sezioni Primavera.

    Sono state pubblicate le graduatorie per il finanziamento di 50 nuove Sezioni Primavera, il servizio attivato dalla Regione Lazio per rispondere alle esigenze educative dei bambini tra i due e i tre anni. Le Sezioni, che vanno ad integrare l’offerta delle scuole dell’infanzia e degli asili nido, e sono anche un importante sostegno a favore dei genitori, apriranno in tutte e cinque le province del Lazio. Nei file allegati è possibile visionare le scuole escluse e quelle della provincia di Frosinone che sono state finanziate e non.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |03/09/2008|

    D.G.R. 25 luglio 2008 n. 560 - lett.G). Finanziamento di servizi sperimentali a carattere residenziale promossi da soggetti del privato sociale.

    Si ricorda che la Regione Lazio per l'esercizio finanziario 2008, con D.G.R. 25 luglio 2008, n. 560 - lett. G), ha inteso destinare una somma non superiore ad Euro 1.000.000,00 al finanziamento di iniziative promosse da soggetti del privato sociale inerenti l'istituzione di servizi sperimentali a carattere residenziale, rientranti nella tipologia di cui alla DGR 498/2008, rivolti ad adolescenti, già inseriti in strutture di accoglienza di tipo familiare ed entrati nella maggiore età, che prevedano interventi finalizzati al raggiungimento dell'autonomia e alla prosecuzione degli studi scolastici e universitari mediante progetti personalizzati e azioni di affiancamento e tutoraggio. I soggetti promotori (organizzazioni di volontariato, cooperative sociali, associazioni di promozione sociale, enti morali, fondazioni, ONLUS) devono: - essere costituiti ed operanti da almeno un quinquennio; - avere sede legale nel territorio regionale; - essere stati riconosciuti con atto amministrativo statale o regionale; - disporre di strutture adeguate alla realizzazione del progetto. I suddetti organismi devono presentare, entro 30 giorni dalla pubblicazione sul BURL della DGR 560/2008 (28/08/2008), le richieste di finanziamento all'Assessorato alle Politiche Sociali, Direzione regionale Servizi sociali, Viale del Caravaggio 99, 00147 Roma. Il contributo massimo erogabile è pari ad Euro 200.000,00. Qualora le risorse non siano sufficienti per finanziare le richieste ritenute ammissibili, l'entità del contributo può essere proporzionalmente ridotta in relazione alle disponibilità finanziarie.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |29/08/2008|

    D.G.R. 25 luglio 2008, n. 560. Linee guida ai Comuni per la realizzazione del sistema integrato regionale di inteventi e servizi sociali.

    La Regione Lazio, con D.G.R. n. 560/2008, nel dettare le linee guida per l'utilizzazione delle risorse per la realizzazione di un sistema integrato di interventi e servizi sociali ha, altresì, fissato la scadenza, per i singoli Comuni, per la presentazione dei progetti, nel termine di giorni 30 dalla pubblicazione sul BUR del citato atto, avvenuta il 28/08/2008. Si richiama l'attenzione dei Comuni sulle possibili fonti di finanziamento regionale per il corrente esercizio finanziario (2008), che riguardano le seguenti tipologie di interventi di esclusiva pertinenza comunale, sinteticamente riassunte: - Continuazione gestione strutture residenziali pubbliche socio-assistenziali per anziani; - Strutture residenziali per minori di cui alla L.R. 40/2001; - Progetti di interesse regionale e/o di interesse sociale; - Servizio di mensa sociale e accoglienza notturna. Per ulteriori informazioni e per ogni utile chiarimento è possibile contattare l'Ufficio di Piano del Distretto Sociale B. (0775/265455)


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |14/08/2008|

    BUR Lazio del 14 agosto 2008, n. 30: pubblicazione di Deliberazioni di Giunta regionale, di interesse per i Comuni del Distretto Sociale B di Frosinon

    Pubblicate sul BUR Lazio n. 30 del 14 agosto 2008 due Deliberazioni di Giunta di interesse per il Distretto Sociale B. Si tratta della DGR 6 giugno 2008 n. 417 e della DGR 23 giugno 2008 n. 439, relative, rispettivamente, ad alcuni adempimenti previsti prossimamente per il Distretto e i Comuni ad esso afferenti. La DGR 417/2008 riguarda la "destinazione budget aggiuntivo ai comuni capofila di distretto per specifiche esigenze dei piccoli comuni di cui alla legge regionale 29 aprile 2004 n.6"; la DGR 439/2008 riguarda invece "iniziative di abbattimento dei costi dei servizi per le famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro". A breve il Distretto Sociale B provvederà a fornire idonea comunicazione ai propri Comuni circa le modalità, le procedure e i tempi per l'attuazione delle Delibere appena pubblicate.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |14/08/2008|

    Corsi di formazione per operatore socio-sanitario (OSS)

    Dopo anni di attesa ripartono in Provincia di Frosinone i corsi di formazione professionale per conseguire la qualifica di operatore socio sanitario (Oss). Gli avvisi pubblici sono stati pubblicati sul sito dell’ Azienda Sanitaria Locale di Frosinone www.asl.fr.it nella sezione "In evidenza". I corsi, approvati dalla Regione Lazio, sono gratuiti e riguardano: corsi di riqualificazione per persone in possesso della qualifica di Assistente domiciliare e dei servizi tutelari (Adest); corsi di riqualificazione per operatori tecnico-assistenziali (Ota) e corsi di riqualificazione riservati agli ausiliari. Le domande di ammissione, redatte in carta semplice e con allegata la documentazione relativa al possesso dei requisiti richiesti, dovranno pervenire presso le sedi dei soggetti attuatori dei corsi, entro il 5 settembre 2008, secondo quanto descritto dai Bandi consultabili sul sito della ASL di Frosinone. Ulteriori informazioni e chiarimenti si possono reperire dal sito internet della Regione Lazio (www.sirio.regione.lazio.it), presso le sedi dei soggetti attuatori dei corsi o presso la sede della Asl di Frosinone (tel. 0775/882674 -882673).


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |01/08/2008|

    Fondi per le persone che soffrono di forme di disagio.

    Nella programmazione triennale dei fondi, la Regione Lazio ha ritenuto prioritario destinare una somma di 6 milioni di euro per ciascuna annualità 2008, 2009 e 2010 all'assistenza economica dei disagiati psichici. L'Assessore regionale alle Politiche Sociali, Anna Salome Coppotelli ha precisato che 5 milioni e 700 mila euro saranno attribuiti agli Enti locali per la continuazione della gestione di strutture residenziali socio-assistenziali pubbliche per anziani per ciascuna annualità 2008, 2009 e 2010. Fonte Regione Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |29/07/2008|

    Linee guida per i Comuni e gli Enti capofila di distretto per l'utilizzazione dei fondi per servizi socioassistenziali nel triennio 2008-2010

    L'Assessore alle Politiche sociali: "Con la riorganizzazione del sistema dei finanziamenti complessivamente disponibili e la programmazione a cadenza triennale, si è voluto agevolare gli enti locali nella pianificazione e nella progettazione degli interventi ed economizzare tempi e risorse". "Abbiamo raggiunto un importante risultato con l'approvazione oggi della deliberazione concernente il Piano di utilizzazione triennale degli stanziamenti e delle Linee guida per i Comuni e gli Enti capofila di distretto " ha dichiarato l'assessore Anna Coppotelli. "Una programmazione regionale triennale per l'utilizzazione degli stanziamenti finalizzati a sostenere e implementare il sistema integrato di interventi e servizi socioassistenziali nel triennio 2008, 2009 e 2010". "Con la riorganizzazione del sistema dei finanziamenti complessivamente disponibili e la programmazione a cadenza triennale, si è voluto agevolare gli enti locali nella pianificazione e nella progettazione degli interventi. Si è fatto anche un notevole passo avanti nell'economizzazione dei tempi e delle risorse. Ciò significa poter dare risposte concrete in tempi brevi ai bisogni dei cittadini". "Inoltre, gli obiettivi che la Regione Lazio si è posti - ha spiegato l'assessore - sono il riordino progressivo della rete territoriale dei servizi sociali in un'ottica di integrazione tra gli interventi socioassistenziali e sociosanitari; il completamento della distrettualizzazione della rete dei servizi, con particolare riferimento alle esigenze dei piccoli comuni; la riconduzione in un unico sistema la pianificazione settoriale e le relative risorse privileggiando la dimensione distrettuale". "Ma soprattutto - ha tenuto a precisare - la realizzazione di un Sistema di qualità sociale, inteso come insieme di regole, procedure, incentivi atti ad assicurare che gli interventi ed i servizi sociali siano adeguati ai bisogni". "Abbiamo portato a termine un lavoro impegnativo nella consapevolezza che la priorità della Regione Lazio è migliorare la qualità della vita dei cittadini. in una prospettiva di inclusione sociale e di piena partecipazione, ottimizzando le risorse disponibili" ha concluso l'assessore Coppotelli. Fonte Regione Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |22/07/2008|

    Pubblicato il monitoraggio delle attività del Centro Servizi "Nuovi Cittadini Immigrati" relativo al I° semestre 2008.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |18/07/2008|

    Progetto "SalvamammeWork" per dare un futuro a 2.700 mamme italiane e straniere residenti sul territorio della Regione Lazio.

    Nasce un progetto di impresa sociale e di formazione per le mamme, promosso da Salvamamme, e finalizzato a dare un lavoro ad alcune delle 2.700 mamme seguite dall’associazione, italiane e straniere residenti o domiciliate nel territorio della Regione Lazio. “Da anni aiutiamo mamme e bambini, in estrema difficoltà, fornendo loro abiti, cibo, assistenza sociale, legale, sanitaria e psicologica – ha dichiarato Grazia Passeri, Presidente di Salvamamme - Ma fino ad oggi il nostro intervento giungeva solo a mettere riparo alle vere emergenze di malnutrizione, povertà, marginalità che mettono in pericolo la vita delle mamme e dei bambini. Oggi, con il progetto SalvamammeWork, diamo un aiuto concreto ad alcune mamme che avranno così la possibilità di lavorare e quindi di uscire stabilmente dall’emergenza. Non più solo il diritto alla vita, quindi, ma ad una vita serena e dignitosa” – ha concluso Grazia Passeri, Presidente di Salvamamme. Per informazioni: Sportelli Salvamamme: Punti di ascolto per ragazze madri e mamme in difficoltà e per chi volesse aiutarci: Tel: 06.35.40.43.51 o 06.35.40.38.23 Lo sportello Salvamamme è attivo anche presso l'Az. Osp. S.Camillo Forlanini a Roma: Tel. 06.58.70.42.75 Website: www.salvabebe.org - Email: diritticivili.2000@tiscali.it - Grazia Passeri - contatti@salvabebe.org NUMERO VERDE SALVABEBE' 800.28.31.10 contro l'infanticidio SOLO PER LE EMERGENZE 24 ore su 24 attivo per la regione Lazio - solo con cellulare per chi chiama da fuori Roma con l'Az. Policlinico “Umberto I” - Università “Sapienza”.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |17/07/2008|

    "Le chiavi di scuola" - Concorso FISH (Federazione italiana per il superamento dell'handicap) ed ENEL Cuore Onlus

    Le buone prassi di inclusione e integrazione scolastica sono l'oggetto del concorso "Le chiavi di scuola", promosso dalla FISH (Federazione italiana per il superamento dell'handicap) e sostenuto da ENEL Cuore Onlus. I consigli di classe che, nel corso dell'anno scolastico 2007/2008, hanno realizzato progetti e percorsi di inclusione scolastica, possono consultare il bando e iscriversi on line al concorso, sul sito www.lechiavidiscuola.it La scadenza per l'iscrizione è fissata al 30 settembre 2008.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |16/07/2008|

    VII edizione - Concorso nazionale di disegno. 20 Novembre 2008 - Giornata Universale sui Diritti dell'Infanzia.

    Il Concorso di Disegno "Diritti a colori" ha lo scopo di promuovere e sostenere i Diritti dei bambini onorando la Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia, approvata dall'Assemblea dell'O.N.U. il 20 novembre 1989. La VII edizione vuole ricordare il diritto: ... al gioco alle attività ricreative e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica. (da art. 31 della Convenzione sui Diritti dell'Infanzia). Il diritto di raccontarsi per mezzo dell'atto creativo, riesce a superare ogni ostacolo di lingua, religione e gruppo sociale. Regolamento, scheda per partecipare e premi: www.dirittiacolori.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |14/07/2008|

    Art. 56 L.R. n. 26/2007. "Fondo per soggiorni estivi in luoghi di villeggiatura per disabili in età evolutiva e adulti". Es. finanziario 2008.

    Con Deliberazione della Giunta Regionale 23 maggio 2008, n. 376 pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 26 - Parte prima del 14.07.2008 la Regione Lazio ha deliberato di: 1) approvare, quale criterio di ripartizione del Fondo, la suddivisione dello stesso in quote, calcolate uniformemente sul numero dei disabili in età evolutiva e adulti residenti nel territorio di ciascun distretto socio-sanitario secondo i dati forniti dall'INPS; 2) approvare il riparto del Fondo di cui all'art. 56 della L.R. 28.12.2007 n. 26, pari ad euro 500.000,00, es. fin. 2008 per la realizzazione di nuovi progetti e per sostenere progetti già esistenti per soggiorni estivi in luoghi di villeggiatura, da inserire nei piani di zona di cui alla Legge 8 novembre 2000, n. 328, in favore di disabili in età evolutiva e adulti di cui all'art. 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, assegnando come contributo a ciascun Comune capofila di distretto socio-sanitario la quota spettante in base al calcolo di cui al punto 1. Per il Distretto Sociale "B", a fronte di un numero di invalidi civili, invalidi con accompagno e minori con indennità di frequenza di 12.925 unità, l'importo assegnato risulta essere pari a euro 17.273,77.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |10/07/2008|

    Confermato anche per l'anno scolastico 2008-2009 anno il servizio educativo per bambini tra 24 e 36 mesi offerto dalle "Sezioni Primavera".

    Il servizio educativo per bambini tra 24 e 36 mesi offerto dalle "Sezioni Primavera", che va ad integrare l'offerta delle scuole dell'infanzia e degli asili nido, sarà garantito dalla Regione Lazio anche per il prossimo anno scolastico prevedendo, tra l'altro, una significativa integrazione, con fondi regionali, del finanziamento statale. Lo scorso anno la sperimentazione nazionale ha coinvolto nel Lazio 1.484 bambini, per un totale di 85 "Sezioni Primavera", delle quali 30 a Roma e le restanti in altri 39 Comuni del Lazio. Le Sezioni Primavera possono essere attivate presso le scuole dell'infanzia statali, comunali e paritarie, o presso gli asili nido, sulla base di un progetto educativo approvato dal Tavolo interistituzionale presso l'Ufficio scolastico regionale e dell'autorizzazione al funzionamento da parte dei Comuni.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |07/07/2008|

    Approvato dalla Giunta regionale il Piano 2008/2009 degli interventi per il diritto allo studio e l'educazione permanente.

    La Regione Lazio mette a disposizione 17 milioni di euro, due in più rispetto all'anno scolastico appena concluso per interventi che riguarderanno il diritto all'istruzione, la disabilità, gli studenti immigrati, l'integrazione, l'orientamento scolastico e il trasporto scolastico. Il Piano avrà ricadute dirette su 713.893 studenti di cui 20.497 disabili e 49.601 immigrati. Tali iniziative si inseriscono in una strategia dell'Assessorato che mira a sostenere la promozione della conoscenza e la fruizione del diritto all'istruzione, contrastando così la dispersione scolastica ed elevando la qualità del sistema scolastico stesso in coerenza con le politiche nazionali e comunitarie. Questa la ripartizione dei fondi. Frosinone: 2.856.000 euro; Latina: 2.040.000; Rieti: 1.870.000; Roma: 8.636.000; Viterbo: 1.598.000.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |01/07/2008|

    Fondo regionale per la concessione di contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione. Annualità 2006

    Con Deliberazione della Giunta Regionale del Lazio n. 300 del 24 aprile 2008, pubblicata sul BUR Lazio n. 24 - Parte prima del 28.06.2008, la Regione Lazio, ai sensi dell'art. 11 della Legge 9 dicembre 1998, n. 431, ai fini della ripartizione del fondo regionale annualità 2006, ha reso noto l'elenco (Tabella A) formato da 105 comuni con l'attribuzione delle risorse assegnate a ciascuno di essi. Per i comuni afferenti il Distretto Sociale "B" hanno ottenuto risorse i seguenti comuni:Frosinone - euro 1.116.705,83; Ceccano - euro 61.834,76; Ferentino - euro 37.542,53; Morolo - euro 35.334,15; Ripi - euro 19.875,46; Veroli - euro 35.334,15. Ai sensi dell'art. 80 comma 20, 21 e 22 della Legge 23 dicembre 2000, n. 388 (Tabella B), gli stessi comuni possono destinare fino al 10% delle risorse attribuite, alla locazione di immobili per inquilini in particolari condizioni socio abitative.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |30/06/2008|

    Disabilità - Nuovi assegni per i nuclei familiari con almeno un disabile.

    Nella G.U. n. 132 del 7 giugno 2008 è stato pubblicato il decreto 25 marzo 2008 della Presidenza del Consiglio dei MIinistri /Dipartimento per le politiche della famiglia recante la rideterminazione degli importi annuali degli assegni a favore dei nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore in cui sia presente almeno un inabile, nonchè dei nuclei familiari con entrambi i genitori senza figli minori e con almeno un figlio maggiorenne inabile (Tabella A) e degli assegni a favore dei nuclei familiari con un solo genitore e almeno un figlio minore in cui sia presente almeno un inabile, nonchè dei nuclei familiari con un solo genitore senza figli minori e con almeno un figlio maggiorenne inabile (Tabella B). Il decreto dispone altresì un aumento del 10% dell'importo degli assegni riguardanti i nuclei orfanili (i superstiti) ed i nuclei senza figli e con componente inabile. I nuovi importi hanno effetto a decorrere dal 1° gennaio 2008. Fonte Anci


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |30/06/2008|

    Giunta Regionale Lazio. Approvazione delibera per la promozione di iniziative a favore di famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro.

    La Giunta Regionale del Lazio ha approvato una delibera per stabilire i criteri e le modalità per l'erogazione e l'utilizzo di 3 milioni di euro, destinato a sostenere le famiglie numerose. Con l'atto, la Giunta intende promuovere e sostenere iniziative per abbattere i costi dei servizi per le famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro , che, nel Lazio, sono più di 15.800. L'obiettivo è migliorare la qualità della vita delle persone, con un sostegno diretto e concreto, assegnato in base alla gravità del disagio del nucleo familiare. Le risorse vengono ripartite tra il Comune di Roma e i Comuni o gli enti capofila di Distretto , in base al numero di famiglie con quattro o più figli residenti, secondo i dati Istat del censimento 2001. I Comuni dovranno fornire informazioni sulle modalità di presentazione delle domande per ricevere i contributi, che potranno essere utilizzati per pagare le utenze, per il trasporto pubblico, per l'iscrizione scolastica, per la mensa scolastica, per l'acquisto dei libri di testo e per il trasporto scolastico. Inoltre, i contributi potranno essere usati per agevolare l'accesso ai servizi sociali territoriali per l'infanzia e l'adolescenza. Al Comune, possono essere indirizzate le domande dai soggetti residenti nel territorio regionale in possesso dei requisiti prescritti: essere membri di un nucleo familiare con almeno quattro figli minori e avere un indicatore ISEE non superiore a 40mila euro. Tutti i membri del nucleo familiare devono essere residenti nel Lazio da almeno tre anni, ottenuti sommando il periodo di residenza in più Comuni del Lazio. I Comuni sono tenuti a diffondere localmente, attraverso mezzi adeguati, le modalità di presentazione delle domande per richiedere il contributo. Le domande devono contenere i dati anagrafici del richiedente e dei componenti il nucleo familiare, nonchè le dichiarazioni attestanti il possesso dei requisiti indicati. L'entità del contributo viene stabilita dal Comune di Roma e dai Comuni o enti capofila di Distretto. Alla valutazione degli stessi enti è affidato il compito di prevedere due diverse fasce di contribuzione in base alla gravità del disagio del nucleo familiare. Una prima fascia dovrà comprendere i nuclei con un indicatore ISEE pari o inferiore a 20.000,01; una seconda fascia dovrà comprendere i nuclei con un indicatore ISEE compreso tra 20.000,01 euro e 40.000 euro. Il Comune di Roma e i Comuni capofila di Distretto devono presentare alla Regione - Assessorato alle Politiche Sociali- Direzione Regionale Servizi Sociali entro il 31 dicembre, una relazione contenente le modalità di gestione delle risorse sulla sperimentazione, le tipologie di intervento finanziate, il numero di famiglie beneficiarie dei contributi economici. Fonte Giunta Informa


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |30/06/2008|

    Individuazione attività necessarie alla riforma delle Ipab e delle ex Eca.

    La Giunta Regionale del Lazio ha individuato le attività funzionali necessarie all'azione di riforma delle Ipab. Tra queste la realizzazione della mappatura completa delle Ipab, comprese le ex Eca (Enti comunali di assistenza), aventi sede nel territorio regionale; la definizione delle attività settoriali; la progettazione di un sistema di monitoraggio delle Ipab e delle ex Eca attrverso la raccolta dei dati secondo un flusso informativo continuo; la realizzazione di uno studio che evidenzi le condizioni di fattibilità in merito alle prospettive di trasformazione delle Ipab in Aziende pubbliche di servizi alla persona. La Giunta Regionale ha affidato questi ed ulteriori interventi finalizzati alla riforma delle Ipab e delle ex Eca a "RisorSa S.r.l." per una spesa complessiva di 300mila euro, esercizio finanziario 2008.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |27/06/2008|

    Approvazione del bando per la presentazione delle domande di contributo ai sensi della L.R. 15/2001 e della DGR del 30 maggio 2008, n. 406.

    La Regione Lazio con Determinazione del Direttore regionale n. 2148 del 17 giugno 2008 pubblicata sul BUR Lazio n. 23 - Parte prima del 21.06.2008 , ha provveduto ad approvare il bando per la presentazione delle domande di contributo da parte dei Comuni singoli o associati, per la realizzazione di interventi volti a favorire un sistema integrato di sicurezza nell'ambito del territorio regionale. Le aree tematiche oggetto degli interventi sono le seguenti: 1)per i programmi di attività: - prevenzione ed inclusione sociale; - educazione alla legalità; - assistenza ed aiuto alle vittime dei reati, 2) per i progetti di intervento: - riqualificazione di aree urbane degradate; - vigilanza e controllo del territorio; - attuazione di servizi di segnalazione delle situazioni di degrado o illegalità. Le domande di contributo devono essere indirizzate, pena l'esclusione, entro il termine perentorio di 90 giorni dalla pubblicazione della determinazione sul BUR Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |25/06/2008|

    DGR n. 499/2006. Stanziamenti per la realizzazione e la ristrutturazione di asili nido e strutture socio assistenziali. Es. fin. 2008.

    Con Determinazione del Direttore regionale del 7 aprile 2008, n. 1355 pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 23 - Parte prima del 21.06.2008, la Regione Lazio ai sensi della DGR 499 del 3 agosto 2006 avente come oggetto "Articolo 15, comma 29, l.r. 5/2006 - Piano di utilizzazione degli stanziamenti per la realizzazione e la ristrutturazione di asili nido e strutture socio assistenziali per gli esercizi finanziari 2006, 2007 e 2008", ha stabilito di impegnare ed erogare, per i comuni del Lazio presenti in graduatoria, la somma complessiva di Euro 2.464.110,97. In particolare, l'Allegato B della citata DGR 499/2006 prevede di impegnare in favore del Distretto Sociale "B" - Comune Capofila Frosinone, un contributo di Euro 250.000,00 per la realizzazione di strutture pubbliche a ciclo residenziale a carattere comunitario rientranti nella tipologia dei gruppi appartamento di cui all'articolo 6, comma 1, lettera b) della l.r. 41/2003. L'Allegato C prevede inoltre di impegnare la somma complessiva di Euro 408.255,07 per le seguenti strutture a ciclo residenziale per minori e per persone con disabilità psichica ubicate nel territorio del Distretto Sociale "B": C.F. "Etnie" (Struttura Privata) - Euro 28.960,00; G.A. "Oasi Amica" (Privata) - Euro 50.000,00; G.A. "Santa Maria Goretti" (Privata) - Euro 50.000,00; G.A. "Il Girasole" (Privata) - Euro 50.000,00; C.F. "La Casa di Alice" (Privata) - Euro 50.000,00; C.F. "Angeli Custodi" (Privata) - Euro 50.000,00; Casa Arcobaleno (Privata) - Euro 38.528,07; Casa Famiglia per adolescenti (Privata) - Euro 50.000,00; "L'Elefante Invisibile"(Privata) - Euro 40.767,00. L'erogazione dei contributi di cui agli Allegati B e C avverrà secondo le seguenti modalità: ALLEGATO B a) il 10% dalla data di esecutività del provvedimento di concessione del finanziamento; b) il 50% alla presentazione del verbale di consegna dei lavori; c) il 30% alla presentazione della dichiarazione del direttore dei lavori, attestante il 50% dello stato di avanzamento dei lavori; d) il 10%, o per il minore importo necessario, a seguito dell'inoltro dell'atto di definizione ed approvazione della spesa complessiva effettivamente occorsa per la realizzazione dell'opera; ALLEGATO C a) il 40% entro 30 giorni dalla data di esecutività del provvedimento di concessione del finanziamento; b) il 60% o per il minor importo necessario, a seguito dell'inoltro dell'atto di definizione ed approvazione della spesa complessiva effettivamente occorsa per la realizzazione degli interventi.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |18/06/2008|

    22 giovani nel servizio civile con Spes e le organizzazioni di volontariato di Frosinone e provincia accreditate.

    Sono 22 i giovani che potranno fare il servizio civile 2008 con Spes, "Centro di servizio per il volontariato del Lazio" e le organizzazioni di volontariato di Frosinone e provincia accreditate. Il Servizio Civile è un’opportunità per i giovani di impegnarsi nella società e crescere le proprie conoscenze e competenze: 1 anno è il tempo di impiego dei giovani volontari; 433 euro è il compenso mensile; 30 ore settimanali è l’impegno richiesto. Si può fare domanda per un solo progetto. La scadenza per candidarsi è alle 14.00 del 7 luglio 2008. Ecco una breve descrizione dei progetti. IL VOLONTARIATO COMUNICA (Frosinone): nel settore Comunicazione di SPES – Centro di Servizio per il Volontariato, dall’aggiornamento quotidiano del portale www.volontariato.lazio.it, all’ufficio stampa, all’attività di realizzazione di siti associativi, fino all’organizzazione eventi. NON LASCIAMOLI SOLI (Frosinone): aiutare l’Associazione "La Regola d'Oro" a potenziare lo sportello informativo all’interno del presidio ospedaliero di Frosinone e l’assistenza domiciliare e ospedaliera. SINERGIE OPERATIVE PER LA PROTEZIONE CIVILE (Ceprano): sostenere l’Associazione "La Benemerita" ANC CEPRANO nella formazione dei volontari, supportare l’organizzazione del lavoro, promuovere la costituzione di progetti di rete tra le organizzazioni e le istituzioni locali, potenziamento delle sale operative e nelle attività di monitoraggio del territorio, prevenzione e sensibilizzazione. FAI VOLARE LA SPERANZA (Amaseno): promozione, sensibilizzazione e raccolta fondi attraverso l’organizzazione di manifestazioni a carattere locale, assistenza ai donatori sia attraverso la gestione degli aspetti burocratici che con l’accoglienza degli stessi, aggiornamento dell’archivio dei potenziali donatori iscritti all’associazione ADMO - Associazione Donatori Midolleo Osseo. IN RETE PER IL MALATO ONCOLOGICO E LA SUA FAMIGLIA (Ceccano): potenziare su base regionale le attività dell’associazione WELLNESS Prevenzione e Salute, che offre al malato oncologico e ai suoi familiari le informazioni relative all’assistenza e al supporto sociale di cui hanno bisogno. UN FARO TRA TERRA E MARE 2008 (Sora): aiutare l’Associazione Il Faro Onlus nel supporto e nel sostegno ai soggetti dipendenti da sostanze psicotrope e ai loro familiari, prevenzione del disagio, gestione della sede di realizzazione del progetto. Per conoscere le caratteristiche di tutti i progetti, scaricare i moduli per candidarsi o avere altre informazioni, visita http://www.volontariato.lazio.it/serviziocivile/spaziogiovani, oppure manda una mail a serviziocivile@spes.lazio.it o telefona allo 06.44702178.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |16/06/2008|

    Servizio Civile Volontario all'Unione Italiana Ciechi e degli ipovedenti.

    L'associazione informa che presso le proprie sedi è possibile presentare domanda per il servizio civile. Sono disponibili 36 posti nelle sedi di Frosinone, Sora, Cassino e Fiuggi, ma il progetto prevede l'impiego di volontari anche nel resto della Provincia. Possono presentare domanda tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto il diciottesimo anno d'età e non abbiano superato il ventottesimo alla scadenza del Bando, prevista per il 7 luglio alle 14.00. La domanda va redatta in carta semplice utilizzando gli Allegati 2 e 3 disponibili presso le sedi dell'Unione Italiana Ciechi corredati da: documento d'identità, codice fiscale, patente di guida, curriculum vitae, diploma ed eventuali altri attestati di corsi svolti. Ulteriori informazioni possono essere richieste agli indirizzi email: uicfr@uiciechi.it e univocfr.org Tre le sedi presso le quali sarà possibile consegnare la modulistica per il servizio civile: a Frosinone in via Marco Tullio Cicerone n 120 tutti i giorni, sabato compreso, dalle 12.00 alle 13.00; a Cassino in via Abate Aligerno n 71 il lunedi', mercoledi' e venerdi' dalle 10.00 alle 12.00; a Sora in via Gabriele D'Annunzio martedi' e sabato dalle 9.00 alle 12.00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |13/06/2008|

    Indagine di CittadinanzAttiva sui comportamenti violenti a scuola.

    Si è conclusa l'indagine sui comportamenti violenti a scuola, lanciata da CittadinanzAttiva nel corso della Campagna Impararesicuri 2007. Una ricerca che ha coinvolto 2.000 medie e superiori dando voce, attraverso una serie di questionari anonimi, a 5.418 studenti e 592 docenti. I dati in essi presenti sono in fase di elaborazione e verranno inseriti in un apposto "Quaderno" che verrà diffuso a partire da metà giugno attraverso il sito www.cittadinanzattiva.it .


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |11/06/2008|

    Corso per Consulenti Familiari

    Anatolè O.N.L.U.S organizza il 4° corso per Consulenti Familiari a Frosinone. Per iscrizioni telefonare 0775-835038 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. E' possibile iscriversi anche via e-mail: consultorio.anatole@libero.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |10/06/2008|

    Riparto ai Comuni del Lazio dei fondi destinati ai progetti di qualificazione dell'attività dei centri anziani comunali.

    La Regione Lazio, con Determina Dirigenziale del 11 aprile 2008, n. 1413, pubblicata il 7-6-2008 sul B.U.R.L n.21 parte prima, impegna ed eroga in favore dei Comuni del Lazio la somma di Euro 6.500.00,00 per progetti relativi alla qualificazione dell'attività dei centri anziani comunali esistenti sul territorio della Regione, somma da suddividere tra i comuni del Lazio in ragione della consistenza della popolazione anziana e del numero dei centri anziani presenti nel territorio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |10/06/2008|

    Disabili in età evolutiva e adulti: stanziati dalla Regione Lazio 500mila euro a sostegno delle famiglie per le spese dei soggiorni estivi.

    Per la prima volta la Regione Lazio ha stanziato fondi a sostegno delle spese sostenute dalle famiglie, per i soggiorni estivi destinati ai disabili. Le risorse verranno assegnate ai Comuni Capofila di Distretto e la loro erogazione sarà subordinata alla verifica dell'effettiva realizzazione dei soggiorni stessi. L'Assessore alle Politiche Sociali, Anna Salome Coppotelli, ha sottolineato la valenza terapeutica dei soggiorni estivi per persone disabili, i quali rappresentano una preziosa opportunità di partecipazione sociale e un sostegno concreto alle famiglie, concorrendo a sollevarle, almeno per un periodo, da un impegnativo lavoro di cura.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |10/06/2008|

    Assegnazione risorse per la continuità di gestione per l’anno 2008 delle Case famiglia per soggetti con handicap grave.

    La Regione Lazio, con Determina Dirigenziale del 2 aprile 2008, n. 1308, pubblicata il 7-6-2008 sul B.U.R.L n.21 parte prima, impegna ed eroga in favore dei Comuni capofila dei Distretti socio-sanitari del Lazio la somma di Euro 2.455.787,00 per assicurare la continuità di gestione fino al 31.12.2008 delle Case famiglia per soggetti con handicap grave. L’importo attribuito al Distretto B del Comune di Frosinone corrisponde a € 226.058,00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |09/06/2008|

    Legge Regionale 23/03. Soggiorni per emigrati anziani - Programma Triennale 2007/2009.

    Il programma Triennale 2007/2009 degli interventi nel settore dell'emigrazione, approvato con la D.G.R. 60/07, ha indicato tra le sue priorità la realizzazione di interventi dal rilevante contenuto sociale, riservando particolare attenzione agli emigrati anziani, specie in condizione economiche disagiate. Tra questi interventi rientrano sicuramente i soggiorni estivi. La motivazione sociale dell'inizativa è quella di consentire, attraverso la permanenza di 15 gg. nella nostra regione, la rivisitazione dei luoghi di origine dopo molti anni di assenza o, in alcuni casi per la prima volta, rinsaldando un legame affettivo già forte. L'Area Politiche Migratorie della Regione Lazio, provvederà, a breve, all'adozione dell'atto formale di programmazione per il 2008, definendo così nel dettaglio anche le modalità di realizzazione dei soggiorni per gli emigrati anziani, quest'anno provenienti dal Nord America, dall'Europa e dall'Australia, il numero complessivo dei partecipanti, orientativamente quantificabile in 300 unità e il contributo regionale a totale copertura della spesa da sotenere. I Comuni del Lazio sono pertanto chiamati a manifestare l'eventuale disponibilità all'organizzazione e gestione dei soggiorni.Le amministrazioni comunali interessate unitamente alla comunicazione dovranno rimettere, nel più breve tempo possibile, un programma organizzativo articolato come segue: a) indicazione del periodo di realizzazione dei soggiorni; b) indicazione delle strutturealberghiere idonee ad ospitare, in regime di pensione completa, i beneficiari dell'iniziativa; c) indicazione delle visite culturali guidate organizzate nel corso dello svolgimento dei soggiorni. Si rappresenta che, secondo quanto indicato nel Programma Triennale 2007-2009, il costo pro-capite giornaliero è stabilito nella misura massima di euro 50,00, comprensivo sia delle spese di soggiorno che di quelle relative al programma culturale.Invece, per quanto attiene le spese per la biglietteria aerea, la copertura delle stesse per gli emigrati anziani provenienti dall'Australia è prevista per un massimo di euro 600,00. In ragione delle finalità dell'iniziativa, nell'effettuare la scelta dell'amministrazione comunale, elementi ulteriori di considerazione saranno: a) lo spessore e la varietà del programma proposto; b) la disponibilità del Comune organizzatore ad anticiparele spese sia per quanto attiene le strutture alberghiere sia per quelle connesse alla biglietteria aerea, successivamente rimborsate per intero, dall'amministrazione regionale; c) la rispondenza del periodo prescelto per l'organizzazione dei soggiorni alla disponibilità rappresentata dalle nostre Associazioni all'estero, incaricate di individuare i destinatari dell'iniziativa; d) il grado di preferenza per la località turistica sede dei soggiorni espressa dai partecipanti, compatibilmente comunque con le esigenze di carattere istituzionale. Una volta individuato il Comune affidatario dell'intervento, allo stesso verrà data formale comunicazione rimettendo copia dell'atto di programmazione annuale, con la conseguente possibilità di apportare modifiche ed eventuali integrazioni al programma elaborato senza, però, alterarne il contenuto essenziale oggetto di istruttoria. Per ulteriori informazioni contattare: Responsabile procedura: Patrizia Di Tullio - Tel 06.51688389 - pditullio@regione.lazio.it Dirigente area: Paolo Menna - Tel 06.51688539 - pmenna@regione.lazio.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |09/06/2008|

    Fondi per 4.500.000 euro per fronteggiare le emergenze socio assistenziali dei piccoli Comuni del Lazio.

    La Giunta Regionale del Lazio con apposita delibera ha assegnato risorse ai Comuni capofila di Distretto per fronteggiare le emergenze socio assistenziali dei piccoli Comuni del Lazio. Il provvedimento è stato voluto per sostenere i Comuni con popolazione inferiore ai 2.000 abitanti che nel territorio regionale sono oltre centosessanta e si trovano ad affrontare concrete emergenze socio assistenziali. Sono state prese in considerazione le esigenze socio-assistenziali connesse alla mancata garanzia dei livelli minimi dei servizi e prestazioni come l'assistenza domiciliare, la tutela della gravidanza e della salute del minore, il sostegno alle persone disabili e agli anziani non autosufficienti. Il 50% delle risorse è assegnato ai Comuni o enti capofila di distretto in base al numero di Comuni con popolazione uguale o inferiore ai 2.000 abitanti presenti nel distretto e il restante 50% in base al numero di abitanti che risiedono nei piccoli comuni. Per il Distretto B il fondo così assegnato, risulta essere pari a 97.823 euro. I Comuni o enti, previo esplicito accordo con ogni singolo comune di pertinenza, dovranno presentare, entro e non oltre il 15 ottobre 2008 - all'assessorato alle Politiche Sociali, Direzione Regionale Servizi Sociali - specifici piani distrettuali di intervento relativi ai piccoli comuni, da inserire nei Piani di Zona per il triennio 2008 - 2010.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |09/06/2008|

    Definizione termine unico di presentazione dei piani distrettuali di zona integrati con altri interventi socio-assistenziali.

    La Giunta della Regione Lazio ha approvato in data 30 maggio 2008 la Deliberazione n° 405 con cui si fissa un termine unico di presentazione per i piani distrettuali di zona integrati dalle programmazioni degli interventi di lotta alla droga, i piani distrettuali per la non autosufficienza e i piani distrettuali di intervento in favore dei piccoli Comuni. Il nuovo termine entro il quale i suddetti piani dovranno essere presentati all'Assessorato alle Politiche sociali, Direzione regionale Servizi sociali, è quello del 15 ottobre.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |03/06/2008|

    Legge 68/99 - Ripartizione del Fondo Nazionale Disabili per garantire l'accesso al Lavoro.

    La Giunta regionale del Lazio ha approvato la ripartizione del Fondo Nazionale previsto dalla Legge 68/99, definendone modalità applicative e le disponibilità finanziarie distribuite per territorio. Le imprese che hanno assunto lavoratori disabili potranno ottenere, attraverso programmi di inserimento mirato, il rimborso degli oneri previdenziali e assistenziali sostenuti, secondo i criteri previsti dalla legislazione di settore. La Regione Lazio erogherà i finanziamenti all'Inps e all'Inail. Per la Provincia di Frosinone il Fondo ammonta ad Euro 146.617,32.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |26/05/2008|

    Centro antiviolenza per donne e bambini vittime di violenza. Resi noti i dati relativi al 2007.

    La Caritas Diocesana di Frosinone, tramite un comunicato stampa, ha reso noto i dati relativi all'attività del Centro nel 2007. Ben 156 sono stati i contatti telefonici, 48 le donne che si sono rivolte direttamente al numero verde antiviolenza, la maggior parte di esse da Frosinone e Ceccano. Le donne hanno raggiunto il Centro antiviolenza anche tramite i servizi sociali e i Centri d'ascolto che la Caritas ha realizzato in ognuna delle 5 vicarie del territorio della diocesi di Frosinone. Delle 48 donne che hanno chiesto aiuto, 6, insieme a 7 bambini, sono state accolte nelle case d'accoglienza della Caritas. Inoltre, i dati evidenziano che il 48% delle richieste provenivano dal Distretto Sociale "B", il 17% dal Distretto "D", il 15% dal Distretto "C", l'8% dal Distretto "A", il 6% da fuori Provincia e un altro 6% da zona non dichiarata. Altri dati riguardano poi il tipo di violenza subita. Il 61% delle donne dichiara di aver ricevuto violenza fisica, il 21% violenza psicologica, il 2% violenza sessuale, il 16% altri disagi. A fronte di questa vera e propria emergenza già a partire dal 2006 la Caritas diocesana, insieme alla Provincia di Frosinone e alla Cooperativa Sociale Diaconia, ha dato avvio ad una serie di risposte concrete di contrasto al fenomeno della violenza e dei maltrattamenti contro le donne. E' stato così costituito e attivato un Centro antiviolenza all'interno del quale opera un'equipe multidisciplinare con l'obiettivo di conoscere, prevenire e intervenire concretamente sul fenomeno. Il Centro accoglie ed ospita temporaneamente donne sole o con figli minori, che hanno problemi di violenza, nel rispetto della segretezza e dell'anonimato. Qui le donne ricevono sostegno ed aiuto attraverso: - affiancamento nella fruizione di servizi quali Forze dell'Ordine, Autorità Giudiziarie e Istituti Scolastici (per minori); - visite mediche; - colloqui con assistenti sociali e psicologi; - pratiche presso i Centri per l'impioego; - consulenza legale. Telefonando al Call Center del Centro (Numero Verde 800-479898) è possibile avere: - colloqui telefonici e personali (garantendo riservatezza e aninimato); - servizi di consulenza psicologica, medica e legale; - informazioni sui servizi sociali e sanitari esistenti nella Provincia di Frosinone ed in altre città italiane; - sostegno in caso di necessità di ricorso al Pronto Soccorso o alle Forze dell'ordine. La telefonata è gratuita. Il servizio funziona 24 ore su 24.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |26/05/2008|

    Contributi alle organizzazioni di volontariato iscritte al Registro regionale.

    Con la Legge Regionale n. 29 del 28 giugno la Regione Lazio finanzia progetti o attività che abbiano una relazione con i servizi di rilevanza sociale. Viene data priorità alle iniziative dirette ala creazione di servizi attualmente carenti o assenti sul territorio. Possono presentare progetti le organizzazioni di volontariato iscritte al Registro regionale. La richiesta di contributo non può superare i 26 mila euro. Scadenza: 30 giugno 2008. Per info: www.csvnet.it


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |23/05/2008|

    Interventi per laziali emigrati e familiari.

    Per il laziali emigrati all'estero e per i loro familiari sono stati stabiliti una serie di interventi. Entro il 2009, verrà organizzata la V Conferenza regionale sull'emigrazione. Parteciperanno i delegati delle Associazioni degli emigrati all'estero, regolarmente iscritte al Registro regionale, della Consulta regionale dell'emigrazione, di tutte le Associazioni nazionali, degli Enti, Istituzioni e organismi che operano nel settore specifico dell'emigrazione, rinviando poi ad un atto successivo le modalità di realizzazione.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |21/05/2008|

    Fondo regionale per la "non autosufficienza". Avviso pubblico e Modulo di richiesta per servizi ed interventi.

    E' possibile scaricare l'Avviso pubblico e il Modulo di richiesta per servizi ed interventi da attivare con il Fondo regionale per la "non autosufficienza" relativo alla scadenza del 30 giugno 2008.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |20/05/2008|

    Cinque per mille bacheca sul web.

    La Finanziaria di quest’anno ha riproposto anche per il 2008 la possibilità per i contribuenti di destinare una quota pari al 5 per mille dell’Irpef per finalità di interesse sociale. Il c.d. decreto “milleproroghe”, inoltre, ha integrato e modificato la Finanziaria estendendo la possibilità di accedere al beneficio anche alle fondazioni nazionali di carattere culturale e alle associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI . ELENCHI PROVVISORI DEI SOGGETTI AMMESSI ALLA DESTINAZIONE DELLA QUOTA DEL 5 X MILLE. Il primo elenco, disponibile in allegato,relativo agli Enti del volontariato (ONLUS, associazioni di promozione sociale, associazioni riconosciute in possesso di determinati requisiti, fondazioni nazionali di carattere culturale) di cui alla lettera a) del comma 5 dell'art. 3 della legge 244 del 2007 e successive modificazioni ed integrazioni, è stato curato dall'Agenzia delle Entrate. Gli altri tre elenchi pubblicati, relativi agli enti di cui alle lettere b), c) e c-bis) del citato comma 5 (enti della ricerca scientifica e dell'università, enti della ricerca sanitaria ed associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI ai fini sportivi), sono stati, invece, predisposti rispettivamente a cura del Ministero dell'università e della ricerca, del Ministero della salute, e del CONI e sono disponibili in allegato sul sito dell'Agenzia delle Entrate. Fonte: Agenzia delle Entrate.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |14/05/2008|

    L.R. 20/2006. Fondo regionale per la non autosufficienza. Anni 2005 - 2006. Approvazione graduatoria distrettuale definitiva I semestre 2007.

    Con Determinazione Dirigenziale n. 862 del 16.04.2008 è stata approvata la graduatoria distrettuale definitiva dei richiedenti gli interventi previsti dal Fondo regionale per la non autosufficienza anni 2005 - 2006. Si rammenta che la graduatoria è distinta in due sezioni (A e B), relative rispettivamente agli interventi in forma diretta ed indiretta, e che rientrerà tra i beneficiari un numero di utenti fino alla concorrenza delle risorse disponibili. Il Distretto Sociale "B" provvederà a comunicare tempestivamente le modalità operative per l'avvio dei progetti degli utenti utilmente inseriti in graduatoria. Per informazioni: tel. 0775.265455.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |13/05/2008|

    Arriva nel Lazio il nuovo "Servizio Ponte", un aiuto per i sordi del Lazio via sms e msn.

    Dall'esperienza dell'Ente Nazionale Sordi e in collaborazione con l'assessorato alle Politiche Sociali del Lazio, arriva il nuovo "Servizio Ponte" per le persone che soffrono di sordità. Il Servizio Ponte, accessibile attraverso il numero verde 800.067.590 (tramite un Dts, dispositivo telefonico per sordi, telefono o fax, oltre che via posta elettronica e Msn Messenger - pontelazio@mondoens.it), è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13. Inoltre, grazie all'inserimento della piattaforma Easy Contact, il servizio SMS sarà garantito 24 ore NO-STOP tutti i giorni dal Lunedì alla Domenica (la notte e la domenica solo per le chiamate di emergenza)."Servizio Ponte" è fruibile anche dal territorio delle altre regioni italiane. Per chi chiama fuori dal territorio regionale il Servizio risponde al numero 06.6384775, al costo di una normale interurbana. COME FUNZIONA IL SERVIZIO PONTE. Il servizio permette ad una persona sorda che vuole comunicare con una persona udente di comporre il numero verde del call center del "Servizio Ponte", o di inviare un fax, una e-mail o un messaggio istantaneo con il servizio Msn Messenger, chiedendo all'operatore di contattare il soggetto indicato e di fare da tramite in sua vece. L'operatore del "Servizio Ponte", attraverso un normale telefono "voce", contatta la persona indicata (un medico, un professionista, un impiegato comunale, un lavoratore di un qualsiasi call center informativo), indicandogli la volontà del soggetto sordo di intraprendere una conversazione: da quel momento, tutte le richieste scritte vengono comunicate vocalmente dall'operatore alla persona udente e, viceversa, le risposte in voce vengono inviate alla persone sorda sempre tramite Sms, Fax, E-mail, Msn o Dispositivo telefonico per sordi.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |23/04/2008|

    Ripartizione fondi per progetti di qualificazione dell'attività dei centri anziani comunali della Provincia di Frosinone.

    La Giunta regionale ha provveduto a ripartire i fondi stanziati, con apposita delibera, per progetti di qualificazione dell'attività dei centri anziani comunali. Per la Provincia di Frosinone sono sati messi a disposizione 759.023 euro, somma suddivisa tra i Comuni della Ciociaria in ragione della consistenza della popolazione con età pari o superiore a 65 anni e del numero dei centri anziani. I Comuni del Distretto Sociale "B" interessati sono 20 come da documento allegato.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |08/04/2008|

    Pubblicazione nuovo Albo regionale delle cooperative sociali, Registro regionale delle Organizzazioni di volontariato e Registro Associazionismo.

    La Direzione Regionale Servizi Sociali della Regione Lazio, con proprio atto pubblicato sul B.U.R. Lazio n. 13 del 7 aprile 2008 - Supplemento ordinario n. 30, ha provveduto alla pubblicazione del nuovo Albo regionale delle cooperative sociali (Legge regionale 27 giugno 1996, n. 24), del Registro regionale delle Organizzazioni di volontariato (Legge regionale 28 giugno 1993, n. 29 e 23 maggio 1996, n. 18) e del Registro Associazionismo (Legge regionale 1° settembre 1999, n. 22).


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |31/03/2008|

    Art. 3 della L.R. n. 6/2004. Contributi per le emergenze socio assistenziali dei piccoli Comuni del Lazio. Esercizio finanziario 2008.

    La Regione Lazio con Determinazione del Direttore Regionale n. 687 del 19 febbraio 2008, pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 12 - Parte prima del 28.03.2008, ha stabilito di impegnare e liquidare in favore del Comune di Pastena, quale contributo per il sostegno economico dei nuclei familiari, la somma di Euro 12.750,00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |06/03/2008|

    Elezioni 13-14 aprile 2008. Voto domiciliare per elettori in determinate condizioni di infermità.

    Si informa che con decreto-legge 3 gennaio 2006, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 gennaio 2006, n. 22, sono state dettate disposizioni per consentire agli elettori che si trovino in determinate condizioni di infermità di votare presso il loro domicilio. La suddetta normativa, che deroga al principio generale secondo il quale il voto deve essere espresso presso l'ufficio elettorale di sezione di rispettiva iscrizione, intende venire incontro alle esigenze di determinate categorie di elettori affetti da gravi infermità, richiedendo, in particolare, che a motivo di dette infermità, gli elettori non possano allontanarsi dall'abitazione in cui dimorano e, in pari tempo, si trovino in condizioni di "dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali". L'elettore che intenda avvalersi di tale facoltà, deve far pervenire al Sindaco del Comune nelle cui liste è iscritto, "non oltre il quindicesimo giorno antecedente la data della votazione", la dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimora. La domanda di ammissione al voto domiciliare, nella quale deve indicarsi il completo indirizzo dell'abitazione in cui l'elettore dimora e, possibilmente, un idoneo recapito telefonico per ogni utile successiva comunicazione, va redatta in carta libera e deve essere corredata di copia della tessera elettorale e di idonea certificazione sanitaria (certificazione rilasciata da un funzionario medico designato dai competenti organi dell'Azienda sanitaria locale e da cui, per espresso disposto di legge, deve risultare l'esistenza di "un'infermità fisica che comporta la dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali" e che sia "tale da impedire all'elettore di recarsi al seggio"). Si avvisa che il termine ultimo di presentazione della domanda scade il prossimo 29 marzo 2008.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |05/02/2008|

    Monitoraggio attività svolte e quadro servizi erogati dallo Sportello Immigrati del Distretto Sociale "B".Rapporto annuale 2007.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |28/01/2008|

    Realizzazione "Poli" sperimentali integrati per gli anziani.

    La Giunta regionale del Lazio ha approvato in data 26/01/2008 il programma degli Stati generali degli anziani del Lazio che si svolgeranno lunedì 3 marzo presso il Teatro Brancaccio di Roma. Nell'ambito della manifestazione verrà presentato il progetto che prevede la realizzazione di "Poli" sperimentali integrati per il benessere delle persone anziane nell'ottica di una moderna rete sociosanitaria integrata. Nei "Poli" potranno infatti trovare spazio oltre alle attività sociali anche prestazioni sociosanitarie ed anche la telemedicina. E' prevista la costituzione di 6 Poli uno per ogni Provincia più uno nella città di Roma che riceveranno un finanziamento di 600.000,00 Euro ciascuno per lo sviluppo delle iniziative previste e che dovranno avvalersi della collaborazione di Asl , organizzazioni di volontariato gestori di servizi e struttura pubbliche rivolte agli anziani.Entro i prossimi 30 giorni la Direzione dell'assessorato con una determina definirà criteri e termini per la presentazione delle richieste di costituzione e funzionamento delle nuove strutture incluso il bacino di utenza massimo che sarà stabilito in riferimento alla popolazione anziana che abbia superato i 75 anni.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |28/01/2008|

    L.R. 38/96 lett. B) punto 5. Contributo ai Comuni in applicazione della DGR n. 500/2006.Es. finanziario 2007.

    Con determinazione del Direttore Regionale Servizi Sociali n. 4546 del 13 dicembre 2007, pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 4 - Parte prima del 28.01.2008, la Regione Lazio, in applicazione dei criteri fissati dalla D.G.R. 500/2006, ha stabilito di impegnare e liquidare in favore del Comune di Frosinone che ne ha fatto richiesta la quota parte del Fondo Regionale per l'attuazione del Piano socio assistenziale pari ad Euro 62.980,00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |10/01/2008|

    L. 27 dicembre 2006, n. 296. Approvazione linee programmatiche di interventi per le famiglie e per la prima infanzia.

    Con Deliberazione n. 937 del 23 novembre 2007 pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 1 - Parte prima del 07 gennaio 2008, la Giunta Regionale del Lazio ha approvato le linee programmatiche, contenute negli allegati A, B, C e D, per la sperimentazione di interventi per le famiglie e per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socioeducativi per la prima infanzia.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |10/01/2008|

    D.G.R. n. 359/2007. Erogazione fondi per Piani distrettuali di intervento in favore dei piccoli Comuni del Distretto Sociale "B" Es. finanziario 2007

    Con Determinazione del Direttore Regionale n. 3885 del 30 ottobre 2007 pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 1 - Parte prima del 07 gennaio 2008, la Regione Lazio ha stabilito di impegnare e liquidare in favore del Distretto Sociale "B", che ha predisposto il Piano distrettuale di intervento in favore dei piccoli Comuni secondo i criteri e le modalità di cui alla D.G.R. 359/2007, la somma di Euro 97.962,00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |09/01/2008|

    D.G.R. 29 maggio 2007, n. 361 - Ripartizione dei fondi destinati al sostegno delle famiglie affidatarie di minori. Es. finanziario 2007.

    Con Determinazione della Direzione Regionale n. D3876 del 30 ottobre 2007 pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 1 Parte prima del 07 gennaio 2008, la Regione Lazio ha stabilito di assegnare e di impegnare, in attuazione della D.G.R. n. 361/2007, la somma di Euro 179.933,35 in favore del Distretto Sociale "B".


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |21/12/2007|

    L.R.n. 23/2003.Contributi agli Enti locali per interventi socio-assistenziali nel settore dell'immigrazione.Es. finanziario 2007

    Con Determinazione del Direttore Regionale Servizi Sociali n. 3705 del 24 ottobre 2007 pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 35 Parte Prima del 20/12/2007, la Regione Lazio ha stabilito di ripartire ai seguenti Comuni del Distretto Sociale "B" le somme occorrenti per gli interventi socio-assistenziali in favore degli emigrati che rientrano definitivamente nel territorio della Regione Lazio. Comune di Veroli: € 1.532,91; Comune di Frosinone: € 3.592,50; Comune di Ferentino € 10.000,00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |11/12/2007|

    DGR 499/2006 - Allegato C.Finanziamento strutture a ciclo residenziale per minori e per persone con disabilità psichica.

    Con Determinazione del Direttore Regionale Servizi Sociali n. 3707 del 24 ottobre 2007 pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 34 Parte Prima del 10.12.2007, la Regione Lazio preso atto della graduatoria di ammissibilità delle richieste dei Comuni del Distretto Sociale "B" relativamente all'Allegato C della D.G.R. 499/2006 ha provveduto ad impegnare, in relazione alle disponibilità sul capitolo H42518 per l'esercizio finanziario 2007, la somma di Euro 148.656,68 così ripartiti: Frosinone - Gruppo Appartamento Minori (struttura pubblica) - € 49.976,68; Frosinone - Casa Famiglia (struttura privata) - € 49.680,00; Ferentino - Casa Famiglia (struttura pubblica) - € 49.000,00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |07/12/2007|

    Erogazione fondi per l'attuazione del Piano distrettuale di intervento in favore dei piccoli Comuni. Es. finanziario 2007.

    Con Determinazione della Direzione regionale Servizi Sociali, la Regione Lazio ha stabilito di impegnare e liquidare in favore del Distretto Sociale "B", che ha predisposto il Piano distrettuale di intervento in favore dei piccoli Comuni (Pastena, Falvaterra e Villa Santo Stefano) secondo i criteri e le modalità della D.G.R. 359/2007, la somma di Euro 97.962,00. Il provvedimento sarà a breve pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |05/12/2007|

    D.G.R. 29 maggio 2007, n. 361 - Riparto dei fondi destinati al sostegno delle famiglie affidatarie di minori.Es. finanziario 2007.

    Con Determinazione della Direzione Regionale Servizi Sociali n. D3876 del 30 ottobre 2007, la Regione Lazio ha stabilito di assegnare ed impegnare in favore del Distretto Sociale "B" la somma di € 179.933,35 destinata a finanziare interventi di sostegno delle famiglie affidatarie di minori.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |05/11/2007|

    Finanziamento regionale finalizzato allo sviluppo socio-economico dei piccoli comuni (fino a 5000 abitanti) in condizione di marginalità.

    Approvazione del Bando "Modalità e termini per l'accesso ai finanziamenti regionali finalizzati allo sviluppo socio-economico dei piccoli comuni". Interventi finalizzati al contrasto dei fenomeni di spopolamento e di abbandono del territorio dei piccoli comuni e per lo sviluppo sociale, civile ed economico delle comunità in essi situate, attraverso la promozione ed il sostegno delle attività economiche, sociali, ambientali e culturali. DGR 748 del 05/10/2007.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |05/11/2007|

    Concorso di idee per lo sviluppo economico-produttivo dei comuni con popolazione fino a 5000 abitanti.

    Intervento regionale per lo sviluppo economico e produttivo dei comuni fino a 5.000 abitanti. Approvazione del bando, modalità e termini per l'accesso al concorso di idee per lo sviluppo economico - produttivo dei comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, denominato: "Diamo gambe alle idee dei piccoli comuni per lo sviluppo locale". DGR 749 del 5.10.2007.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |30/10/2007|

    L.R. n. 43/1995. Attribuzione al Comune di Ferentino del contributo per la gestione dei servizi di assistente familiare. Esercizio finanziario 2007.

    Con Determinazione del Direttore n. 2249 del 20 giugno 2007, pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 30 - Parte prima del 30.10.2007 la Regione Lazio ha stabilito di dover impegnare ed erogare in favore dei Comuni ed Enti che ne hanno fatto richiesta, il contributo per la gestione del servizio di assistente familiare. Per il Distretto Sociale "B" risulta essere finanziato il Comune di Ferentino per una somma pari ad Euro 21.753,00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |30/10/2007|

    L.R. n. 38/96. Contributo ai Comuni in applicazione della DGR n. 500/2006 lett. B) punti 3 - 4. Esercizio finanziario 2007.

    Con Determinazione del Direttore n. 2726 del 31 luglio 2007, pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 30 - Parte prima del 30.10.2007, la Regione Lazio ha provveduto ad impegnare e liquidare in favore dei Comuni del Distretto Sociale "B" interessati, le risorse per lo svolgimento delle funzioni in materia di servizi ed interventi socio assistenziali. L'ammontare del contributo ai Comuni, in applicazione della DGR 500/2006 lett. B) punti 3 - 4 è il seguente: Comune di Ferentino - € 15.000,00 per il progetto "Mensa sociale"; Comune di Frosinone - € 25.000,00 per il progetto "Accoglienza notturna".


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |30/10/2007|

    L.R. n. 38/96. Contributo ai Comuni in applicazione della DGR n. 500/2006 lett. B) punto 6. Esercizio finanziario 2007.

    Con Determinazione del Direttore n. 2725 del 31 luglio 2007, pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 30 - Parte prima del 30.10.2007, la Regione Lazio ha provveduto ad impegnare e liquidare in favore degli Enti di seguito elencati le somme relative alla quota del Fondo regionale per l'attuazione del Piano socio assistenziale regionale riservato al finanziamento di specifici progetti comunali di interesse regionale e/o di rilevante interesse sociale. Comune di Amaseno - € 14.248,00 (Emergenze minori) - € 4.781,00 (Integrazione sociale minori); Comune di Boville Ernica - € 14.583,00 (Integrazione sociale minori) - € 4.122,00 (Emergenza sociale); Comune di Ceccano - € 10.016,00 (Emergenza rette) - € 30.092,00 (Emergenza minori); Comune di Castro dei Volsci - € 8.585,00 (Emergenza sociale); Comune di Falvaterra - € 12.365,00 (Emergenza sociale) - € 8.230,00 (Integrazione sociale minori); Comune di Fumone - € 6.183,00 (Emergenza sociale) - € 1.030,00 (Emergenza sociale); Comune di Giuliano di Roma - €618,00 (Emergenza sociale); Comune di Morolo - € 8.084,00 (Emergenza sociale) - € 16.115,00 (Integrazione sociale minori) - € 8.310,00 (Integrazione sociale minori); Comune di Pastena - € 7.519,00 (Integrazione sociale minori); Comune di Pofi - € 6.130,00 (Integrazione sociale minori); Comune di Ripi - € 22.301,00 (Integrazione sociale minori); Comune di San Giovanni Incarico - € 35.035,00 (Emergenza sociale) - € 8.244,00 (Integrazione sociale minori); Comune di Supino - € 13.648,00 (Integrazione sociale minori) - € 8.084,00 (Emergenza sociale); Comune di Veroli - € 15.168,00 (Integraazione sociale minori) - € 16.034,00 (Integrazione sociale minori); Comune di Vallecorsa - € 10.016,00 (Emergenza rettte minori).


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |30/10/2007|

    L.R. 7 giugno 1999, n. 6, art. 82: "Disposizioni in materia di comunità giovanili"Progetti presentati ammessi al finanziamento. Es. finanziario 2007.

    Con Determinazione del Direttore n. 2887 del 7 settembre 2007, pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 30 –Supplemento Ordinario n. 3 del 30.10.2007, la Regione Lazio – Dipartimento Sociale, ha ritenuto di concedere ai seguenti Comuni del Distretto Sociale “B” che ne hanno fatto richiesta la quota di finanziamento regionale per l’anno 2007, da erogare ai sensi dell’art.82 della Legge regionale 7 giugno 1999, n. 6 “Disposizioni in materia di comunità giovanili. Comune di Amaseno – Progetto ammesso al finanziamento per complessivi € 15.000,00 – Quota regionale del finanziamento € 621,69. Comune di Frosinone – Progetto ammesso al finanziamento per complessivi € 279.500,00 – Quota regionale del finanziamento € 11.584,17.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |24/10/2007|

    Autorizzazione all’apertura delle strutture a ciclo residenziale per familiari e pazienti in cura per patologie oncoematologiche.

    Con DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE 3 AGOSTO 2007, N. 652, pubblicata il 20.10.2007 sul Bollettino Ufficiale n. 29 – Supplemento ordinario n.1, la Regione Lazio ha stabilito i requisiti strutturali ed organizzativi delle strutture a ciclo residenziale di accoglienza temporanea di familiari e pazienti, minori o adulti, in cura per patologie oncoematologiche presso strutture sanitarie regionali.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |23/10/2007|

    Riparto ai Comuni ed Enti Capofila dei Distretti Socio-Sanitari del Lazio delle risorse del fondo regionale per la “non-autosufficienza”.

    Con DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE 9 AGOSTO 2007, N. 2768, pubblicata il 20.10.2007 sul Bollettino Ufficiale n. 29 – Parte prima, la Regione Lazio ha provveduto ad impegnare la somma di € 12.925.268,00, capitolo H41550 – esercizio finanziario 2007, in favore dei Comuni Capofila o Enti gestori dei Distretti socio-sanitari del Lazio, per attuare il Piano di riparto del fondo per la non-autosufficienza. La somma assegnata al Distretto “B” del Comune di Frosinone, ripartita secondo i criteri stabiliti dalla D.G.R. 601 del 31/7/2007, è pari ad € 454.587,00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |23/10/2007|

    Erogazione di finanziamenti ai comuni del Lazio per le funzioni di R.S.A. - Esercizio finanziario 2007.

    Con DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE 26 GIUGNO 2007, N. 2317, pubblicata il 20.10.2007 sul Bollettino Ufficiale n. 29 – Parte prima, la Regione Lazio ha provveduto ad impegnare e liquidare ai Comuni del Lazio la somma di Euro 12.900.000,00 capitolo di spesa H41522 – esercizio finanziario 2007, quale contributo agli oneri relativi alla spesa di natura socio-assistenziale per le R.S.A. Le somme assegnate ai Comuni appartenenti al Distretto Sociale “B” sono le seguenti: Frosinone € 55.024,00 - Castro dei Volsci € 512,00 – Ceccano € 31.953,00 – Ceprano € 10.775,00 – Fumone € 7.608,00 – Patrica € 7.575,00 – Ripi € 2.965,00 – San Giovanni Incarico € 15.590,00 – Veroli € 68.472,00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |23/10/2007|

    Circolare per i comuni sulle modalità di erogazione dei fondi delle borse di studio. Anno scolastico 2007-2008.

    Con DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE 11 SETTEMBRE 2007, N. 2901, pubblicata il 20.10.2007 sul Bollettino Ufficiale n. 29 – Parte prima, la Regione Lazio ha proceduto all’approvazione della Circolare applicativa (Allegato A), che stabilisce i criteri di riparto del finanziamento per il sostegno di famiglie di alunni che frequentano le scuole elementari , secondarie di I e II grado statali e paritarie, provenienti da famiglie con particolare situazione economica. Nella Determinazione sono contenuti anche i seguenti modelli: modello di presentazione delle domande per il contributo sulle borse di studio (Allegato B); modello di tabella riepilogativa delle richieste ammissibili (Allegato C); modello di “Scheda di rendicontazione e rilevazione dati” (Allegato D).


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |23/10/2007|

    Circolare per i comuni sulle modalità di erogazione dei fondi per la fornitura totale o parziale dei libri di testo. Anno scolastico 2007-2008.

    Con DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE 11 SETTEMBRE 2007, N. 2900, pubblicata il 20.10.2007 sul Bollettino Ufficiale n. 29 – Parte prima, la Regione Lazio ha proceduto all’approvazione della Circolare applicativa (Allegato A), relativa ai criteri di riparto ai Comuni dei fondi per la fornitura totale o parziale dei libri di testo in favore di alunni che frequentano le scuole medie e superiori, delle scuole statali e paritarie, provenienti da famiglie con particolare situazione economica. Nella Determinazione sono contenuti anche i seguenti modelli: modello di presentazione delle domande per il contributo sui libri di testo e sulle borse di studio (Allegato B); modello di tabella riepilogativa delle richieste ammissibili (Allegato C); modello di “Scheda di rendicontazione e rilevazione dati” (Allegato D).


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |22/10/2007|

    Interventi per il miglioramento della qualità dei servizi dei consultori familiari e la funzionalità delle strutture adibite a consultori.

    Con DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 3 AGOSTO 2007, N. 648, pubblicata il 20.10.2007 sul Bollettino Ufficiale n. 29 – Parte prima, la Regione Lazio ha disposto l’utilizzo delle risorse per Euro 3.000.000,00, provenienti dal Fondo Nazionale per le Politiche Sociali – capitolo H41106 – esercizio finanziario 2007, per la realizzazione di progetti relativi a interventi di ristrutturazione, manutenzione ed ammodernamento dei consultori che ne presentino la necessità. Gli interventi sono finalizzati al miglioramento della qualità dei servizi e della funzionalità delle strutture e devono essere corredati da una planimetria degli immobili interessati, con il dettaglio delle varie voci di spesa inserite nel preventivo finanziario e dall’indicazione dei responsabili del progetto. I progetti possono essere presentati, entro 90 gg., pena l’esclusione, dalla pubblicazione della presente deliberazione di Giunta Regionale sul B.U.R.L., all’Assessorato Politiche Sociali – Direzione Regionale Servizi Sociali. Alle Asl verrà affidato il compito di verificare l’elaborazione tecnica dei progetti e la congruità dell’ammontare delle spese indicate nei preventivi con la tipologia degli atti da realizzare. La realizzazione dei progetti sarà coofinanziata fino ad un massimo dell’80% della spesa ritenuta ammissibile per ciascuna ASL. Le modalità di ripartizione sono indicate nel testo integrale della DGR suindicata.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |22/10/2007|

    Legge 45/99. Interventi di lotta alla droga relativi alla prevenzione, al recupero ed al reinserimento sociale. Esercizio finanziario 2007.

    Con DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 25 LUGLIO 2007, N. 568, pubblicata il 20.10.2007 sul Bollettino Ufficiale n. 29 – Parte prima, la Regione Lazio ha proceduto alla programmazione a livello di distretto socio sanitario degli interventi, realizzati con progetti di prevenzione sul territorio per soggetti a rischio e in situazioni di dipendenza. Ai Comuni Capofila di distretto è affidato il compito di stabilizzare gli stessi progetti apportando le eventuali modifiche ed integrazioni secondo le specifiche richieste dalla realtà locale, a partire dal giorno successivo a quello di scadenza della proroga di ciascun progetto prevista con D.G.R. 303/07 al mese di dicembre corrente anno. La somma complessiva assegnata è di Euro 961.439,67, capitolo di spesa H41560, e verrà ripartita per progetti di natura distrettuale e sovra distrettuale. La Direzione Regionale Servizi Sociali effettuerà la valutazione dei piani di intervento e interverrà con specifiche direttive a supporto delle attività richieste.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |16/10/2007|

    Distretto Sociale "B". L. 162/98- "Interventi in favore di soggetti con grave disabilità". Approvazione graduatoria distrettuale.Annualità 2005.

    Con Determinazione Dirigenziale n. 756 del 12.10.2007 il Comune di Frosinone - Settore Servizi Sociali e Solidarietà - Politiche per l'Infanzia, i Giovani, gli Anziani - Handicap e Migrazione - in qualità di Comune Capofila del Distretto Sociale "B" ha approvato la graduatoria distrettuale, annualità 2005, relativa ai progetti da attivare in favore dei soggetti con grave disabilità.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |11/10/2007|

    Regione Lazio. Progetti di sostegno delle famiglie che assistono in casa soggetti affetti da Sclerosi Multipla. Approvazione bando.

    Con Deliberazione della Giunta Regionale 3 agosto 2007, n. 651, pubblicata il 10.10.2007 sul Bollettino Ufficiale n. 28 - Parte Terza, la Regione Lazio ha approvato l'avviso pubblico relativo alla concessione di finanziamenti per la realizzazione di progetti innovativi, presentati da Organizzazioni di Volontariato, finalizzati al sostegno dei malati affetti da Sclerosi Multipla e delle famiglie che li assistono in casa. L'ammontare delle risorse destinate alla realizzazione del progetto corrisponde ad Euro 200.000,00. Le domande, firmate dal legale rappresentante dell'Organizzazione di Volontariato dovranno essere presentate in busta chiusa. Le buste, contenenti i progetti devono indicare la dicitura "Progetto miglioramento della qualità della vita delle famiglie che assistono in casa persone affette da Sclerosi Multipla" e pervenire all'Assessorato per le Politiche Sociali - Direzione Regionale Servizi Sociali, Viale del Caravaggio, 99 - 00147 Roma, entro e non oltre 60 giorni dalla pubblicazione del presente avviso sul B.U.R. Lazio. Le domande potranno essere spedite per posta con raccomandata a/r, nel qual caso farà fede il timbro di spedizione.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |05/10/2007|

    Ministero della Solidarietà Sociale. Finanziamento dei progetti finalizzati a favorire l'inclusione sociale degli immigrati.

    Il Ministero della Solidarietà Sociale destina 50 milioni di euro - attraverso il Fondo per l'inclusione sociale, previsto dalla Direttiva 3 Agosto 2007 - per favorire l'integrazione degli immigrati. L'Avviso sul finanziamento dei progetti è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 216 del 17 settembre 2007. Il termine di presentazione dei progetti è fissato per le ore 13 del 2 novembre 2007. Il modello di domanda e ogni utile informazione può essere reperita sul sito www.solidarietasociale.gov.it.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |04/10/2007|

    L.R. 38/96 punto 6 lett. b). Contributi ai Comuni in applicazione della D.G.R. n. 500/2006 lett. B. Esercizio finanziario 2007.

    Con Determinazione Dirigenziale n. 2725 del 31/07/07 la Regione Lazio ha assegnato ai Comuni del Distretto Sociale "B" il contributo ai sensi della L.R. 38/96 lett. b). La Determinazione sarà pubblicata sul B.U.R. Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |03/10/2007|

    Integrazione sociosanitaria: pubblicazione della D.G.R. 19 giugno 2007 n. 433.

    È stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del 20.09.2007 , n. 26 , Supplemento ordinario n.5, la Deliberazione della Giunta Regionale n. 433, approvata lo scorso 19 giugno, recante ad oggetto “Indicazioni e interventi per la realizzazione di iniziative tese ad integrare le attività sanitarie e sociosanitarie. Incentivazione dei processi di de-ospedalizzazione nella Regione Lazio”. La Deliberazione è integrata da due Allegati: una nota, con testo concordato con i Ministri della Salute e dell’Economia e Finanze, del 15.06.07 a firma del Direttore Generale (Allegato n.2) ed un Documento Tecnico (Allegato n.1), predisposto da Laziosanità ASP, che fornisce una serie di indicazioni relative all’individuazione degli elementi qualificanti per favorire l’integrazione delle attività sanitari e sociosanitarie e incentivare i processi di de-ospedalizzazione. Tali elementi, analizzati in modo dettagliato nel documento, sono così individuati: il Distretto sociosanitario; Integrazione sociosanitaria, sistema informativo integrato; Cure primarie: medicina generale e pediatra di libera scelta; Centri di assistenza domiciliare, assistenza domiciliare integrata; Cure intermedie (Residenze sanitarie assistenziali, Hospice, Presidi territoriali di prossimità); Continuità assistenziale e dimissioni protette; Sistemi di remunerazione. Sugli stessi temi si esprimerà, con apposito documento, anche il Tavolo di confronto istituito con l’ANCI, dai Comuni laziali, dal Comune di Roma e dagli Assessorati regionali competenti, a seguito della sigla di un Protocollo di Intesa fra la Regione e l’ANCI Lazio, avvenuta il 31.07.2006 con la specifica finalità di promuovere la massima collaborazione tra Regione Lazio e Comuni nel governo della sanità. La Deliberazione, oltre ad approvare i documenti citati, impegna le Aziende Sanitarie a predisporre piani attuativi locali in materia (una volta che sarà pubblicato il documento del Tavolo di confronto) e prevede che la Regione nomini un commissario ad acta in caso di inadempienza dell’Azienda Sanitaria.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |02/10/2007|

    Approvazione del profilo professionale e formativo dell'assistente familiare.

    Con Deliberazione della Giunta Regionale 31/07/2007, n. 609, pubblicata il 29/09/2007 sul B.U.R. Lazio n. 27 - Parte Prima, la Regione Lazio ha approvato il profilo professionale e formativo dell'assistente familiare e di seguito inserito nel Repertorio Regionale dei profili professionali e formativi istituito con D.G.R. 22/03/2006, n 128. La durata standard del percorso formativo per il rilascio dell'attestato di qualifica professionale è stata definita in 300 ore; per l'aquisizione di competenze specifiche sono invece previste 120 ore.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Regione : notizia |02/10/2007|

    L.R. n. 10 del 22/04/2002 "Interventi a sostegno della famiglia per l'accesso alle opportunità educative nella scuola dell'infanzia".

    Con Determinazione Dirigenziale 11 luglio 2007, n. 2466, pubblicata il 29.09.2007 sul B.U.R. Lazio n. 27 - Supplemento Ordinario n. 3, la Regione Lazio ha approvato l'avviso pubblico relativo alla concessione di contributi rivolti alle madri lavoratrici, disoccupate o inoccupate di lunga durata o reinserimento lavorativo, che attivino un percorso formativo finalizzato all'inserimento, reinserimento e permanenza nel mercato del lavoro, per ogni figlio che frequenta la scuola dell'infanzia. Il provvedimento è relativo all'anno scolastico 2006/07 ed è finalizzato al pagamento delle rette e dei servizi scolastici. Il contributo corrisposto per ciascun figlio che frequenti la scuola dell'infanzia è determinato nella misura annua di Euro 400,00 elevabile ad Euro 500,00 nel caso in cui i soggetti beneficiari risiedano in aree con difficoltà strutturali. La Determinazione indica anche: riferimenti normativi; soggetti beneficiari e requisiti; condizioni di priorità; modalità di erogazione del contributo; percorsi formativi di inserimento, reinserimento e permanenza nel mercato del lavoro; controlli; modulistica. In particolare i moduli per la presentazione delle domande (Modello A - domanda per il contributo al "Bonus Scuola Materna" e Modello B - Attività di formazione - modulo personale di candidatura) sono disponibili sul sito www.regione.lazio.it e www.sirio.regione.lazio.it. Il termine per la presentazione delle domande da inviare a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento alla Regione Lazio - Dipartimento Sociale - Direzione Regionale " Istruzione, Formazione e Diritto allo Studio" Via R. Raimondi Garibaldi, 7 - 00145 Roma o da presentare direttamente al servizio accettazione della Regione Lazio, è fissato alle ore 12,00 (pena l'esclusione) del trentesimo giorno dalla data del 29 ottobre p.v.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |02/10/2007|

    L.R. 14/07/2003, n. 19. Erogazione a favore della Provincia di Frosinone. Politiche a favore della disabilità psichica e/o mentale.

    Con Determinazione Dirigenziale n. 2598 del 20/07/2007 pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 27 Parte Prima del 29/09/2007, la Regione Lazio ha provveduto ad erogare in favore della Provincia di Frosinone la somma di Euro 364.000,00 per interventi di politica attiva in favore di n. 52 unità con disabilità psichica e/o mentale o disabilità fisica con carenze di autonomia dal 67%. La predetta somma viene erogata, per Euro 358.951,44 a saldo del precedente impegno n. 43556 del 2005 e per Euro 5.048,56 per l'esercizio finanziario 2007.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |02/10/2007|

    Approvazione graduatoria beneficiari ex art. 3, comma 2, L.R. 13/06/2001 n. 13. Riconoscimento della funzione sociale ed educativa degli oratori.

    Con Determinazione Dirigenziale n. 2743 del 27 luglio 2007 pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 26 - Supplemento Ordinario n. 3 del 20/09/2007 la Regione Lazio ha approvato le graduatorie (vedere allegati) delle domande ammesse a finanziamento e delle domande finanziate per l'annualità 2006. Con la presente Determinazione la Regione Lazio ha impegnato a favore di ciascun beneficiario (domande finanziate) l'importo ammesso a contributo sul capitolo R31513 - esercizio finanziario 2007 - che presenta la sufficiente disponibilità.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |02/10/2007|

    Legge 5 febbraio 1992 n. 104. Contributi ai Comuni del Lazio per la gestione di comunità alloggio a livello comunale. Es. finanziario 2007.

    Con Determinazione Dirigenziale n. 2551 del 17/07/2007 pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 26 Parte Prima del 20/09/2007 la Regione Lazio ha approvato il piano di riparto 2007 impegnando specifici fondi per la gestione di comunità alloggio a livello comunale per soggetti portatori di handicap, ai sensi della legge n. 104/92. Per i Comuni afferenti il Distretto Sociale "B" risulta finanziato il Comune di Veroli per Euro 43.056,00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    Distretto "B" : notizia |28/09/2007|

    Piano distrettuale per la non autosufficienza. Esercizio finanziario 2007.

    Approvato in data 27/09/2007 dal Comitato dell'Accordo di Programma il Piano distrettuale per la non autosufficienza - esercizio finanziario 2007.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |26/09/2007|

    L.R. 38/96 lettera "c". Riparto ai Distretti della quota del Fondo per l'attuazione del piano socio-assistenziale regionale. Es. finanziario 2007.

    Con Determinazione del Direttore Direzione Servizi Sociali n. 2224 del 19.06.07 la quota del Fondo per l'attuazione del piano socioassistenziale regionale assegnata al Distretto Sociale "B" di Frosinone risulta essere di Euro 834.027,00. La Determinazione è stata pubblicata il 20.09.2007 sul B.U.R.L. N. 26 - Parte prima.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |26/09/2007|

    L.R. n. 18/2002 "Tutela del gioco infantile e disciplina delle ludoteche". Piano di riparto dei fondi ai comuni per un importo di Euro 350.000,00 .

    DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE 17 luglio 2007, n. 2552, pubblicata il 20.09.2007 sul B.U.R.L. - N. 26 Parte prima. Piano di riparto in favore dei Comuni e/o Enti capofila di distretto, per le finalità previste dalla L.R. 18/2002 concernente "Tutela del gioco infantile e disciplina delle ludoteche" e sulla base dei criteri di riparto indicati nella Deliberazione di Giunta Regionale 30 luglio 2004. L'importo assegnato al DISTRETTO B del Comune di Frosinone è di Euro 21.190,00 .


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |26/09/2007|

    Legge regionale n.32/2001. Contributo al Comune di Roma ed ai comuni capofila di distretto destinati a famiglie in stato di disagio socio-economico.

    DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE 12 luglio 2007, n. 2472, pubblicata il 20.09.2007 sul B.U.R.L - N. 26 - Parte prima. Approvazione del piano del piano di riparto dei fondi disponibili per l'anno 2007, finalizzati ad assicurare, ai sensi della L.R. 32/01, interventi di assistenza economica nei confronti delle famiglie in condizioni di disagio socio economico, in favore dei Comuni del Lazio. Il contributo assegnato al Distretto B del Comune di Frosinone è di Euro 72.639,00 .


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |26/09/2007|

    Erogazione fondi per piani di zona 2006 in favore di enti capofila dei distretti socio sanitari.

    DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE 31 maggio 2007, n. 1934, pubblicata il 20.09.2007 sul B.U.R.L. N. 26 - Parte prima. Erogazione fondi ai Comuni Capofila dei Distretti socio sanitari del Lazio che hanno predisposto il Piano di Zona e relativi progetti operativi in conformità alla programmazione regionale ed alle Linee Guida di cui alla DGR 500/2006, la somma, assegnata con determinazione dirigenziale n. 3939/2006 per l'attuazione dei rispettivi Piani di Zona relativi all'anno 2006 e dei relativi progetti operativi. L'importo assegnata al Distretto B del Comune di Frosinone è di Euro 1.705.901,00 .


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |24/09/2007|

    Contributi al Comune di Roma ed ai comuni sede dei Distretti per erogazione provvidenze economiche a favore delle persone con soffererenza psichica.

    Con Determinazione del Direttore 22 giugno 2007, n. 2288, pubblicata sul B.U.R.L. N.26 - Parte Prima del 20-09-2007, si è approvato il piano di riparto dei fondi disponibili per l'anno 2007, finalizzati all'erogazione delle provvidenze economiche alle persone con sofferenza psichica, in favore del Comune di Roma e dei Comuni sede dei Distretti delle Aziende Sanitarie Locali. La somma complessiva di Euro 5.165.000,00 è imputata al capitolo H415014 del bilancio regionale per l'esercizio finanziario 2007. Il contributo assegnato al Distretto B, del Comune di Frosinone, é di Euro 179.119 .


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |20/09/2007|

    L.R. 38/96 lettera "a". Riparto ai Comuni della quota del Fondo per l'attuazione del piano socioassistenziale regionale. Es. finanziario 2007.

    Con Determinazione del Direttore Regionale n. 2225 del 19.06.07 pubblicata sul B.U.R. Lazio n. 26 - Parte prima del 20.09.2007 è stata disposta l'erogazione ai Comuni del Distretto Sociale "B" della quota del Fondo per l'attuazione del piano socioassistenziale regionale ai sensi dell'art. 34 comma 1 lettera "a" della L.R. n. 8/2002, della L.R. 38/96 e dela D.G.R. n. 500/2006.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |03/09/2007|

    Riparto al Comune di Roma ed ai comuni ed enti capofila dei distretti socio-sanitari del Lazio del fondo regionale per la "non autosufficienza".


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |30/08/2007|

    Avvio sperimentazione del servizio di nido familiare.

    La Giunta Regionale del Lazio con deliberazione n. 637 del 3 agosto 2007 pubblicata sul BURL n. 24 del 30 agosto 2007 - Supplemento ordinario n. 5 ha approvato l'avviso pubblico e il relativo formulario per la presentazione di proposte progettuali finalizzate alla formazione di assistenti materne, destinando a questo scopo 1,8 milioni di euro nell'ambito del Por (Piano Operativo Regionale). La stessa delibera ha destinato 1,5 milioni all'avvio in sperimentazione del servizio di nido familiare. Le risorse complessive messe a disposizione della Regione per l'anno 2007 sono quindi pari a 3,3 milioni di euro.L'istituzione del nido familiare è finalizzata a sperimentare e promuovere in ambito regionale la nascita e il potenziamento di reti e di partenariati con gli attori locali e istituzionali, promossi prevalentemente da mamme, o giovani nonne, che accolgono nelle loro case i bambini fra 0 e 3 anni, con possibilità di estendere il servizio a quelli tra i 3 e i 6 anni.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |24/08/2007|

    L.R. 32/2001. "Interventi a sostegno della famiglia". Contributo ai Comuni capofila di Distretto. Esercizio finanziario 2007.

    Con Determinazione del Direttore Direzione Servizi Sociali n. 2472 del 12.07.07 il fondo assegnato al Distretto Sociale "B" di Frosinone per gli "interventi a sostegno della famiglia l.r. 7/12/2001 n. 32" risulta essere di Euro 72.639,00. La determinazione sarà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |22/08/2007|

    Corsi di formazione per "assistenti familiari".

    La Giunta Regionale del Lazio con una delibera proposta dall'assessore all'istruzione, diritto allo studio e formazione Silvia Costa ha istituito il profilo di "Assistente familiare" e ha definito in 300 ore lo standard di durata del percorso formativo per il rilascio dell'attestato di qualifica professionale e in 120 ore il percorso formativo per l'acquisizione di competenze specifiche. I corsi, finalizzati alla professionalizzazione di giovani, adulti ed extracomunitari in regola con le norme in materia di immigrazione, dovranno prevedere una quota di ore di tirocinio che potrà oscillare tra il 35% e il 45% per l'acquisizione della qualifica di Assistente familiare", e una quota di ore di tirocinio di almeno il 35% per l'acquisizione di competenze specifiche. Ai partecipanti ai corsi in possesso di conoscenze-capacità che corrispondono agli standard previsti verranno riconosciuti i relativi crediti formativi che comunque non potranno essere superiori al 50% delle ore di durata del corso. Il percorso formativo sarà certificato con il rilascio di un attestato di frequenza.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |21/08/2007|

    D.G.R. n. 490 e 491. Criteri di riparto dei fondi per la fornitura dei libri di testo e per la concessione delle borse di studio 2007/2008.

    Pubblicate sul B.U.R.L. n. 23 del 20.08.2007 le D.G.R. 03 luglio 2007 n. 490 e 491 concernenti l'individuazione dei criteri di riparto per l'anno scolastico 2007 - 2008 rispettivamente dei fondi per la fornitura totale o parziale dei libri di testo e per la concessione delle borse di studio a sostegno della spesa delle famiglie per l'istruzione.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |10/08/2007|

    D. LGS. 286/98 "Programmazione Provinciale per gli interventi in materia di immigrazione. Fondi 2006. Modalità di presentazione dei progetti.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |07/08/2007|

    Nuove diarie giornaliere RSA.

    La Giunta Regionale con deliberazione n.98 del 20.02.2007, pubblicata sul supp. ord. n.6 al B.U.R.L n.12 del 30.04.2007, ha provveduto alla rimodulazione della diaria giornaliera per gli ospiti di Residenze Sanitarie Assistenziali, introducendo in via sperimentale, per la durata di dodici mesi, il metodo ISEE, quale strumento operativo al fine del calcolo della compartecipazione alla spesa.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |06/08/2007|

    Regione Lazio - Comunicato stampa: "Il nuovo profilo professionale dell'assistente familiare".

    01/08/'07 - "Con l'approvazione della delibera di Giunta, l'assistente familiare entra a far parte del repertorio regionale dei profili professionali" - così l'assessore regionale all'Istruzione, Formazione e Diritto allo Studio, Silvia Costa. "Dai dati Istat" - ha proseguito la Costa - L'Italia risulta il paese più vecchio al mondo, nel Lazio in particolare un cittadino su cinque ha più di 65 anni e 1 su 10 ne ha più di 85". L'innalzamento dell'età richiede politiche più attente a garantire la qualità della vita delle persone sole e più fragili, soprattutto con l'assistenza domiciliare di personale qualificato che dia un'adeguata garanzia agli anziani. Ma il lavoro di cura delle persone anziane e non autosufficienti vede una presenza massiccia di immigrati, in maggioranza donne, che spesso operano in condizioni di scarsa tutela. Ecco perchè qualificare il lavoro di assistenza, ha un doppio obiettivo: da un lato, migliorare la qualità di vita e il benessere delle persone e delle loro famiglie; dall'altra, sostenere gli immigrati nella loro integrazione, nonchè contribuire ad una migliore regolamentazione del lavoro". Il percorso formativo potrà essere della durata di 300 ore, ai fini del conseguimento della qualifica, oppure di 120 ore, per l'acquisizione di competenze specifiche certificate con un attestato di frequenza. Le competenze individuate evidenzieranno l'acquisizione delle capacità relazionali tra l'assistito e la famiglia, la conoscenza del contesto sociale ed istituzionale, il sostegno nel rispetto dei bisogni e della condizione psico-fisica dell'assistito e la qualità dell'alimentazione e dell'igiene. Verrà inoltre istituito un bando che si avvarrà della misura E1 del Fse la cui uscita è prevista per i primi di settembre.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |27/07/2007|

    D.G.R. N. 361/2007 – Sostegno famiglie affidatarie D.G.R. 11/2007.

    Si fa presente che la Regione Lazio intende promuovere l’Istituto dell’affidamento familiare per minori. Le risorse disponibili, destinate a tali interventi, sono pari ad € 6.000.000,00, afferenti al capitolo di spesa n. H41106, e saranno ripartiti tra i Comuni o Enti Capofila dei vari Distretti, secondo criteri stabiliti dal D.G.R. 361/2007 e sulla base dei dati forniti in ambito distrettuale. Al fine di acquisire i dati sul fenomeno dell’affidamento familiare, il Comune Capofila ha inviato una nota ai Comuni del Distretto che dovranno fornire risposta entro il 6 agosto p.v.. A seguito di questa rilevazione, il Comune di Frosinone dovrà trasmettere tali dati alla Regione Lazio entro e non oltre il 19 agosto 2007. La D.G.R. n. 361/2007 e l’Allegato A è consultabile alla pagina 18 del supplemento ordinario n. 3 del Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 20 del 20/07/2007.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |11/07/2007|

    Fondo per la non autosufficienza.

    Il Comitato dell’Accordo di Programma del Distretto Sociale “B” ha approvato il Piano distrettuale degli interventi in favore della non autosufficienza, ai sensi della L.R. 20/2006 e secondo criteri e modalità di cui alla D.G.R. 924/2005. Sono state avviate le procedure per la pubblicazione dell’ avviso pubblico nei 23 Comuni del Distretto Sociale. Per ogni utile informazione è possibile rivolgersi agli uffici del Distretto Sociale “B” in Frosinone, Via A.Fabi , tel 0775/265455 o agli uffici Servizi Sociali dei Comuni di residenza.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |30/05/2007|

    Modifica dei termini per l'emanazione dei provvedimenti di autorizzazione all'apertura e funzionamento dei nidi o micronidi.

    Con Deliberazione della Giunta Regionale 29.03.2007, n. 212, pubblicata sul BURL n. 15 del 30.05.2007, la Regione Lazio ha disposto di modificare le Deliberazioni della Giunta Regionale 753/2003, 490/2004 3 390/2005 e di stabilire che: 1) il termine ultimo per l'emanazione del provvedimento di autorizzazione all'apertura ed al funzionamento degli asili nido e dei micro-nidi aziendali e comunali relativi ai progetti finanziati con le risorse provenienti dal fondo per gli asili nido di cui all'art.70 della L. 448/2001, erogati dalla Regione ai sensi della DGR 390/2005, viene fissato al 31 dicembre 2007; 2) il termine ultimo per l'emanazione del provvedimento di autorizzazione all'apertura ed al funzionamento degli asili nido e dei micro-nidi comunali relativi ai progetti finanziati con le risorse provenienti dal fondo per gli asili nido di cui all'art. 70 della L. 448/2001 erogati dalla Regione ai sensi della DGR 490/2004 viene fissato al 31 ottobre 2007; 3) il termine ultimo per l'emanazione del provvedimento di autorizzazione all'apertura ed al funzionamento degli asili nido e dei micro-nidi comunali relativi ai progetti finanziati con le risorse provenienti dal fondo per gli asili nido di cui all'art. 70 della L. 448/2001 erogati dalla Regione ai sensi della DGR 753/2003 viene fissato al 31 luglio 2007; 4) in caso di comprovate e documentate necessità, su richiesta del Comune interessato che deve comunque pervenire prima la scadenza dei termini di cui ai punti 1) e 2), la Regione può prorogare i suddetti termini per un massimo di ulteriori 180 giorni; 5) il contributo viene revocato in caso di mancata emanazione del provvedimento di autorizzazione all'apertura ed al funzionamento dell'asilo nido o micronido entro i termini di cui ai punti 1) e 2) o, in caso di proroga, nel termine di cui al punto 3).


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |21/05/2007|

    L. 431/98 - Fondo Regionale ai Comuni per il sostegno alla locazione - Anno 2005.

    Pubblicata sul BURL n. 14 del 19.05.2007 la D.G.R. n. 206 del 29.03.2007 con cui la Regione Lazio ha ripartito tra i Comuni il fondo per la concessione di contributi integrativi ai conduttori meno abbienti per l'anno 2005. Per il Distretto Sociale "B" sono stati finanziati i seguenti Comuni: - FROSINONE € 434.230,65 - CECCANO € 23.817,76 - FERENTINO € 31.757,02 - MOROLO € 11.908,88 - RIPI € 4.763,55 - VEROLI € 19.054,21.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |21/05/2007|

    Legge Regionale n.59/1980 - Contributo ai Comuni per la gestione degli asili nido - Anno 2007.

    Con Determinazione del Direttore 9.03.2007, n. 891, pubblicata sul BURL n. 14 del 19.05.2007, la Regione Lazio ha disposto la liquidazione in favore dei Comuni del Lazio di un contributo per la gestione degli asili nido comunali per l'anno 2007. Per il Distretto Sociale "B" risultano finanziati gli asili nido dei seguenti Comuni: - BOVILLE ERNICA € 39.000,00 - CEPRANO € 43.000,00 - FERENTINO € 48.000,00 - FROSINONE € 242.000,00 - SAN GIOVANNI INCARICO € 31.000,00.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |23/04/2007|

    Modifica del termine di presentazione da parte dei Comuni delle richieste di finanziamento lett. B, punti 3, 4 e 5 e punto 6 lett. b della DGR 500/06

    Con delibera di G.R. n. 193 del 20/03/2007, la Regione Lazio ha stabilito che il termine di presentazione da parte dei Comuni delle richieste di finanziamento di cui alla lettera B, punti 3, 4 e 5 e punto 6 lett. b, del dispositivo della D.G.R. 500/2006, per l’esercizio in corso è fissato al 15 giugno 2007, invece del 1 ottobre 2007. Si precisa che tali richieste riguardano: a) la gestione di strutture residenziali socio assistenziali per minori in stato di bisogno, abbandonati o esposti all’abbandono; b) la continuazione del servizio di mensa sociale e/o accoglienza notturna da parte dei Comuni; c) gli interventi da parte dei Comuni sedi di Istituti di prevenzione e pena, finalizzati alla risocializzazione di detenuti ed ex detenuti; d) la continuazione della gestione di strutture residenziali socio assistenziali comunali per anziani; e) le situazioni di emergenza verificatisi in ambito comunale non rientranti nei piani di zona distrettuali e non compresi tra gli interventi finanziati con la l.r. 6/2004, nonché a specifiche esigenze per le isole; f) la gestione di gruppi appartamento per minori; g) l’integrazione sociale per minori ospiti in strutture a ciclo residenziale di cui alla l.r 41/2003, con particolari problematiche psico-sociali; h) l’integrazione sociale per minori in famiglia con particolari problematiche psico-sociali.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |23/04/2007|

    Protocollo d’intesa per gli interventi di assistenza domiciliare integrata in favore di soggetti non autosufficienti.

    Sottoscritto dal Direttore Generale dell’A.S.L. di Frosinone, Dr. Gianfranco Zotti e dal Presidente del Distretto Sociale B, Dr. Michele Marini, il Protocollo d’intesa per la realizzazione di interventi di assistenza domiciliare integrata in favore di soggetti non autosufficienti residenti nel territorio d’interesse. Il protocollo, che nasce da un intenso e cospicuo lavoro svolto dall’Ufficio di Piano del Distretto Sociale B in collaborazione con la competente struttura CAD della A.S.L., tende a sperimentare concretamente una forma di integrazione socio-sanitaria per tutti quegli interventi previsti con la DGR 924/2006 e meglio definiti con la L.R. n. 20/2006.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |17/04/2007|

    Circolare INPS n° 46 del 23 febbraio 2007. Assegno di maternità e sostegno al nucleo familiare.

    Estensione ai cittadini bulgari e rumeni del trattamento assistenziale previsto dagli articoli 65 e 66 della Legge 448/98. Circolere INPS n° 46 del 23 febbraio 2007.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |16/04/2007|

    Nuove opportunità per l'assistenza fiscale ai contribuenti disabili.

    Il Distretto Sociale “B” e l’Agenzia delle Entrate hanno sottoscritto un protocollo d’intesa volto a potenziare l’assistenza fiscale ai contribuenti disabili o comunque impossibilitati a recarsi presso i competenti uffici.


    stampa Stampa | Invia articolo
    notizia |16/04/2007|

    U.M.A.C. (Unità Mobile di Assistenza al Cittadino)

    Il Comune di Frosinone in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, ha promosso un progetto denominato "UNITA' MOBILE DI ASSISTENZA AL CITTADINO", che consente di fruire delle seguenti prestazioni: - acquisto e consegna medicinali a domicilio; - comunicazioni e consegne urgenti al/dal Medico di famiglia; - acquisizione e consegna a domicilio di: documenti, certificazioni e generi di prima necessità. Il Servizio si attiva telefonando al numero 0775/854646 dalle ore 8.00 alle ore 20.00, tutti i giorni esclusi i festivi.




    mappa