Sei in > Home > Glossario

 

Accessibilità
Indica la possibilità del singolo utente di usufruire del servizio di cui ha bisogno nel tempo e nel luogo più opportuno, in quantità adeguata e nel limite delle risorse disponibili.

Accordo di programma
Strumento volto alla "Realizzazione di un sistema integrato di interventi e servizi sociali" ai sensi della L. n. 328/2000. Consiste in un accordo stipulato tra Amministrazioni pubbliche allo scopo di disciplinare lo svolgimento, in collaborazione, delle attività socio assistenziali di competenza del Distretto.

Accreditamento
E' la modalità attraverso la quale i diversi soggetti, pubblici e privati, purché in possesso di requisiti strutturali, tecnologici, organizzativi e di qualità previsti dall'apposita normativa nazionale e regionale, possono accedere ai finanziamenti del servizio sanitario regionale. Documento informativo e contrattuale adottato dai soggetti erogatori di servizi attraverso il quale si esplicitano la mission, i criteri di relazione con i clienti e gli standard di qualità dei servizi erogati. Si pone come strumento operativo in grado di migliorare gli aspetti della qualità del servizio che sono direttamente percepibili dal cittadino.

Assemblea dell'Accordo di programma
L'organo collegiale che riunisce tutti i soggetti sottoscrittori dell'Accordo di programma, (Sindaci, Presidente della Provincia e Direttore dell'A.S.L.)presieduto dal Sindaco del Comune Capofila.
Si riunisce di norma ogni 6 mesi o quando lo richieda almeno 1/3 degli aderenti.
Sono compiti dell'Assemblea dell'Accordo di Programma:
- l'elezione del Comitato;
- l'esame e l'approvazione del documento programmatico annuale predisposto dal Comitato, del piano di zona, del rapporto semestrale sull'andamento della sperimentazione, della modalità di partecipazione finanziaria di ciascun ente all'Accordo di Programma stesso.

B.U.R. (Bollettino Ufficiale Regionale)
Nel bollettino ufficiale sono pubblicate le leggi regionali, i regolamenti, gli atti e i provvedimenti amministrativi della regione, degli enti locali e delle altre pubbliche amministrazioni. La legge regionale è pubblicata nel BUR ed entra in vigore con le modalità stabilite dallo statuto regionale.

Carta dei Servizi
Documento informativo e contrattuale adottato dai soggetti erogatori di servizi attraverso il quale si esplicitano gli scopi, i criteri di relazione con i clienti e gli standard di qualità dei servizi erogati.

Comitato dell'Accordo di programma

E' costituito da n. 10 componenti nominati dall'Assemblea; ne fanno parte:
- il Sindaco del Comune Capofila o un suo delegato con funzione di Presidente;
- n. 4 Sindaci o loro delegati dei Comuni referenti di sub-ambito;
- n. 3 Sindaci o loro delegati di altrettanti Comuni del Distretto, appartenenti a sub-ambiti diversi, individuati sulla base delle caratteristiche demografiche, avendo cura di garantire la rappresentatività di Comuni piccoli, medi e grandi;
- il Direttore del Distretto "B" della ASL o un suo delegato;
- il Presidente dell'Amministrazione Provinciale o un suo delegato.
Il Comitato ha lo scopo di favorire e sviluppare sul piano politico e strategico a livello territoriale l'integrazione, l'informazione ed il coordinamento dei servizi sociali con quelli sanitari, dell'istruzione, della formazione e lavoro, del privato sociale e dell'associazionismo

Comune Capofila
Il Comune Capofila, definito di concerto dall'Assemblea dei Sindaci del Distretto, è individuato quale interlocutore primario nei confronti della Regione.

Contrasto povertà
Insieme di interventi e misure, anche economiche, finalizzati alla crescita e all' integrazione sociale (recupero scolastico, inserimento lavorativo, miglioramento delle condizioni abitative, ecc.) della persona e/o del nucleo familiare che versi in condizioni di disagio economico.

Distretto socio - sanitario
Il Distretto Socio-Sanitario è un'articolazione organizzativa funzionale dell'Azienda ULSS, diretta a garantire l'assistenza primaria e a realizzare un elevato livello di integrazione tra i diversi servizi che operano sul territorio. Tali servizi, attraverso un'erogazione coordinata e continuativa di prestazioni sanitarie e socio-sanitarie, hanno la funzione di intervenire sulla persona in modo globale e completo.

Famiglia anagrafica
Agli effetti anagrafici per famiglia si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso Comune.

Handicap
Svantaggio sociale che deriva da menomazione o disabilità, tale da limitare o impedire la possibilità di ricoprire nella società un ruolo considerato normale in base all'età e al sesso della persona, oltre che ai fattori culturali e sociali.

Istituzionalizzazione
Trasferimento di un individuo in un istituto di tipo assistenziale per un periodo di tempo prolungato o indefinito.

Liveas
Livelli Essenziali delle prestazioni di Assistenza sociale.
Rappresentano i livelli minimi di servizi, prestazioni ed attività che ogni ambito territoriale è tenuto ad organizzare per promuovere il miglioramento della qualità della vita della comunità locale.

Monitoraggio
Attività di raccolta sistematica dei dati relativi ai servizi alla persona attivi sul territorio distrettuale, allo scopo di fornire, durante l'attuazione degli stessi, indicazioni circa lo stato di avanzamento, il conseguimento degli obiettivi, l'utilizzo dei fondi e il rispetto dei tempi previsti in fase di progettazione.

Piano di zona
Il Piano di Zona costituisce lo strumento cardine attraverso il quale ogni anno il territorio distrettuale, codifica gli obiettivi strategici, gli assetti organizzativi, gli interventi operativi e le modalità gestionali del comparto degli interventi sociali.

Progetto
E' un attività complessa, divisa in fasi, con un inizio ed una durata determinata volta al raggiungimento di un obiettivo predefinito tramite l'attenta definizione di tutte le risorse impiegate e le procedure seguite per la realizzazione dello stesso.

Rendicontazione
E' il documento tramite il quale si rende conto di un progetto realizzato. In esso viene indicato il conto ragionato e particolareggiato dell'entrate e delle uscite dell'attività svolta, tramite la rendicontazione il soggetto promotore di un progetto richiede il riconoscimento delle spese sostenute per la realizzazione dello stesso.

Risorse
Tutto ciò che risulta necessario per dar luogo alla realizzazione di un progetto (persone, capitali, strumenti, materiali).

Servizi comunali
Servizi rivolti ai cittadini residenti nell'ambito del Comune in cui il servizio è erogato.

Servizi distrettuali
Servizi socio-sanitari rivolti ai cittadini residenti nei Comuni appartenenti ad un determinato Distretto.

Servizi di sub-ambito
Servizi socio-sanitari rivolti ai cittadini residenti nei Comuni appartenenti ad un determinato raggruppamento di Comuni.

Sub-ambito
Ambiti territoriali ottimali sub-distrettuali, individuati con riferimento alle caratteristiche geodemografiche e destinati a garantire la realizzazione del Piano di Zona, nonché a garantire una equa distribuzione degli interventi socio-sanitari e delle risorse da destinare prioritariamente ai LIVEAS.

Struttura di Piano
Struttura di coordinamento e di gestione a livello distrettuale con il compito di supportare il Comitato e l'Assemblea nell'attuazione e nella programmazione degli obiettivi politico - amministrativi dell'Accordo di Programma.
Detiene la gestione contabile ed amministrativa del budget del Distretto relativo alle risorse assegnate; controlla e verifica l'attuazione dei servizi distrettuali e di sub-ambito.

Terzo Settore
È quel complesso di organismi e associazioni che accanto al primo (istituzioni pubbliche) e al secondo (il mercato) contribuisce a produrre beni e servizi di interesse collettivo. Si fonda sul principio della solidarietà, e rientra nella sussidiarietà orizzontale e non prevede un profitto individuale o di gruppo; gli eventuali utili vanno reinvestiti a comune utilità.

U.V.A. Unità di Valutazione Alzheimer
Unità di Valutazione Alzheimer (U.V.A.) hanno come obiettivo l'analisi dei pazienti da avviare alla somministrazione di nuovi farmaci in grado di rallentare l'evoluzione della malattia. Sono stati introdotti nel 2000 nell'ambito del Progetto Cronos e sono presenti in tutte le Regioni.

Volontariato
Attività spontanea con finalità di servizio gratuite e continuative.

Welfare State
Welfare State significa letteralmente "Stato del benessere". In italiano si usa tale espressione per indicare lo stato socio-assistenziale.

 



mappa